Quale profeta l'ha detto?

Matteo 2:23

Scritto da Richard Wilson.

26/2/2002

Numero di voti per questo studio: 0


Il versetto dice con Giuseppe, con Gesù, "venne ad abitare in una città detta Nazaret, affinché si adempisse quello che era stato detto dai profeti, che egli sarebbe stato chiamato Nazareno." Questa citazione è difficile, perché infatti non c'è un profeta nell'Antico Testamento che lo dice. Prima di cercare di spiegare questo fatto, è utile osservare che Matteo introduce questa citazione in un modo diverso, in confronto con le altre citazioni (1:23, 2:6,15,18). Usa il plurale "dei profeti" invece di "del profeta", e omette il verbo "dicendo", mettendo invece "che", che può introdurre una citazione diretta (come la CEI traduce questo versetto), ma può anche essere indiretta, cioè un riassunto invece di esattamente le stesse parole del profeta. Così sembra che Matteo abbia saputo che non era una citazione dall'Antico Testamento.

Notiamo anche che la profezia è adempiuta dal fatto che Gesù andò ad abitare a Nazaret. Così probabilmente dobbiamo capire "Nazareno" come l'aggettivo "di Nazaret" ┬ľ anche se c'era un'altra parola usata di solita con questo senso. Alcuni propongono che si deriva da una forma aramaica, ma non lo sappiamo. Rimane solo a capire in che senso il fatto che Gesù abitava a Nazaret era un adempimento dell'AT. Sappiamo che Nazaret era una città disprezzata (Giovanni 1:46, 7:42,52; Atti 24:5 è probabilmente un insulto). Così, secondo questa teoria, Matteo non vuole dire qui che un profeta profetizzato che Gesù avrebbe abitato a Nazaret; piuttosto, dice che i profeti, in generale, hanno preannunciato che il Messia sarebbe stato disprezzato (per esempio Salmo 22:6-8,13; 69:8,20-21; Isaia 11:1; 49:7; 53:2-3,8; Daniele 9:26).

Un'alternativa popolare a questa interpretazione è che Matteo vede l'adempimento di versetti come Giudici 13:5,7; 16:7, e che Gesù sarebbe un nazireo, un secondo Sansone. La difficoltà con questa interpretazione è che è difficile capire in che senso il fatto che Gesù andò a Nazaret era un adempimento di questa profezia.