Perché Salomone fece uccidere Adonia quando chiese di sposare Abisag?

1Re 2:13-25

Dopo la morte di Davide, era naturale che Adonia, il figlio sopravvissuto più grande di Davide, diventasse re. Aveva anche l'ambizione di diventare re, e aveva iniziato un complotto per prendere il trono (1Re 1:5-10). Invece Davide designò Salomone come suo erede, perché scelto da Dio (1Re 1:11-40). Così Salomone avvertì Adonia che se sarebbe stato una persona perbene non sarebbe stato colpito, ma se sarebbe trovato colpevole sarebbe ucciso (1Re 1:52). In questo contesto di un trono insicuro dobbiamo considerare la richiesta di Adonia, non con concetti romantici moderni! Infatti Abisag era una giovane che prendeva cura di Davide nella sua vecchia (1Re 1:1-4), e prendere le donne del re era un segno di avere preso tutto dal re, incluso il suo regno (2Sam 12:8; 16:21-22 sono esempi, e secondo Erodono 3:68 anche i persiani e gli arabi lo facevano). Salomone capì la richiesta di Adonia per quello che era: un nuovo tentativo di prendere il potere di Davide, e avendo trovato Adonia colpevole, lo condannò alla morte esattamente come avvertito.