Nuova Riveduta:

1Tessalonicesi 4:1

Esortazione alla santità
1P 1:14-16; 4:1-5; Ef 5:3-8; 1Co 6:13-20
Del resto, fratelli, avete imparato da noi il modo in cui dovete comportarvi e piacere a Dio ed è già così che vi comportate. Vi preghiamo e vi esortiamo nel Signore Gesù a progredire sempre di più.

C.E.I.:

1Tessalonicesi 4:1

Per il resto, fratelli, vi preghiamo e supplichiamo nel Signore Gesù: avete appreso da noi come comportarvi in modo da piacere a Dio, e così già vi comportate; cercate di agire sempre così per distinguervi ancora di più.

Nuova Diodati:

1Tessalonicesi 4:1

Esortazioni alla santità, all'amore fraterno e al lavoro
Per il resto dunque, fratelli, vi preghiamo ed esortiamo nel Signore Gesù che, come avete ricevuto da noi in quale modo vi conviene camminare per piacere a Dio, abbondiate molto più in questo.

Bibbia della Gioia:

1Tessalonicesi 4:1

Mirate alla purezza.
Vorrei aggiungere questo, cari fratelli: voi avete imparato da noi come dovete comportarvi per piacere a Dio.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

1Tessalonicesi 4:1

Esortazioni alla santità, all'amor fraterno, al lavoro
Del rimanente, fratelli, come avete imparato da noi il modo in cui vi dovete condurre e piacere a Dio (ed è così che già vi conducete), vi preghiamo e vi esortiamo nel Signor Gesù a vie più progredire.

Diodati:

1Tessalonicesi 4:1

NEL rimanente adunque, fratelli, noi vi preghiamo, ed esortiamo nel Signore Gesù, che, come avete da noi ricevuto come vi convien camminare, e piacere a Dio, in ciò vie più abbondiate.

Commentario:

1Tessalonicesi 4:1

PARTE SECONDA

ESORTAZIONI ED INSEGNAMENTI

1Tessalonicesi 4:1-5:24

La seconda parte dell'Epistola è esortativa e didascalica. La si può dividere in tre sezioni.

Nella prima, 1Tessalonicesi 4:1-12, troviamo esortazioni ad una condotta personale santa.

Nella seconda, 1Tessalonicesi 4:13-5:11, si contengono insegnamenti circa la sorte dei credenti morti prima della venuta del Signore, e circa il tempo di quella venuta.

Nella terza, 1Tessalonicesi 5:12-24, abbiamo delle esortazioni staccate, relative specialmente alla vita ecclesiastica.

Sezione A 1Tessalonicesi 4:1-12 ESORTAZIONI AD UNA CONDOTTA PERSONALE SANTA

Dopo una esortazione generale che serve d'introduzione 1Tessalonicesi 4:1; abbiamo in questa sezione quattro esortazioni speciali: a purità di costumi 1Tessalonicesi 4:2-5; ad onestà negli affari 1Tessalonicesi 4:6-8; ad amor fraterno sempre maggiore 1Tessalonicesi 4:9-10 e ad assiduità nel lavoro richiesto dalla vocazione terrena di ognuno 1Tessalonicesi 4:11-12.

1Tessalonicesi 4:1 Esortazione generale a progredire nella pratica dei doveri cristiani

Del rimanente, fratelli, come avete imparato da noi il modo in cui vi dovete condurre e piacere a Dio - e così già vi conducete - , vi preghiamo e vi esortiamo nel Signor Gesù a progredire vie più.

Dice lett. Del rimanente, adunque, connettendo, con quest'ultima parola, le esortazioni che seguono ai voti espressi in 1Tessalonicesi 4:11-13. Il carattere irreprensibile al quale Paolo domanda a Dio di farli giungere, non si otterrà senza sforzi costanti da parte loro; ed a questi li esorta l'apostolo in questa seconda parte che nella mente dell'autore sarà anche l'ultima della lettera, il rimanente. Non si tratta in queste esortazioni a santità di dare ai Tessalonicesi un insegnamento morale nuovo, ma di ricordare e d'inculcare quello che Paolo avea loro dato nella sua breve permanenza presso di loro. Essi infatti avevano ricevuto (così il greco) da lui e dai suoi collaboratori, per via d'insegnamento orale illustrato dall'esempio, non solo la conoscenza delle dottrine essenziali del cristianesimo, ma anche le norme del viver morale; avevano imparato il modo in cui un cristiano deve condursi onde piacere a Dio che lo ha salvato. Gesù aveva ordinato ai suoi ambasciatori d'insegnare ai discepoli "ad osservare tutte le cose da lui comandate" ed essi non trascurano l'insegnamento morale tanto più necessario quando trattasi di persone cresciute in un ambiente pagano corrotto nel quale certi peccati non erano affatto considerati tali. Tuttavia Paolo non dimentica che i Tessalonicesi sono bene avviati di già nella pratica della vita cristiana, solo li esorta ad abbondare vie più, cioè a progredire sulla via della santificazione. Cfr. 1Tessalonicesi 4:10. La perfezione cui sono chiamati è mèta altissima che non si raggiunge se non con sforzi perseveranti e prolungati. Paolo stesso non stimava averla raggiunta neppur negli ultimi anni della sua carriera Filippesi 3:12. Notevole il suo modo di spingere innanzi i Tessalonicesi. Vi preghiamo, dice, o vi "domandiamo" come persone che vi amano e s'interessano al vostro bene; vi esortiamo coll'autorità del nostro ufficio, - e ciò nel Signor Gesù Efesini 4:17 ossia nella comunione col Signore. La espressione non è una formula di scongiuro quasi dicesse "per il Signor Gesù" e non equivale neppure all'altra: "nel nome del Signor G."; ma ricorda il legame intimo che congiunge a Cristo chi esorta e chi è esortato. L'esortazione non procede dall'uomo nè poggia su motivi carnali, ma deriva la sua autorità e la sua dolcezza santa e persuasiva dal Signor Gesù cui Paolo è spiritualmente unito ed a cui appartengono anche i Tessalonicesi .

Riferimenti incrociati:

1Tessalonicesi 4:1

1Te 2:11; Rom 12:1; 2Co 6:1; 10:1; Ef 4:1; File 1:9,10; Eb 13:22
1Te 4:2; Ef 4:20; 2Te 2:1; 1Ti 5:21; 6:13,14; 2Ti 4:1
1Te 4:11,12; At 20:27; 1Co 11:23; 15:1; Fili 1:27; Col 2:6; 2Te 3:10-12
1Te 2:12
Rom 8:8; 12:2; Ef 5:17; Col 1:10; Eb 11:6; 13:16; 1G 3:22
1Te 4:10; Giob 17:9; Sal 92:14; Prov 4:18; Giov 15:2; 1Co 15:58; Fili 1:9; 3:14; 2Te 1:3; 2P 1:5-10; 3:18

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata