Profilo Biblico: TADDEO

Luca 6:16

Scritto da mario.castaldo.

15/12/2007

Numero di voti per questo studio: 0


TADDEO


Lo studio del discepolo Giuda detto Taddeo, per motivi di omonimia né risulta difficile e spesso trascurato. Molti commentatori pur di rimanere fedeli a certe idee religiose hanno forzato molti contenuti in modo da dare una interpretazione non giusta della Parola di Dio.
Molti sostengono che questo uomo era cugino di Gesù Cristo in quanto fratello di Giacomo, ma alcuni testi della scrittura affermano che Giuda era figlio di Giacomo, identificando in una unica persona lo scrittore dell’Epistola il quale era effettivamente fratello di Giacomo e del Signore Gesù. (Marco 6:3; Giuda 1)

Luca 6:16; Atti 1:13
Atti 1:13 Entrati in città salirono al piano superiore dove abitavano. C'erano Pietro e Giovanni, Giacomo e Andrea, Filippo e Tommaso, Bartolomeo e Matteo, Giacomo di Alfeo e Simone lo Zelòta e Giuda di Giacomo. (CEI)

IL NOME

Anche se per noi puoi significare assurto o di poca importanza, in realtà per gli ebrei l’attribuzione del nome o di un soprannome era di particolare importanza. Spesso si associava il nome di un personaggio ad un particolare evento oppure ad una caratteristica del suo carattere.
I nomi di questo Discepolo, quindi ci illustrano chiaramente se pur non era ma a cosa si aspirava o si desiderava essere.

a. Giuda significa “loderò L’Eterno”
b. Taddeo significa “caro, diletto, amato” Marco 3:18
c. Lebbeo significa “coraggioso” Matteo 10:3 Filippo, e Bartolomeo; Toma, e Matteo, il pubblicano;
Giacomo di Alfeo, e Lebbeo, chiamato per soprannome Taddeo; (versione Diodati)


IL CARATTERE Giovanni 14:22

Taddeo rivolge una domanda a Gesù per la quale molti pensano che quest uomo sia rimasto superficiale ma in realtà la spiegazione del perché di tale domanda non deve essere necessariamente negativa.

b. Altruista Perché Signore solo a noi?
c. Umile Come mai ti mostrerai a noi? Cosa abbiamo noi di più?
a. Sincero Dopo tutto quello che Cristo aveva fatto e doveva fare, sembrava essere qualcosa di limitato…

Ma Cristo non stava limitando il suo piano ma al contrario stava preparando quei uomini per sconvolgere il mondo intero.

IL SERVIZIO

a. Uno dei primi discepoli di cui non si conosce come sia stato chiamato, probabilmente ha
seguito fin dall’inizio il Cristo senza una specifica chiamata!
b. Segue Cristo in silenzio, senza evidenziare la sua persona né tanto meno facendo delle
richieste
c. Rimane costante fino alla fine. Sicuramente morto anch’egli martire per amore del Signore


Come Taddeo anche noi dobbiamo imparare a parlare di meno ed ascoltare di più, soprattutto quando si tratta della Parola del Cristo. E’ bello poter considerare che non siamo noi ma gli altri a descrivere le virtù che lo Spirito Santo ha messo in noi.

Mario Castaldo