Le vere origini di Halloween

Romani 14:9

Scritto da Giovanni Chinnici.

2/11/2005

Numero di voti per questo studio: 1   Media: 10


LE VERE ORIGINI DI HALLOWEEN


di Giovanni Chinnici


Sapevate che Halloween fu introdotta nel mondo che si professava cristiano alcuni secoli dopo la morte degli apostoli e che comunque veniva celebrata dai pagani secoli prima che la chiesa del Nuovo Testamento venisse fondata? Come arrivò in America?
Ecco l’intrigante risposta proveniente dalla storia.
La celebrazione Americana si basa sui costumi e sulla tradizione folcloristica della Scozia e dell’Irlanda, che storicamente viene tracciata all’epoca dell’era precristiana dal paganesimo. Nonostante Halloween sia diventata una notte di grande divertimento, di giochi e di detti superstiziosi, presi in considerazione soltanto a metà, le sue origini sono ben diverse.
Le più antiche celebrazioni di Halloween venivano guidate dai Druidi in onore di Samhain, signore della morte, la quale ricorrenza risale al giorno 1 del mese di Novembre (HALLOWEEN THROUGH TWENTY CENTURIES, Ralph Linton.). Ben lungi dall’essere una festività cristiana, Halloween è una vecchia festività pagana, mascherata come se fosse una tradizione e un costume ecclesiastico. Infatti oggi molte persone che si dichiarano cristiani permettono ai loro bambini di essere coinvolti con lo spirito di questa tradizione prettamente pagana! L’ Encyclopedia Americana attesta che Halloween è chiaramente una reliquia dei tempi pagani. Ora, notiamo cosa dice invece l’autorevole Encyclopedia Britannica a proposito di Halloween.
Essa precede di molto l’epoca cristiana. Le due caratteristiche principali dell’antica Halloween erano l’accensione dei falò e il credo per il quale questa sia la notte principale in cui fantasmi e streghe vagano nell’aria. La storia dimostra che le principali manifestazioni di Halloween furono meramente Druidi ed esattamente esercitate da parte dei Druidi dell’ Europa Nord Occidentale; è inoltre provato che in alcune parti dell’ Irlanda il 31 Ottobre è conosciuto come OIDHCH SHAMHNA, “Vigilia di Saman”, cioè di Samhain, ossia il signore pagano Druidi. Quindi Halloween veniva celebrata tra i pagani molto prima che Gesù nascesse a Betlemme.
Questa festività pagana comunque, non veniva festeggiata soltanto tra i Druidi, essa era anche una festività Romana! L’ Enciclopedia Britannica continua: Nelle cerimonie dei Druidi venivano anche innestate alcune delle caratteristiche della festività romana in onore di Pomona che aveva luogo verso l’1 Novembre, quando noci e mele rappresentavano la stagione dei frutti invernali, situazione quest’ultima che giocava una parte importante in tutto questo macabro progetto. È da notare il diffuso uso di celebrare questa festa durante questa particolare stagione dell’anno.

Perché si celebrava Halloween?

Adesso arriva la verità shock che ci spiega il perché veniva festeggiata questa festa!
Ecco qui i fatti fedelmente riportati così come sono scritti nel Libro di Halloween a pagina 10, da Ruth Kelley: Il sacerdote Druido insegnava l’immortalità dell’anima, che passa da un corpo all’altra una volta che la persona muore...l’ultima notte dell’anno antico (31 Ottobre) il signore della morte riuniva insieme le anime di coloro che erano morti nell’anno passato e che erano stati condannati a vivere nei corpi degli animali, per decretare loro sotto quali forme avrebbero dovuto abitare durante i 12 mesi successivi. Tramite delle moine particolare, preghiere e doni, egli avrebbe potuto decretare a queste anime già tormentate una sentenza più leggera.
L’anno nuovo, essendo I loro peccati espiati, venivano liberati per andare nel cielo dei Cielo Druido. (Halloween Through Twenty Centuries, p.5).
Halloween veniva celebrato per persuadere le menti delle persone con la falsa dottrina dell’ immortalità dell’anima – intesa nel senso che i morti non sono realmente morti. Quasi tutte le nazioni pagane hanno giorni che vengono dedicati ai defunti – giorni originalmente istituiti per commemorare la morte di Nimrod (Genesi 10:8-10) di cui la moglie Semiramis, attestava egli fosse ancora in vita.
Adesso cerchiamo di capire il termine “Halloween.” È la serata di Allhallows o Hallowmas cioè la vigilia di Ognissanti e rappresenta una delle festività più solenni della Chiesa Cattolica Romana (Da pag. 3 di Linton’s Halloween Through Twenty Centuries.).
Halloween è la serata di Allhallows (tutto santo) o come già detto di Ognissanti, che cade l’1 Novembre. Sin dai tempi antichi i giorni venivano considerati tali dal sorgere del sole in poi, Halloween era meramente la celebrazione della sera che anticipava il grande giorno, l’1 Novembre, dedicato al signore della morte!

Chi era il signore della morte?

Sicuramente ricorderete che poco prima della sua crocifissione, Gesù fu interrogato dai Sadducei circa la propria risurrezione. Gesù per dimostrare loro che ciò sarebbe avvenuta rispose: Quanto poi alla risurrezione dei morti, non avete letto quello che vi è stato detto da Dio: «Io sono il Dio d’Abraamo, il Dio d’Isacco e il Dio di Giacobbe? Egli non è il Dio dei morti, ma dei vivi».
Notiamo il significato della risposta di Gesù. Poiché i patriarchi sono MORTI e poichè Dio è SOLTANTO il Dio dei vivi – poiché i MORTI non servono il Signore (Salmo 6:5; 115: 17) – quindi deve esserci una risurrezione dai MORTI cosi che essi possano vivere di nuovo e Dio possa essere il loro Dio.
Per rendere la risurrezione possibile Cristo morì e risuscitò, e visse nuovamente affinché potesse essere, come infatti Egli è, il Signore dei morti e dei viventi (Rom. 14:9). Osserviamo che Gesù diventò il Signore o il capo della morte perchè attraverso la sua risurrezione Egli possiede le chiavi della morte e del soggiorno dei morti (Rev. 1:18) e risusciterà i morti affinché da VIVI possano servirLo per sempre. Ma da parte di chi Gesù ricevette queste chiavi? Chi aveva il potere principale sulla morte?
Paolo, nell’epistola agli ebrei parla di colui che aveva il potere sulla morte, cioè il diavolo (Ebrei 2:14). Quindi il diavolo, Satana, era il signore della morte!
Tra i Druidi pagani, Samhain or Saman, il signore della morte, era Satana! Proprio in questo giorno la gente celebra con scherzo e divertimento una notte sregolata in onore del diavolo! Paolo dice che I pagani che dicevano di servire il vero Dio in realtà stavano servendo i demoni (Gal. 4:8). I giovani che oggi preparano i falò durante la serata di Halloween non stanno affatto servendo Dio.
Ma se Halloween è meramente la serata in onore del diavolo, come ha potuto un giorno chiamato Allhallows o come abbiamo più volte detto Ognissanti essere celebrato dalla Chiesa Cristiana?

L’ origine della festa di Ognissanti

Il primo di Novembre, celebrato tra i pagani in onore di Samhain, cioè Satana, oggi è celebrato in centinaia se non migliaia di chiese in onore di tutti i santi, noti e meno noti e in accordo con quanto insegnato da Papa Urbano IV, al fine di supplire ad ogni eventuale insufficienza avvenuta durante le festività annue volte e celebrare i santi stessi (Catholic Encyclopedia).
Ammesso e non concesso che i santi siano viventi in cielo, come si è potuto un giorno destinato alla venerazione appunto dei santi trasformarsi in un giorno celebrato in onore del diavolo?
La Chiesa (Cattolica ovviamente), considerando che ogni martire dovrebbe essere onorato, ha fatto in modo di trovare un giorno che potesse conciliare con gli impegni di tutti i santi. È ancora molto importante notare, che ciò che una volta era un memorial per ogni martire in giorni diversi divento un giorno generale in onore dei morti che si credeva e forse si crede tuttora fossero viventi in cielo. Gregorio III (731-741) consacrò una cappella nella Basilica di san Pietro a tutti Isanti fissando l’anniversario giorno 1 Novembre…Gregory IV (827-844) estese la celebrazione dell’1 Novembre a l’intera Chiesa. “La vigilia (Halloween) è stata celebrata ancora prima della stessa festività Cattolica nello stesso identico periodo.”
È altresì importante notare che la celebrazione di Halloween, la vigilia, è tanto vecchia quanto quello di ognissanti della Chiesa Cattolica. Spieghiamo subito e meglio questo concetto. A pagina 6, nel suo libro, Ralph Linton dice a proposito di questa festività: la festa di ognissanti fu introdotta nel calendario della Chiesa perché l’anno non era lungo abbastanza da poter dedicare un giorno speciale per ogni spirito della Chiesa Cattolica. “Ecco perché fu scelto proprio quel giorno poiché era molto più pratico associarlo con la tradizione popolare riguardo gli spiriti dei morti che tornavano in vita proprio quella sera, un’idea pagana che si conciliava facilmente con la politica della non morte dei santi in cielo”.
I Protestanti, in parte, continuarono la celebrazione di Halloween, fino a quando fu proprio in quel giorno ed esattamente nel 1517 che Martin Lutero affisse le sue storiche 95 tesi davanti alla porta del castello della chiesa di Wittenberg, da cui ebbe inizio la Riforma Protestante. “Lutero scelse quella sera speciale perché sapeva benissimo che tutta la gente del paese quella sera sarebbe andata in chiesa”. (Halloween, pp 9-10.)

L’ Origine di “Trick or Treat”

Sapevate la famosa burla utilizzata dai bambini che bussano alla porta delle persone gridando “trick or treat” (letteralmente: trattiamo con dolci e caramelle altrimenti vi faremo degli scherzetti) da dove ha origine?
Linton dice: certamente deriva dal paganesimo antico. In Irlanda proprio all’ingresso del nuovo secolo, era tradizione avere una processione guidata da un uomo vestito con una toga bianca che indossava una strana maschera raffigurante la testa di un cavallo. Linton dice che il cavallo veniva offerto in sacrificio al dio sole, il che indica che questa tradizione è una sopravvivenza del rito dei Druidi. La processione era una sorta di tributo dato dai contadini nel nome perverso di una vecchia divinità dei Druidi. Se durante la processione i contadini non offrivano alcun dono, gli stessi avrebbero subito i macabri scherzetti che avrebbero rovinato la raccolta dell’anno!
Questa usanza particolarmente tradizionale di avere processioni durante Halloween deriva inoltre da un’altra pratica inusuale. Durante il Medioevo le chiese benestanti, copiando le antiche processioni dei greci e dei romani, facevano sfoggio delle reliquie dei santi patroni. I parrocchiani più poveri non potevano permettersi di comprare delle vere reliquie così si accontentavano di usare delle caricature dei loro santi patroni. “Coloro che non recitavano la parte dei santi volevano anch’essi essere coinvolti nella processione e quindi si vestivano di angeli o da diavoli.” La processione di Allhallows che veniva fatta nel cortile della chiesa divenne alla fine una parata di gay e di buffoni vestiti a festa. (Da pagina 103 di Halloween Through Twenty Centuries).
Oggi, “trick or treat” non è altro che una continuazione di queste assurde e perverse tradizioni che provengono dal paganesimo e che sono state etichettate con nomignoli cristiani.
Non dovremmo davvero preoccuparci di stare attenti ai bambini e agli adulti che scherzando e sottovalutando il problema danneggiano se stessi, le loro proprietà e coloro che ne sono coinvolti, in un giorno originalmente dedicato a satana, il distruttore?