DISASTRI

Matteo

Scritto da edmondocanepi.

19/2/2014

Numero di voti per questo studio: 0


DISASTRI AMBIENTALI
e soluzioni umane possibili

Osservando alla finestra della mia umile esistenza cristiana, vedo continuamente delle cose preoccupanti: il sistema umano sta barcollando, sta andando letteralmente a catafascio! Notizie brutte su tutti i fronti, da quello relativo al nostro ecosistema, a quello che riguarda il sistema umano e sociale, sia a livello nazionale che internazionale..
Gesù Cristo, ci avvertiva, duemila anni fa:
Matteo 24: “7 Perché insorgerà nazione contro nazione e regno contro regno; ci saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo non sarà che principio di dolori.”….
Tutti eventi questi che la nostra generazione ha vissuto, talvolta anche in prima persona.
E’ come se la terra si stesse, per motivi misteriosi, sbriciolando, surriscaldando ed anche il clima sta cambiando e noi ce ne accorgiamo, purtroppo, tutti i giorni.
Però non siamo capaci di fare qualcosa che modifichi questa situazione disastrosa e preoccupante, che si evolve inesorabilmente verso un “punto di non ritorno”, un’involuzione del sistema ecologico e umano, che non ammette possibilità di correzione di rotta: non possiamo tornare indietro, ormai la situazione è fuori controllo..
Chiedersi come mai siamo arrivati a questo punto della nostra vita e della civiltà, è umano, e ci sono anche le risposte, ma ciò non apporta a nessuno conforto, tutto sembra solo aggrovigliato e confuso e gli errori umani si sommano all’infinito, rendendo sempre più complessa la situazione: non si intravvede più il bandolo della matassa. A nulla contano gli avvertimenti degli scienziati e dei benpensanti. Solo chiacchiere, che non apportano nessun beneficio e sollievo.
Anche l’aspetto puramente civile, continua ad evolversi in modo confuso e pieno di errori a caterva. I nostri governanti sono pieni di superbia, ma non fanno che compromettere ulteriormente la situazione umana. Prendono i provvedimenti più sbagliati e contrari, che servirebbero al caso.. Gli errori del passato non vengono mai presi in considerazione, perché le nuove generazioni, che si sono susseguite, hanno sempre avuto la presunzione di cambiare le vicende umane, finalmente.. ora ci siamo noi!
Ma la fine dei guai non viene mai. Oggi si parla di grosse entità statali come gli Stati Uniti, l’Unione Europea, la Russia, la Cina, l’India. Mentre la situazione della gente non cambia, ma anzi si va di male in peggio!
Eppoi, questo star sempre bene degli uomini malvagi e prepotenti, questo prevalere della malavita organizzata, ci dà molto fastidio, mentre le persone semplici e oneste tirano sempre la cinghia e lavorano logorandosi la vita. Ma ciò è anche dovuto al fatto già denunciato dal Signore, in Matteo 24: ““12 Poiché l'iniquità aumenterà, l'amore dei più si raffredderà”.
Allora, finalmente, ho aperto la Sacra Bibbia e ho letto una situazione molto simile alla nostra in
Salmi 73:” 2 Ma quasi inciamparono i miei piedi;poco mancò che i miei passi non scivolassero.
3 Poiché invidiavo i prepotenti,vedendo la prosperità dei malvagi.
11 e dice (la gente): «Com'è possibile che Dio sappia ogni cosa,
che vi sia conoscenza nell'Altissimo?»
12 Ecco, costoro sono empi;eppure, tranquilli sempre, essi accrescono le loro ricchezze.
13 Invano dunque ho purificato il mio cuore e ho lavato le mie mani nell'innocenza!
14 Poiché sono colpito ogni giorno e il mio tormento si rinnova ogni mattina.
16 Ho voluto riflettere per comprendere questo”
“17 finché non sono entrato nel Santuario di Dio, e non ho considerato la fine di costoro.”
…..
Allora mi sono ricordato delle parole di Gesù:
