Nuova Riveduta:

Apocalisse 11:8

I loro cadaveri giaceranno sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il loro Signore è stato crocifisso.

C.E.I.:

Apocalisse 11:8

I loro cadaveri rimarranno esposti sulla piazza della grande città, che simbolicamente si chiama Sòdoma ed Egitto, dove appunto il loro Signore fu crocifisso.

Nuova Diodati:

Apocalisse 11:8

E i loro cadaveri giaceranno sulla piazza della grande città, che spiritualmente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il nostro Signore è stato crocifisso.

Bibbia della Gioia:

Apocalisse 11:8

E per tre giorni e mezzo i loro cadaveri saranno esposti sulla piazza della grande città che porta i nomi simbolici di «Sòdoma» ed «Egitto», dove il loro Signore fu crocifisso. Non si permetterà a nessuno di seppellirli, e gente d'ogni popolo, razza, lingua e nazione resterà a guardare i loro cadaveri.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Apocalisse 11:8

E i loro corpi morti giaceranno sulla piazza della gran città, che spiritualmente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il Signor loro è stato crocifisso.

Diodati:

Apocalisse 11:8

E i lor corpi morti giaceranno in su la piazza della gran città, la quale spiritualmente si chiama Sodoma ed Egitto; dove ancora è stato crocifisso il Signor loro.

Commentario:

Apocalisse 11:8

E i loro corpi morti giaceranno sulla piazza della gran città che spiritualmente si chiama Sodoma ed Egitto, dove anche il Signor loro è stato crocifisso.

Anche presso i pagani, il lasciare una persona senza sepoltura era considerato come l'estremo oltraggio. E qui il segno dell'odio profondo del mondo anticristiano contro i testimoni della verità e un modo insolente e macabro di proclamar la vittoria, ritenuta definitiva, sul cristianesimo. D'altronde, come notò il Bonnet, «tutto in questo quadro è simbolico: i testimoni, la bestia che li uccide, i loro corpi senza sepoltura sopra una piazza, la loro risurrezione, la loro ascensione al cielo, come non lo sarebbe il luogo della scena?» Egli ritiene, infatti, con molti interpreti, che la gran città designata sia Gerusalemme, ma Gerusalemme come tipo, spiritualmente simile a Sodoma e all'Egitto. «Dovunque la corruzione è estrema come in Sodoma, dovunque si resiste agli ordini di Dio come in Egitto, dovunque si crocifigge di nuovo il Signore dei testimoni come a Gerusalemme, ivi, si cerca di soffocare la testimonianza». Vero è che Gerusalemme non è mai chiamata 'la gran città' nell'Apocalisse e in realtà non è mai stata geograficamente una grande città. Nei capitoli seguenti quell'appellativo designa Roma (Apocalisse 17:18, ecc.). Vero è ancora che Gerusalemme non è mai chiamata 'Egitto' nei profeti e neppure 'Sodoma', ma in Ezechiele 16:48 Sodoma è chiamata 'sua sorella', e in Isaia 1:10 i capi d'Israele sono apostrofati come 'capi di Sodoma'. Cfr. Isaia 3:9. Però come spiegare che gli «uomini dei vari popoli e tribù e lingue e nazioni» vedranno per tre giorni e mezzo i corpi morti di due predicatori giacenti sulla piazza di una città di Giudea? E come spiegare il giubilo degli «abitanti della terra» per l'uccisione dei due profeti se la loro opera si fosse limitata a una città? Il fare degli 'abitanti della terra' gli abitanti della sola Palestina è un espediente inaccettabile, come lo è il cercar gli «uomini dei varii popoli...» fra i soldati di Tito o fra i seguaci non Giudei di un anticristo giudeo. Non v'è dubbio che Gerusalemme sembra designata esplicitamente nelle parole: 'dove anche il Signor loro è stato crocifisso', parole che sembrano, a prima vista, dover troncar ogni questione. Ma le difficoltà ora enumerate inducono a dare alla Gerusalemme in cui impera la bestia un senso largo. E la 'santa città' divenuta la 'gran città' del mondo nemico di Dio, in altre parole: la Chiesa di Dio divenuta mondana, apostata e persecutrice dei testimoni di Cristo. La Gerusalemme giudaica ha crocifisso materialmente, con l'aiuto del pagano Pilato, il Messia; la chiesa apostata 'crocifigge di nuovo per conto suo il Figliuol di Dio esponendolo ad infamia' Ebrei 6:6: lo crocifigge col rinnegarlo e col perseguitare i suoi testimoni per mano della potenza mondana anticristiana.

Riferimenti incrociati:

Apocalisse 11:8

Ap 11:9; Sal 79:2,3; Ger 26:23; Ez 37:11
Ap 11:13; 14:8; 16:19; 17:1,5; 18:2,10,18,21
Ge 13:13; 19:24; Is 1:10; Ger 23:14; Ez 16:53-55; Am 4:11; Mat 10:15; 2P 2:6; Giuda 1:7
Eso 1:13,14; 3:7; 20:2; Sal 78:43-51
Ap 18:24; Lu 13:33,34; At 9:4; Eb 6:6; 13:12

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata