Come possiamo spiegare i numeri nei libri delle Cronache?

1Cronache 18:4

I numeri nei libri delle Cronache sono la fonte di alcuni problemi, in modo particolare alcuni numeri diversi da quelli riportati nei brani paralleli, per esempio nei libri di Samuele e Re. Non dobbiamo esagerare il problema: dei 213 numeri in Cronache con un parallelo biblico, ci sono solo 19 differenze. Generalmente, i numeri di Cronache sono più alti, creando il sospetto in alcuni che l'Autore di Cronache abbia aumentato i numeri affinché Israele sembrasse più importante. Non è un sospetto ben fondato, perché in un terzo dei casi il numero è più piccolo in Cronache, e spesso la differenza è in dettagli non significativi del racconto. Se l'Autore avesse voluto dare più importanza ad Israele, avrebbe scelto altri dettagli da cambiare.

Siccome ci sono alcune spiegazioni comuni a queste differenze, le ho raggruppate in questa risposta.

&#l 1.;Differenze nei regni e nelle età dei re

&#lnon; Di solito queste differenze sono causate da modi diversi per calcolare la durata dei regni. Per una spiegazione approfondita, vedi il commento su 1Re 16:23. Per le età, spesso la causa è un errore nella trasmissione del testo. Per una spiegazione dettagliata di questi casi, vedi i commenti su 1Re 15:33; 2Re 8:26; 2Re 18:13; 2Re 24:8.

&#l 2.;Differenza nelle cose contate

&#lnon; A volte sembra che Cronache e un altro libro contino la stessa cosa e danno due numeri diversi, quando invece c'è una differenza in quello che fu contato o quando.

a) 2Sam 24:9; 1Cr 21:5: Nel censimento, furono contati 800.000 uomini d'Israele e 500.000 di Giuda oppure 1.100.000 d'Israele e 470.000 di Giuda. Ci sono alcune indicazioni che gruppi diversi furono contati. Prima di tutto, 2Sam 24:9 conta gli "uomini forti" ma 1Cr 21:5 gli "uomini abili alle armi" - il primo gruppo potrebbe essere i "veterani" e il secondo tutti quelli dell'età giusta per combattere, che spiegherebbe perché il numero di Israeliti è più grande in 1Cr 21:5. Oppure, 1Cr 21:5 conta i 288.000 soldati dell'esercito regolare (1Cr 27:1-20) e i 12.000 a difesa di Gerusalemme (2Cr 1:14), mentre 2Sam 24:9 non li include (800.000+288.000+12.000=1.100.000). Secondo, il censimento non fu completato, non includendo le tribù di Levi e di Beniamino (1Cr 21:6; 27:23-24); il conto di 1Cr 21:5 potrebbe non includere i Beniaminiti, ma quello di 2Sam 24:9 includere 30.000 di quella tribù (o di più, se anche la prima spiegazione di gruppi diversi vale). Un'altra possibilità è che 470.000 e 1.088.000 sono i numeri più esatti, e 500.000 e 1.100.000 sono numeri tondi che rappresentano le stesse quantità. Vedi anche il punto 4b di questo commento.

b) 2Sam 24:24; 1Cr 21:25: Davide diede ad Ornan 50 sicli d'argento oppure 600 sicli d'oro. Il primo numero era per l'acquisto iniziale dell'aia e dei buoi per fare il sacrificio (2Sam 24:21,24), il secondo numero per tutto il terreo dell'aia (1Cr 21:22,25).

c) 1Cr 22:14; 1Cr 29:4: Davide diede per il tempio 100.000 talenti d'oro e 1.000.000 talenti d'argento oppure 3.000 talenti d'oro e 7.000 talenti d'argento. Erano due doni diversi in due momenti diversi. Come 1Cr 29:3 spiega, il secondo dono era dalla proprietà personale di Davide, oltre a tutto quello che aveva già preparato (e dato in 1Cr 22:14). Vedi anche il punto 4a di questo commento.

&#l 3.;Differenze causate da errori durante la copiatura del testo

&#lnon; Non si sa con certezza come gli Israeliti scrivevano i numeri al tempo della scrittura dei libri della Bibbia. C'è evidenza per due diversi metodi, e forse tutti e due erano usati. Nel primo, le lettere erano usate per le cifre (come per esempio A=1, B=2, e così via), con puntini aggiunti per moltiplicare per 1.000. Con questo metodo, è possibile durante la copiatura del testo sbagliare una per lettura, un errore più difficile con le parole perché non avrebbero senso. Inoltre, con manoscritti logorati era più facile aggiungere o togliere un puntino. Il secondo metodo era quello dei papiri di Elefantina (una comunità ebraica in Egitto), che utilizzava righe verticali e orizzontali per rappresentare le cifre, e simboli speciali per centinaia e migliaia. Di nuovo, quando manoscritti logorati furono copiati, sarebbe stato relativamente facile aggiungere o togliere una riga se il manoscritto originale non fosse chiaro. Quindi in alcuni casi, possiamo non avere più il testo originale di alcuni numeri, ma ciò non toglie il fatto che il testo originale era veritiero.

