Nuova Riveduta:

1Pietro 5:8

Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.

C.E.I.:

1Pietro 5:8

Siate temperanti, vigilate. Il vostro nemico, il diavolo, come leone ruggente va in giro, cercando chi divorare.

Nuova Diodati:

1Pietro 5:8

Siate sobri, vegliate, perché il vostro avversario, il diavolo, va attorno come un leone ruggente cercando chi possa divorare.

Bibbia della Gioia:

1Pietro 5:8

Siate lucidi di mente e attenti agli attacchi di Satana, il vostro grande nemico che s'aggira come un leone ruggente, cercando qualcuno da divorare.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

1Pietro 5:8

Siate sobrî, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno a guisa di leon ruggente cercando chi possa divorare.

Diodati:

1Pietro 5:8

Siate sobri; vegliate; perciocchè il vostro avversario, il diavolo, a guisa di leon ruggente, va attorno, cercando chi egli possa divorare.

Commentario:

1Pietro 5:8

Siate sobri, vegliate; il vostro avversario, il diavolo, va attorno a guisa di leon ruggente cercando chi possa divorare.

Già in 1Pietro 1:13 e in 1Pietro 4:7 l'autore ha esortato a sobrietà e vigilanza, due virtù inseparabili e che ben si addicono a chi si trova in mezzo alle prove e brama conservarsi fedele. Fidare in Dio è dovere e privilegio; ma che non va disgiunto dall'obbligo della vigilanza. La necessità di questa emerge dal fatto che il loro grande avversario, il diavolo, sta del continuo all'erta per trarli in perdizione. L'avversario è la traduzione del nome ebraico Satan che la versione dei LXX ha reso col greco diàbolos che vuol dire il calunniatore. Quell'angelo ribelle è l'avversario di Dio e degli uomini. I fedeli non hanno da combattere soltanto cogli uomini o colle loro proprie passioni ma devono lottare contro un nemico invisibile e potente che suscita contro la Chiesa le passioni popolari e le persecuzioni, che fomenta nella Chiesa errori e divisioni, e nel cuore stesso dei fedeli lo scoramento e le tentazioni. Quel terribile nemico è paragonato al leone affamato e feroce che rugge per impazienza di preda e va attorno bramoso di divorare, cioè di perdere, chi si lascia sorprendere da qualche lato debole per mancanza di vigilanza o per troppa fiducia nelle proprie forze. Pietro ne sapeva qualcosa.

Riferimenti incrociati:

1Pietro 5:8

1P 1:13; 4:7; Mat 24:48-50; Lu 12:45,46; 21:34,36; Rom 13:11-13; 1Te 5:6-8; 1Ti 2:9,15; 3:2,11; Tit 1:8; 2:2,4,6,12
Est 7:6; Giob 1:6; 2:2; Sal 109:6; Is 50:8; Zac 3:1; Lu 22:31
Mat 4:1,11; 13:39; 25:41; Giov 8:44; Ef 4:27; 6:11; Giac 4:7; 1G 3:8-10; Ap 12:9; 20:2,10
Giudic 14:5; Sal 104:21; Prov 19:12; 20:2; Is 5:29,30; 14:12,13; Ger 2:15; 51:38; Ez 19:7; Os 11:10; Gioe 3:16; Am 1:2; 3:4,8; Zac 11:3; 2Ti 4:17; Ap 12:12
Giob 1:7; 2:2
Ez 22:25; Dan 6:24; Os 13:8

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata