Bisogna battezzare nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, oppure solo nel nome di Gesù Cristo?

Matteo 28:19

Nel mandato di Gesù, lui disse agli apostoli di battezzare nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Mt 28:19). Eppure tutti i battesimi racconti in Atti furono nel nome di Gesù Cristo (At 2:38; 8:16; 10:48; 19:5). Prima di tutto, le parole "nel nome di..." non sono magiche, né una frase che obbligatoriamente va detta durante il battesimo affinché sia efficace. Così non è che se usiamo le parole sbagliate il battesimo non sia più valido. Invece, "nel nome di..." vuol dire "secondo l'autorità di...", "rappresentando..." (vedi Col 3:17 per un esempio di questo uso della frase). Quindi battezzare nel nome di una persona significa battezzare secondo l'autorità della persona, per la persona.

Il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo non sono tre essere indipendenti e autonomi; operano sempre in unità con lo stesso scopo (per esempio Gv 16:13-15). Sono un'unica autorità. Infatti in Matteo bisogna battezzare nel nome (singolare) di tutti e tre. Il nome di Gesù Cristo è il nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Per questo motivo battezzare nel nome (secondo l'autorità) di Gesù Cristo è lo stesso di battezzare nel nome (secondo l'autorità) del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, e non c'è contraddizione fra il comando di Gesù e la pratica degli apostoli.