IL PATTO

Luca 22:20

Scritto da carla&francesco.

7/3/2009

Numero di voti per questo studio: 0








*** IL PATTO ***


“Patto [lat. pactu(m), della stesa famiglia di pax, genit. pacis, “pace”]”
“Nel linguaggio biblico, patto (ebr, berith; gr. diatéche; lat. testamentum)”
“secondo altri il termine patto (ebr. berith, di etimologia discussa; cfr. l’accadico beritu = catena e berit = tra ) proviene dal diritto umano.:. Berith significa sempre garanzia assoluta”
“Due valgono più di uno solo, perché son ben ricompensati della loro fatica. Infatti, se l’uno cade, l’altro rialza il suo compagno; ma guai a chi è solo e cade senz’avere un altro che lo rialzi! Così pure, se due dormono assieme, si riscaldano; ma chi è solo come farà a riscaldarsi? Se uno tenta di sopraffare chi è solo, due gli terranno testa; una corda a tre capi non si rompe così presto Ec.4:9-12 ”




1° LE ALLEANZE O PATTI UMANI
In pratica, quando tra i due contraenti vi è una differenza nei rapporti di forza, cioè quando una è più forte dell’altro, è palese che il più forte dai la sua protezione al più debole; quest’ultimo osservando le condizioni poste, ottiene il patto Gs.9; se poi per una qualche ragione dovesse peccare di infedeltà, il primo dei contraenti non si sentirebbe più in obbligo di ottemperare ala promessa fatta: E’, anche, in questo caso un rapporta di vassallaggio: il signore o re a altro, impone la sua alleanza.

Attraverso un patto due persone possono legarsi in modo indissolubile:
• garanzia della vita Ge.26:28,29
• amicizia 1Sm.18:3; 20:8; 23:18
• matrimonio Ml.2:14; Pr.2:16,17
• vita pubblica 2Sm.3:12,13,21; 5:1-3
Secondo alcuni teologi poiché l’elemento costante è quello del giurare 1Sm.20:16,17; Ge.26:28,29 e cioè chiamare la divinità, invocarla non a benedizione del patto, ma come forza protettrice e vendicatrice dell’accordo Ge.31:49. Dio è invocato come testimone della verità. “Nell’alleanza (o patto) si invoca l’autorità di Dio come garanzia dell’atto che si realizza. Questa invocazione dell'autorità divina può essere esplicita, con parole, o soltanto implicita, con gesti, atti riti. Tutto esprime il carattere sacro dell’alleanza in Israele.
L’alleanza non è un atto qualsiasi [...], ma un atto sacro fatto alla presenza della divinità e vidimato dalla sua autorità.
Oltre a questo aspetto invocatorio, il berit può avere un carattere esecratorio” Vale a dire che se una delle due parti in causa rompeva il patto, avrebbe subito la stessa sorte degli animali sacrificati per suggellarlo. (Gr.34:18-20; 1Re.8:31,32; Cfr.Ez.17:19). Questo perché il patto “intercorso tra due uomini e già un <patto di YAHVE> (1Sm.20:8; Cfr.Ez.17:19)”
IL patto (berit) può maturare fino ad avvicinare due persone “alla parentela di sangue e la può sostituire: per questo i contraenti (che sono in qualche misura pari di nascita) si chiamano fratelli; è il titolo che Davide da a Gionata 2Sm.1:16; Hiram a Salomone 1Re.9:13. Di conseguenza il berit è per sua natura, di natura illimitata 1Sm.20:15”
Il contenuto del berit stando a ciò che alcuni testi ci riportano si concretizza nella parola salom: “salom significherebbe lo stato di integrità, di perfezione, di incolumità, di inviolabilità di una persona o di un gruppo umano. Applicato al nostro caso, equivarrebbe allo stato di equilibrio . armonia, ordine, giustizia, inviolabilità che il berit produce tra le due parti contraenti.”
“Per quanto possono essere diversi i singoli accordi [patti] danno sempre in qualche maniera alla salom Ge.26:31; Is.20:42. Si vede soprattutto in 1Re.5:26:«E ci fu salom tra Hiram e Salomone, e ambedue conclusero un berith»; qui salom ha un significato più ampio che pace [...], poiché Hiram intratteneva già con Davide relazioni pacifiche ...”

Simbolismi
- la stretta di mano era un modo per rendere irrevocabile, e per rafforzare un patto Ez.17:18;
- un altro modo era quello “del toccare con una mano una coppa contenente sangue o altro liquido (presso gli arabi antichi, Karge op. cit. nella bibl. pp.237 s.)”
- da un pasto preso in comune Ge.26:28-30; Gs.9:11-15; 2Sm.3:20,21....;
- mangiare del sale: azione rituale che suggellava un’alleanza o patto “mangiare del sale, simbolo di fedeltà anche oggidì in oriente; indi l’espressione « patto di Sale». Nu.18:19; 2Cr.13:5”
- vi era poi l’usanza di erigere una pietra come ricordanza Ge.31:45






2° ALLEANZE O PATTI DIVINI

“La teologia biblica ha usato il concetto berit per esprimere le relazioni di Dio con gli uomini, ed in modo speciale con il popolo eletto”
Nell’A. Testamento vi sono diversi patti che Dio fece con l’uomo e con i patriarchi Ge.6:18; 15:18; con il re 2Re.11:17; 2Cr.13:5; con il popolo di Israele Es.19; Dt.28:69.
Il rapporto che esiste tra il berit ed il messaggio biblico è così uguale per natura e sostanza che qui, nello studio della Rivelazione di Dio, ne acquista tutta la profondità e la dimensione del suo intrinseco significato. Non a caso indichiamo i due patti o alleanze con il nome Antico e Nuovo Testamento.

Segni
Patto o “alleanza di Dio [hanno] come segno:
l’arcobaleno Ge.9:12;
la circoncisione Ge.17:9;
il sangue Es.24;
il sabato Es.31:13; Ez.20:12;
il sale Le.2:12”

Il berith (patto) nell’aspetto divino è quasi sempre unilaterale.
Vuole dire che vi è una promessa gratuita da parte di Dio, sena che vi sia un tener conto della parte umana. Esempio quando Dio fa il patto con Abrahamo, è Yhaweh solo che passa attraverso gli animali squartati, così facendo è solo Lui che si impegna Ge.15:18,19. Dall’uomo Dio esige quell’ubbidienza e sottomissione che devono caratterizzare ogni incontro con Lui. Le alleanze che Dio compie con l’uomo hanno in se quell’espressione soteriologica nei confronti dell’uomo, in quanto altro non sono che “l’azione salvifica di Dio, grazia e dono della Sua volontà”
“Nell’Antico Patto concluso al Sinai, Dio promette la vita a chi osservasse la sua legge; ma chi poteva adempiere ad una tale condizione” La legge era in se stessa santa e buona e pur ordinando di fare il bene, essa lasciava l’uomo solo ed impotente di adempierla. Egli essendo per natura corrotto, venendo a contatto con la legge non poteva far altro che manifestare il peccato che era in lui. Paolo più o meno dice che venendo la legge ha conosciuto il peccato.
“Il Nuovo Patto promesso già nei profeti Gr.31; Ez.36; è un patto di grazia in cui Dio offre il perdono ed il rinnovamento del cuore a chiunque crede nel Signore Gesù:. Quello che rende possibile il perdono e la giustificazione del peccatore, è l’espiazione dei peccati compiuto dal sacrificio di Cristo. Il sangue di Cristo è quindi <il sangue del patto>; e Cristo parla del Nuovo Patto nel Suo sangue, cioè stabilito, fondato nel suo sangue.”
“Il nuovo patto nel mio sangue” Lu.22:20 L’Alleanza che Dio ha stretto con noi per di Cristo Gesù, è stato un atto di grazia.
Questa alleanza “potea solo venir ratificata e suggellata collo spargimento del sangue, ma di una vittima più nobile, dallo stesso <Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo>; mentre, d’altra parte, il sangue di Cristo, simboleggiato dal vino di questo calice, proclama la sua morte, per la quale ci lega a tutti i credenti i benefici dell'alleanza di grazia, qual suo testamento irrevocabile ed eterno”
L’introduzione a questo Nuovo Patto è possibile attraverso il battesimo in acqua che altro non è che “una richiesta, una domanda, un impegno, un patto, una promessa, un contratto; questi sono i veri significati del termine originale. Si tratta di un impegno solennemente e coscientemente preso dal credente che ha trovato in Gesù Cristo il Salvatore.”
“Il battesimo, quindi, è il patto che il credente fa con Dio, davanti a tutta la Chiesa, impegnandosi a servire, obbedire ed onorare il Signore e Salvatore, tutti i giorni della sua vita.”


Note:
. Vocabolario della lingua italiana - Ediz. ZANICHELLI - XI edizione 1984
. Enciclopedia Italiana - Trecani
. Dizionario di Teologia Biblica - Ed. Morcelliana - Brescia 1969
. La Sacra Bibbia - Nuova versione Riveduta - Società Biblica di Ginevra - 1994
. Enciclopedia della Bibbia - Elle Di Ci - Torino Leuman 1969
. Dizionario di Teologia Biblica - Ed. Morcelliana - Brescia 1969
. Ibidem
. Enciclopedia della Bibbia - Elle Di Ci - Torino Leuman 1969
. Dizionario di Teologia Biblica - Ed. Morcelliana - Brescia 1969
. Ibidem
. Dizionario Biblico - Christian Literature House - New York 1939
. Enciclopedia della Bibbia - Elle Di Ci - Torino Leuman 1969
. Lessico dei Termini Biblici - Elle Di Ci - Torino Leuman
. Enciclopedia della Bibbia - Elle Di Ci - Torino Leuman 1969
. Le Epistole ai Romani e I II Corinzi - Com. Esegetico - Claudiana 1988 - pag.97
. Le Epistole ai Romani e I II Corinzi - Com. Esegetico - Claudiana 1988 - pag.97
. L’Evangelo Secondo Luca - Commentario Esegetico - Claudiana Editrice 1991
. Il battesimo Perché ? - Collana argomenti Biblici /1 - ADI-MEDIA
. Ibidem





Relatore: Francesco GIUFFRIDA