Nuova Riveduta:

1Pietro 1:3

Sicura speranza della salvezza
(Ef 2:4-8; 1Co 15:20-23; Cl 1:5, 12-13)(Ro 8:17-18; 2Co 4:17-18; 1Gv 3:1-2)(Mt 13:17; Ro 16:25-26)
Benedetto sia il Dio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che nella sua grande misericordia ci ha fatti rinascere a una speranza viva mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti,

C.E.I.:

1Pietro 1:3

Sia benedetto Dio e Padre del Signore nostro Gesù Cristo; nella sua grande misericordia egli ci ha rigenerati, mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, per una speranza viva,

Nuova Diodati:

1Pietro 1:3

Azioni di grazia per la speranza della salvezza
Benedetto sia il Dio e Padre del Signor nostro Gesù Cristo, il quale nella sua grande misericordia ci ha rigenerati a una viva speranza per mezzo della risurrezione di Gesù Cristo dai morti,

Bibbia della Gioia:

1Pietro 1:3

Sia benedetto Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo che, nella sua infinita misericordia, ci ha dato il privilegio di nascere di nuovo: ora facciamo parte della famiglia di Dio e viviamo nella speranza della vita eterna, perché Cristo è risorto dai morti.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

1Pietro 1:3

Azioni di grazia per la sicura speranza della salvezza
Benedetto sia l'Iddio e Padre del Signor nostro Gesù Cristo, il quale nella sua gran misericordia ci ha fatti rinascere, mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti,

Diodati:

1Pietro 1:3

BENEDETTO sia Iddio, e Padre del Signor nostro Gesù Cristo, il quale, secondo la sua gran misericordia, ci ha rigenerati in isperanza viva, per la risurrezione di Gesù Cristo da' morti;

Commentario:

1Pietro 1:3

PRIMA PARTE

1Pietro 1:3-2:10

LA INTERNA VITA NUOVA DERIVANTE DALLA RIGENERAZIONE

Abbiamo detto nell'Introduzione che lo scopo dell'Epistola non è dottrinale ma pratico; essa è una esortazione a vita cristiana rivolta a persone che hanno creduto nel Cristo. L'apostolo si limita quindi, a ricordare brevemente ai lettori i benefizi della salvazione di cui Dio li ha fatti partecipi e su quella base ci fonda le sue esortazioni. L'Epistola si apre perciò con un inno di lode a Dio che ha rigenerati i credenti ad una vita nuova di speranza nella gloriosa salvazione 1Pietro 1:3-12; tocca quindi tre doveri derivanti dall'essere stati da Dio fatti rinascere a speranza 1Pietro 1:13-21; e siccome sono stati rigenerati mediante la Parola di Dio, Pietro accenna ai doveri che scaturiscono da questo fatto 1Pietro 1:22-2:3; infine, poichè sono stati rigenerati mediante la loro unione con Cristo e incorporati in tal guisa nel popolo di Dio, a un simile privilegio vanno connessi dei doveri che l'apostolo indica 1Pietro 2:4-10. Tale il contenuto della prima Parte.

Sezione Prima. 1Pietro 1:3-12. LODE A DIO PER AVER RIGENERATI I CREDENTI AD UNA VITA DI SPERANZA NELLA GLORIOSA SALVAZIONE

Benedetto sia l'Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo

Paolo suole principiare le sue lettere col render grazie a Dio e la formula qui adoprata da Pietro è identica a quella che troviamo nella lettera circolare nota sotto il nome degli Efesini Efesini 1:3 e nella 2Corinzi 1:3. Ripensando allo stato morale e religioso in cui si trovavano i destinatari della lettera prima che avessero conosciuto l'Evangelo: stato d'ignoranza della verità 1Pietro 1:14; 2:9, stato di corruzione morale e religiosa 1Pietro 4:3, senza luce di speranza, l'apostolo prorompe in un inno di lode a Dio che nella sua misericordia li ha tratti fuori da quello stato dando loro una vita nuova di speranza, di gioia e di amore. Chiamando Dio l'Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, Pietro rievoca dinanzi ai cristiani l'amore infinito di Dio che non ha risparmiato il suo diletto Figliuolo, ma lo ha fin dall'eternità preordinato ad essere, colla sua incarnazione, colla sua morte espiatoria, colla sua esaltazione, il Salvatore dell'umanità peccatrice. In lui e per mezzo di lui, Dio largisce le sue grazie agli uomini. Gesù chiama il Padre il suo Dio, per es. Matteo 27:46; Giovanni 20:17 e così si esprime anche Paolo Efesini 1:17 e altrove. La comunanza di natura non esclude la subordinazione del Figlio al Padre, specie poi nella sua umiliazione.

