Nuova Riveduta:

2Corinzi 8:14

nelle attuali circostanze, la vostra abbondanza serve a supplire al loro bisogno, perché la loro abbondanza supplisca altresì al vostro bisogno, affinché ci sia uguaglianza, secondo quel che è scritto:

C.E.I.:

2Corinzi 8:14

Per il momento la vostra abbondanza supplisca alla loro indigenza, perché anche la loro abbondanza supplisca alla vostra indigenza, e vi sia uguaglianza, come sta scritto:

Nuova Diodati:

2Corinzi 8:14

ma solo seguire un criterio di uguaglianza; che al presente la vostra abbondanza supplisca alla loro indigenza, affinché anche la loro abbondanza sia impiegata a supplire alla vostra indigenza, perché vi sia uguaglianza,

Bibbia della Gioia:

2Corinzi 8:14

Adesso come adesso voi avete il superfluo e potete aiutarli; in altri momenti potranno essere loro a venirvi in aiuto, dandovi quello di cui avete bisogno. In questo modo ognuno avrà il necessario.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

2Corinzi 8:14

nelle attuali circostanze, la vostra abbondanza serve a supplire al loro bisogno, onde la loro abbondanza supplisca altresì al bisogno vostro, affinché ci sia uguaglianza, secondo che è scritto:

Diodati:

2Corinzi 8:14

Acciocchè altresì la loro abbondanza sia impiegata a sovvenire alla vostra inopia; affinchè vi sia ugualità; secondo che è scritto:

Commentario:

2Corinzi 8:14

affinchè la loro abbondanza serva, alla sua volta, a supplire alla vostra indigenza, acciocchè vi sia uguaglianza.

Per stabilire una certa parità relativa, ora convien che l'abbondanza dell'Occidente colmi la mancanza di mezzi dell'Oriente; ma le circostanze possono mutare e può venire il tempo in cui le chiese etniche occidentali si trovino nella miseria, e quelle di Palestina in prosperità. Sarà, in tal caso, la loro volta di soccorrere i fratelli. Non è questione qui di beni spirituali. L'uguaglianza di cui parla l'Apostolo è quella che concerne la vita materiale e le sue necessità. Ciò non toglie che Paolo faccia valere altrove Romani 15:27; Galati 6:6; 1Corinzi 9 l'argomento del debito che ha l'evangelizzato, verso chi lo ha condotto all'Evangelo. Ma qui si tratta dello scopo primo e materiale della colletta. Sono dunque fuor di carreggiata gl'interpreti cattolici quando, coll'Estius, traggono da questo passo la dottrina dei suffragii: «Si vede qui come i cristiani meno santi, possono ricevere aiuto dai meriti dei santi anche nel secolo avvenire». Nel popolo di Dio ha da stabilirsi, non per via di legge esterna, non per forza, nè per via di abolizione del diritto di proprietà, ma sotto l'ispirazione potente della carità, una relativa uguaglianza in fatto di beni materiali.

Riferimenti incrociati:

2Corinzi 8:14

13 At 4:34; Rom 15:26,27

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata