Nuova Riveduta:

1Tessalonicesi 4:3

Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che vi asteniate dalla fornicazione,

C.E.I.:

1Tessalonicesi 4:3

Perché questa è la volontà di Dio, la vostra santificazione: che vi asteniate dalla impudicizia,

Nuova Diodati:

1Tessalonicesi 4:3

Poiché questa è la volontà di Dio: la vostra santificazione; che vi asteniate dalla fornicazione;

Bibbia della Gioia:

1Tessalonicesi 4:3

Perché Dio vuole che siate puri e non abbiate niente a che fare con i peccati del sesso. Ciascuno di voi sappia vivere con la propria moglie in santità e rispetto,

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

1Tessalonicesi 4:3

Perché questa è la volontà di Dio: che vi santifichiate, che v'asteniate dalla fornicazione,

Diodati:

1Tessalonicesi 4:3

Poichè questa è la volontà di Dio, cioè: la vostra santificazione; acciocchè vi asteniate dalla fornicazione;

Commentario:

1Tessalonicesi 4:3

Poichè questa è volontà di Dio,

non mia soltanto nè di alcun uomo,

che vi santifichiate.

Lett. la vostra santificazione. Nota Denney: "L'apostolo insegna che la volontà di Dio è la legge e dovrebbe essere l'ispirazione del cristiano... Egli non si appartiene più, la sua volontà dev'essere innalzata fino a quella di Dio e posta in armonia con essa". Dio non vuole nè può volere il male nell'uomo. Il male è un pervertimento dell'uomo quale Dio lo creò e lo vuole. La salvazione ha per fine ultimo di affrancar l'uomo dal male e di condurlo alla meta assegnatagli. L'ideale cui Dio vuol portar l'uomo è la santità perfetta, immagine riflessa della sua propria perfezione, riproduzione dell'esempio di. Cristo. Il ravvedimento, la pace con Dio, la rigenerazione non raggiungono il loro coronamento se non nella graduale ascensione verso la santità. La propria santificazione dev'essere quindi l'oggetto dello sforzo perseverante del cristiano ed egli la compie spogliando l'uomo vecchio e rivestendo il nuovo. E semplificando poi il modo in cui devono i Tessalonicesi esplicare la loro santificazione, Paolo segnala due categorie di peccati dominanti in Tessalonica e relativi alle relazioni sessuali tra uomo e donna e a quelle di affari tra uomo e uomo.

che vi asteniate dalla fornicazione.

Era questo uno dei peccati dominanti nel mondo pagano, ed era divenuto tanto comune da non esser più considerato come un peccato. Perciò Paolo torna spesso a combatterlo nelle sue Epistole. La fornicazione è la prima fra le "opere della carne" enumerate Galati 5:19-21; è peccato oltrechè contro a Dio e contro al prossimo, anche contro al proprio corpo che non è fatto per la fornicazione ma che, riscattato al pari dello spirito, dove servire al Signore quale strumento dell'anima. Così 1Corinzi 6-7 ove l'apostolo consiglia il matrimonio come rimedio al male. Cfr. Efesini 5:3: "La fornicazione... non sia neppur nominata tra voi, come si conviene a dei santi... Niun fornicatore o impuro... ha eredità nel regno di Cristo e di Dio"; Colossesi 3:5: "Fate morire le vostre membra terrene: fornicazione, impurità..."; Ebrei 12:16.

Riferimenti incrociati:

1Tessalonicesi 4:3

1Te 5:18; Sal 40:8; 143:10; Mat 7:21; 12:50; Mar 3:35; Giov 4:34; 7:17; Rom 12:2; Ef 5:17; 6:6; Col 1:9; 4:12; Eb 10:36; 13:21; 1P 4:2; 1G 2:17
1Te 4:4; 5:23; Giov 17:17-19; At 20:32; 26:18; Rom 6:22; 1Co 1:30; 6:11; Ef 5:26,27; 2Te 2:13; Tit 2:14; 1P 1:2
Mat 15:19; At 15:20,29; Rom 1:29; 1Co 5:9-11; 6:9,10,13-18; 7:2; 2Co 12:21; Ga 5:19; Ef 5:3-5; Col 3:5; Eb 12:16; 13:4; Ap 21:8; 22:15

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata