Dio può odiare qualcuno?

Malachia 1:3

Dio, tramite il profeta Malachia, disse di odiare Esaù, il fratello gemello di Giacobbe (che amava). Eppure Dio è amore (1Gv 4:16) ed è buono verso tutti (Sal 145:9). Il problema è che spesso abbiamo una comprensione sbagliata dell'amore e dell'odio, pensando solo all'amore e all'odio come sentimenti, che non possono esistere allo stesso tempo. Però nella Bibbia, non sono contrari. L'odio è respingere e non accettare qualcosa. Nel caso di Dio, è respingere tutto quello che non è giusto, che è contrario al suo carattere e ai suoi giusti standard. L'amore è fare qualcosa per il bene di qualcuno, soprattutto quando costa. In questo senso, il contrario dell'amore non è l'odio, per l'indifferenza. Per questo motivo, "odiare" spesso equivale a "amare di meno" (per esempio Gen 29:30-33, e il confronto fra Mt 10:37 e Lu 14:26), perché Dio ama tutti anche se non sempre nello spesso modo, e odia tutti i peccatori.

Così è possibile per Dio odiare una persona (perché non è in un giusto rapporto con lui) e allo stesso amare la persona (cercando il suo bene). Infatti, è proprio così che ha fatto per ognuno di noi, perché mentre eravamo i suoi nemici, Dio nel suo amore mandò Gesù Cristo per morire nel nostro posto, affinché potessimo avere un giusto rapporto con Dio (Rom 5:6-10).

Vedi il commento su Romani 9:13. Paolo citò questo versetto in una discussione della scelta di solo uno dei gemelli prima che loro facessero bene o male.