Giov.4: “23 Ma l'ora viene, anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché il Padre cerca tali adoratori. 24 Dio è Spirito; e quelli che l'adorano, bisogna che l'adorino in spirito e verità».”
Ma ho considerato anche molte cose semplici, come le nostre autorità, così corrotte, ipocrite e malpensanti, gli uomini politici che ci governano. Però gli apostoli ci hanno sempre consigliato di rispettare le autorità e anzi di pregare per loro:
I Pietro 2:“13 Siate sottomessi, per amor del Signore, a ogni umana istituzione: al re, come al sovrano; 14 ai governatori, come mandati da lui per punire i malfattori e per dare lode a quelli che fanno il bene.”
Rm 13: “1 Ogni persona stia sottomessa alle autorità superiori; perché non vi è autorità se non da Dio; e le autorità che esistono sono stabilite da Dio.”
1Tm 2: “1 Esorto dunque, prima di ogni altra cosa, che si facciano suppliche, preghiere, intercessioni, ringraziamenti per tutti gli uomini, 2 per i re e per tutti quelli che sono costituiti in autorità, affinché possiamo condurre una vita tranquilla e quieta in tutta pietà e dignità.”
Eppoi, ci sono anche i rimedi che potrebbero essere utili alla nostra tribolata convivenza:
Proverbi 28: “2 Quando un paese è pieno di misfatti,sono numerosi i suoi capi,ma, con un uomo intelligente e pratico delle cose,l'ordine dura.”
Sembra che si riferisca proprio ai nostri tempi eh?..
Si, certo ai nostri giorni, ci vorrebbe un governo più autoritario e di polso, altrimenti l’ ordine certo non può durare.
Ma come ottenerlo con questo sistema cosiddetto democratico, che in fondo è solo un duplicato, una copia mal riuscita,un’imitazione del sistema anglo-americano, un sistema fondato sull’interesse e il profitto, definito universalmente: “sistama capitalistico”.
Bisognerebbe risalire ai sistemi politici della Grecia classica e di quelli succedutesi a Roma..
Però vediamo che la democrazia ateniese era per molti versi simile a quella degli Stati Uniti d’America, ma per altri diversa. Infatti la democrazia americana è sostanzialmente oligarchica, come quella ateniese.La Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti d'America è uno dei due rami del parlamento degli Stati Uniti, mentre l'altro è il Senato. La Costituzione, insieme alle leggi emesse secondo i suoi dettami e i trattati firmati dal Presidente e approvati dal Senato, è al di sopra di tutte le altre leggi, atti esecutivi e normative.
Le decisioni vengono in effetti prese da una sola persona, il Presidente, salvo poi essere discusse, ma solo virtualmente, in un ambito assembleare. Ora diciamo che l’iter per l’elezione del presidente, mi pare quella giusto (le cosiddette Primarie!), ma le decisioni dovrebbero essere prese da una sola persona autoritaria, un principe, un presidente, chiamalo come vuoi.. Ma è errato il modo per prendere le cosiddette decisioni. Infatti dice la Sacra Scrittura:
Prov 15: “22 I disegni falliscono, dove mancano i consigli,ma riescono, dove sono molti i consiglieri.”.
Dunque i consiglieri, cioè la gente. E’ la gente che deve dare gli appropriati input nelle decisioni importanti. Ma spetta all’unica autorità di saper discernere il consiglio/i più appropriato/i alle diverse situazioni e darvi attuazione. Dunque, nelle decisioni e nelle leggi più importanti, mi sembra che si dovrebbe utilizzare il troppo trascurato strumento del Referendum, proprio come facevano gli ateniesi.. ecco in cosa consisterebbe la vera democrazia!
Quindi: tutti dicano la propria opinione, ma uno solo faccia la debita cernita e decida alla fine il da farsi, dopo aver ascoltato i consigli dei molti, possibilmente di tutti!
Peccato che nessuno voglia prendere in considerazione quanto la Sacra Bibbia, cioè la Parola di Dio, ha da dire in proposito!..

Edmondo Canepi