Sansone

Il figlio di Manoa della tribù di Dan (1) che aveva la moglie sterile. Sansone doveva essere un nazireo, cioè non si doveva radere mai la testa, e fu consacrato a Dio per liberare Israele dalla Filistia. Quando fu cresciuto, prese una moglie filistea (figlia di Timneo), che sarebbe stata sempre occasione di contesa da parte dei Filistei. Uccise mille Filistei con una mascella di asino liberando Israele dai Filistei, e fu giudice di Israele per vent'anni. Poi si innamorò di un'altra donna filistea, Dalila, che lo ingannò e lo fece catturare dai Filistei. Dopo essere stato torturato, distrusse la casa dove stava, e morì insieme con più Filistei che aveva ucciso durante la sua vita Giudic 13:2-3,5,24; 14:1-16:31; Eb 11:32.

Trova nome:

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z