Perché Abraamo sposò sua sorella?

Genesi 20:12

Abraamo ammise ad Abimelec che Sara, che avevo detto di essere sua sorella, era infatti sua moglie, ma anche sua sorellastra (figlia dello stesso padre, ma non della stessa madre). Prima di tutto, è possibile che questa sia un'altra bugia di Abraamo, per coprire la bugia precedente e non confessarla al re. Infatti il Talmud (b. Sinedrio 69B) dice che Isca, la nipote di Abraamo (Gen 11:29), era un altro nome di Sara, per cui Sara non era affatto la sorellastra di Abraamo. Ma anche se Sara era veramente la sorellastra di Abraamo, possiamo dire due cose. Prima di tutto, le leggi esplicitamente contro l'incesto (Lev 18:6; 20:17; Dt 27:22) furono promulgate da Mosè diversi secoli dopo. Ovviamente, nelle generazioni dopo Noè quando la popolazione era più piccola, era necessario a volte sposare un proprio parente. In secondo luogo, forse Abraamo peccò sposando sua sorellastra. Non è necessario giustificare ogni sua azione, perché sappiamo che Dio lo usò nonostante i suoi fallimenti e errori. Vedi il commento su Genesi 12:10-20. Il fatto che Sara non è elencata fra i figli di suo padre Tera (Gen 11:26-31) non è un problema. Quella genealogia non è completa e dà i nomi di solo alcuni dei figli, e mai delle figlie, anche se c'erano.