Il granello di senape non è il più piccolo di tutti i semi.

Matteo 13:32

Gesù disse in una parabole che il granello di senape è il più piccolo di tutti i semi, ma che quando cresce diventa il più grande dei legumi. Però, in realtà non è il più piccolo dei semi, e mentre l'albero è grande (circa 3 metri) non è enorme. Ci sono due osservazioni da fare:
a) Gesù non disse che era il seme più piccolo in assoluto, ma che era il più piccolo che i Giudei seminavano allora (Mt 13:31; è ancora più chiaro nel brano parallelo Marco 4:31).
b) era un'affermazione proverbiale, e la dobbiamo leggere come il tipo di letteratura che è, senza insistere che tutte le affermazione siano scientificamente corrette. Infatti fra i Giudei e in generale nel mondo antico il seme di senape era rinominato per la sua piccolezza (Mt 17:20; Mishnah Niddah 5.2; Mishnah Tohorot 8.8; Antigono di Caristo 91; Diodoro Siculo 1.35.2). Anche tanto grande "che gli uccelli del cielo vengono a ripararsi tra i suoi rami" non va interpretata alla lettera, perché è un modo di dire che vuol dire "molto grande" (Sal 104:12,16-17; Dan 4:12,21; Ez 17:23; 31:6).