Il quale, nella sua gran misericordia, ci ha fatti rinascere, mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti, ad una vivente speranza

La misericordia, ossia la compassione dello stato miserando in cui l'uomo è stato ridotto dal peccato, è la causa prima della salvazione, e quella misericordia è grande (letteralmente molta) perchè ha per oggetto un essere morale immeritevole dell'amor di Dio, alieno da Dio e nemico di Lui. "Ma Dio, ch'è ricco in misericordia, per il grande amore del quale ei ha amati, anche quando eravamo morti nei falli, ci ha vivificati con Cristo e ci ha risuscitati con lui e con lui ci ha fatti seder nei luoghi celesti in Cristo Gesù..." Efesini 2:4-6. Invece di chiamare una "risurrezione" il dono della vita nuova impartita da Dio, Pietro la chiama una rigenerazione ci ha generati a nuovo. Ci avea dato di già la vita naturale, ci rigenera dandoci la vita spirituale. Della necessità di questa vita ragionava Gesù con Nicodemo quando diceva: "Se uno non è nato di nuovo (o: da alto) non può vedere il regno di Dio" Giovanni 3:6,8. I figliuoli di Dio non "sono nati di sangue, nè per volontà di carne o per volontà d'uomini, ma son nati da Dio" Giovanni 1:12. La vita nuova è creazione dello Spirito della vita. Ed essa è caratterizzata da Pietro come una vita di speranza. I pagani sono descritti in Efesini 2:12;1Tessalonicesi 4:13, come persone "che non hanno speranza e sono senza Dio nel mondo". Tale è lo stato non solo di chi non crede che alla materia, ma in genere dei mondani la cui parte è tutta in questa vita terrena, la cui aspettazione per l'avvenire è paurosa, od oscura com'era quella dei Giudei. prima della venuta di Cristo. Ricevendo l'Evangelo i credenti rinascono ad una vita di speranza chiamata dall'apostolo vivente perchè ben diversa dalle mille speranze terrene che fioriscono per poco sul sentier della vita, per appassire tosto e perire, lasciando dietro a sè delusione e morte nell'anima. La speranza cristiana è vivente perchè permeata dalla vita, non languida ma robusta, non incerta e dubbiosa ma salda e sicura, non inerte ed infeconda ma apportatrice di conforto, di gioia verace, di coraggio, di forza, di luce in mezzo alle oscurità ed ai dolori di quaggiù. Ad una tale speranza, Dio ci ha fatti rinascere mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti. Tolta la risurrezione di Cristo, cade la speranza cristiana. "Se Cristo non è risorto, scrive Paolo 1Corinzi 15:17-18, vana è la vostra fede, voi siete ancora nei vostri peccati e sono per conseguenza perduti quelli che si sono addormentati in Cristo". Risuscitando il Cristo, Dio ha posto il suo suggello alla sua messianità, al suo insegnamento, all'opera sua espiatoria, e lo ha innalzato sul trono dal quale egli conduce a compimento la grande opera della salvazione dei credenti. Gesù risorto e glorificato è l'arra e la primizia della risurrezione e della finale glorificazione dei suoi redenti. Cfr. 1Pietro 1:21; 3:21-22; 1Tessalonicesi 4:14; 2Timoteo 1:10; Romani 6; Giovanni 11:25-26; 14:19. La speranza cristiana ha per oggetto una eredità. I cristiani sono pellegrini attraverso il deserto come gl'Israeliti antichi; ma dinanzi a loro sta la Canaan celeste a loro riservata come l'eredità o possessione perpetua. Dio li ha fatti figli suoi e perchè figli sono anche eredi, "eredi di Dio e coeredi di Cristo".

Riferimenti incrociati:

1Pietro 1:3

1Re 8:15; 1Cron 29:10-13,20; Sal 41:13; 72:18,19; 2Co 1:3; Ef 1:3,17; 3:20
Eso 34:6; Sal 86:5,15; Gion 4:2; Rom 5:15-21; Ef 1:7; 2:4,7-10; 1Ti 1:14; Tit 3:4-6
1P 1:23; 2:2; Giov 1:13; 3:3-8; Giac 1:18; 1G 2:29; 3:9; 4:7; 5:1,4,18
Rom 5:4,5; 8:24; 12:12; 15:13; 1Co 13:13; Col 1:23,27; 1Te 1:3; Tit 2:13; Eb 3:6; 6:18,19; 1G 3:3
1P 3:21; Is 26:19; Rom 4:25; 5:10; 8:11; 1Co 15:20; Ef 2:6; 1Te 4:13

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata