In che senso il matrimonio di Sansone veniva dal Signore?

Giudici 14:4

Dio aveva già proibito agli Israeliti di sposarsi con i Canaaniti (Es 34:11-16; Dt 7:1-4). Siccome il motivo era che adoravano altri dèi, si può supporre che il divieto valesse anche per i Filistei. Così i genitori di Sansone cercarono di persuaderlo di prendere una moglie dagli Israeliti invece di una donna dei Filistei (Giudic 14:3). Il fatto che Sansone voleva fare una cosa sbagliata non è una difficoltà - i giudici erano persone imperfette e la Bibbia racconta i loro errori, ma Dio li usò comunque. Così Sansone fece quello che fece perché "mi piace" (Giudic 14:3,7), proprio come "ognuno faceva quello che gli pareva meglio" (Giudic 17:6; 21:25; le espressioni sono più simili in ebraico). Più difficile invece è l'affermazione che "questo veniva dal Signore" (Giudic 14:4) - se era sbagliato, come poteva venire da Dio?

La chiave è nella prossima frase del versetto, che però contiene un'ambiguità. Dice letteralmente "lui cercava un'occasione di contesa da parte dei Filistei. In quel tempo, i Filistei dominavano Israele" (Giudic 14:4). Ma chi è "lui" che cercava un'opportunità di liberare gli Israeliti dai Filistei? Sansone, secondo la Nuova Riveduta, la Nuova Diodati (in corsivo, per indicare che la parola non è nel testo ebraico), e la Riveduta/Luzzi. Il Signore, secondo la TILC. La C.E.I., la Diodati, la Nuovissima, e la Nuovo Mondo lasciano "lui" o simile, che potrebbe essere o Sansone o Dio. Però, grammaticalmente e teologicamente Dio è più probabile di Sansone. Di solito un pronome si riferisce all'ultima persona menzionata, che in questo caso è Dio. Inoltre, Sansone sembrava più spinto dai suoi ormoni e dai suoi piaceri che da un desiderio di fare la volontà di Dio liberando Israele, anche se era dedicato a Dio dalla nascita come nazireo proprio per liberare Israele (Giudic 13:5). Così Dio, per compiere i suoi propositi, usò i desideri sbagliati e l'egoismo di Sansone, provocandolo di fare quello che era nato per fare. Il comportamento di Sansone non piacque a Dio né fu ordinato da Dio, ma fu lo strumento che Dio usò per adempiere la sua volontà.

Per un caso simile, vedi il commento su 1Cronache 21:1.