a) 2Sam 8:4; 1Cr 18:4: Davide catturò 1.7000 cavalieri oppure 1.000 carri e 7.000 cavalieri. In realtà 2Sam 8:4 legge, "Davide prese 1.000 700 cavalieri". Sembra che una parola sia stata omessa in quel versetto, che doveva essere "1.000 carri 7.000 cavalieri", come 1Cr 18:4. Prima la parola "carri" fu omessa da uno scriba di 2Sam 8:4, e poi successivamente un altro scriba cambiò 7.000 in 700 perché non aveva senso scrivere il numero "1.000 7.000".

b) 2Sam 10:18; 1Cr 19:18: Davide uccise gli uomini di 700 carri, oppure 7.000. La Nuova Riveduta e la Riveduta/Luzzi leggono 700 anche in 1Cr 19:18, correggendo quello che è scritto nel testo ebraico che noi abbiamo. La Septuaginta corregge invece 2Sam 10:18, mettendo 7.000. Probabilmente c'è stato un errore nella trasmissione del testo, con probabilmente 7.000 il numero giusto - sarebbe simile a 1Cr 18:4, e i libri di Samuele hanno molti errori di copiatura in cui i rotoli del mar Morto confermano la lettura della Septuaginta contro il testo ebraico attuale.

c) 2Sam 23:8; 1Cr 11:11: Ioseb-Basebet / Iasobeam (il nome scritto in un altro modo; secondo la Nuova Riveduta ed alcune altre versioni in 2Sam 23:8, fu chiamato anche Adino l'Eznita, ma è meglio tradurre la frase "Egli usò la sua lancia contro...", come in 1Cr 11:11.) uccise 800 uomini oppure 300. Probabilmente due lettere furono scambiate durante la copiatura del testo. Alternativamente e meno probabilmente, i due libri raccontano due eventi diversi, o che lui personalmente uccise 300 uomini, ma in 2Sam 23:8 gli vengono attributi anche gli uomini uccisi dei soldati che comandava.

d) 1Re 4:26; 2Cr 9:25: Salomone aveva 40.000 cavalli oppure 4.000 cavalli. Probabilmente 4.000 è il numero giusto, siccome aveva 1.400 carri (1Re 10:26; 2Cr 1:14); 400 sarebbe un errore nella trasmissione del testo.

e) 1Re 5:16; 2Cr 2:2: Salomone aveva 3.300 oppure 3.600 sorveglianti per la costruzione del tempio. Probabilmente un errore nella trasmissione del testo, ma siccome la costruzione durò diversi anni, ed sicuramente fu necessario sostituire alcuni lavoratori, è possibile che i due versetti contano il numero in momenti diversi, o 3.300 era il numero in certo momento ma 3.600 il numero complessivo in qualsiasi periodo della costruzione.

f) 1Re 7:26; 2Cr 4:5: Il mare di bronzo conteneva 2.000 oppure 3.000 bati. Probabilmente un errore di copiatura, sbagliando una lettera o aggiungendo una riga verticale.

g) 1Re 9:23; 2Cr 8:10: Salomone aveva 550 oppure 250 sorveglianti per i suoi lavori di edilizia. Probabilmente un errore di sostituire una lettera per un'altra.

&#l 4.;Numeri grandissimi

&#lnon; a) Di ricchezza: Davide donò 100.000 talenti d'oro e 1.000.000 talenti d'argento (1Cr 22:14), dove un talento valeva circa 40 kg. È possibile che ci sia un errore nella copiatura del testo, che aggiunse uno zero alle cifre. Ma anche se sono quantità enormi, forse sono possibili. Altre quantità grandi di metalli preziosi in antichità sono il tributo di 10.000 talenti d'argento pagato da Cartagine, il bottino di Ciro di Persia di 500.000 talenti d'argento (Plinio, Naturalis historia, Libro XXXIII.15), e il bottino di Alessandro Magno di 300.000 talenti d'oro e d'argento. È vero che il reddito annuale di Salomone era "solo" 666 talenti d'oro (forse dalle tasse), ma questo escludeva il guadagno dal commercio e dal tributo (2Cr 9:13-14). Nel suo regno di 40 anni, Davide accumulò non solo le tasse (666 talenti per 40 anni è circa un quarto dei 100.000 talenti donati), ma anche il tributo e il bottino di 40 anni di conquiste (per esempio 2Sam 8:1-13), senza grandi spese per opere come il tempio. Una ricchezza di 1.000.000 talenti d'argento non era impossibile se Ciro ne prendesse 500.000 da solo una campagna militare.

b) Di popolazione: In 2Sam 24:9; 1Cr 21:5 ci furono circa 1.500.000 uomini abili alle armi, che significherebbe una popolazione in Israele di circa 5 milioni. Un secolo più tardi, Giuda aveva un esercito di 400.000 uomini (dopo 580.000) e Israele di 800.000, di cui morirono 500.000, e Etiopia di 1.000.000 (2Cr 13:3,17; 2Cr 14:7-8). Nella generazione successiva, ci fu un esercito solo per il regno di Giuda di più di 1.000.000 persone (2Cr 17:14-18). Alcuni cercano di spiegare queste cifre notando che la parola ebraica per 'mille' vuol dire anche famiglia (allargata), come in Giudic 6:15. Ma interpretare i numeri grandi in questo modo crea altri problemi, per esempio perché ci volle quasi un anno per fare un censimento di 1.500 famiglie? Sembra più facile accettare i numeri come sono, siccome non abbiamo evidenza che erano impossibili nel mondo antico.