Nuova Riveduta:

Atti 1:2

fino al giorno che fu elevato in cielo, dopo aver dato mediante lo Spirito Santo delle istruzioni agli apostoli che aveva scelti.

C.E.I.:

Atti 1:2

fino al giorno in cui, dopo aver dato istruzioni agli apostoli che si era scelti nello Spirito Santo, egli fu assunto in cielo.

Nuova Diodati:

Atti 1:2

fino al giorno in cui fu portato in cielo, dopo aver dato dei comandamenti per mezzo dello Spirito Santo agli apostoli che egli aveva scelto.

Bibbia della Gioia:

Atti 1:2

fino a quando non ritornò in cielo, dopo aver dato, per mezzo dello Spirito Santo, i suoi insegnamenti agli apostoli che aveva scelto.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Atti 1:2

fino al giorno che fu assunto in cielo, dopo aver dato per lo Spirito Santo dei comandamenti agli apostoli che avea scelto.

Diodati:

Atti 1:2

infino al giorno ch'egli fu accolto in alto, dopo aver dati mandamenti per lo Spirito Santo agli apostoli, i quali egli avea eletti.

Commentario:

Atti 1:2

La Ascensione è qui descritta in modo che va notato. Gesù fu accolto in alto. Nell'Evangelo, Luca dice ch'Egli si dipartì dai discepoli ( διεστη απ' αυτων); è il Maestro, che, nell'atto solenne di benedire Luca 24:51 i suoi discepoli, si separa da loro; qui invece, Gesù è descritto nell'atto in cui, nella nuvola Atti 1:9, che è il carro dell'Eterno, Egli è portato ( ανελημφθη) nel cielo e ricevuto dal Padre, che gli apre le "porte eterne" Salmi 24:7-10. Quali comandamenti od ordini Gesù avesse dato agli undici apostoli prima di salire al cielo, Luca non dice; va notato che l'originale ha qui un participio ( εντειλαμενος), che significa: dopo aver impartito degli ordini... il che può anche unicamente riferirsi all'ordine ricordato in Matteo 28:18-20. Ad ogni modo, è a cotest'ordine, fra tutti importantissimo, che Luca qui allude. Il per mezzo dello Spirito Santo vuol dire che l'ordine o gli ordini da Gesù dati ai suoi discepoli, sgorgavano da quella immensurabile pienezza dello Spirito Santo, di cui parlano Luca ed il Battista Luca 4:1; Giovanni 3:34. Per la elezione degli apostoli vedi Matteo 10:2-4; Marco 3:14-19; Luca 6:12-16.

Riflessioni

1. Luca scrive prima la vita di Gesù, e poi si occupa dei "Fatti" degli Apostoli. Nel dominio delle nostre conoscenze religiose è questo l'ordine normale da seguire. Difatti, che ci gioverebbe la conoscenza di tutti quanti i "fatti" degli Apostoli se non avessimo prima stretta personale ed intima conoscenza col Salvatore?

2. La storia della Chiesa è la continuazione dell'opera di Cristo. Cristo non ha posto la parola fine al suo ministerio quando lascia la terra; ma il suo ministerio Egli continua dalla destra del Padre, chiamando le anime al ravvedimento ed alla fede, pascendo la sua Chiesa e dirigendo la trionfale evoluzione del suo regno nel mondo. La storia della Chiesa senza il ministerio di Cristo, è un fatto incomprensibile; col ministerio di Cristo, ella è una prova evidente della sapienza e della grandezza della divina Provvidenza.

3. Il terzo Evangelo ed il libro dei Fatti sono dedicati a Teofilo; a un individuo isolato; ma ben presto divengono proprietà comune della Chiesa intera. Così fa sovente Iddio, come dice il Parker: "Egli chiama un uomo in disparte; e nel cuore di cotest'uomo, pone i misteri dei suoi proponimenti... e da un centro individuale, ecco che esce un calor vivido, che riempie la terra col suo divino ardore".

4. Cristo fece ed insegnò. Molti anche ai giorni nostri accettano la morale la dottrina, gli insegnamenti di Cristo; ma non parlate loro di quel che Cristo ha fatto; non parlate loro dei miracoli, né della redenzione che Egli ha compiuta, che non ne vogliono sapere. Notate però Luca; egli vuole che noi sappiamo quel che Gesù ha fatto e quello ch'Egli ha insegnato; e non vi sfugga l'ordine delle cose; prima, quello che ha fatto; poi, quello che ha insegnato; prima, l'opera; poi, l'insegnamento. Cristo non può essere efficace Maestro, che per coloro i quali l'hanno prima accettato come loro personale Redentore.

5. Gli "ordini" e le parole tutte quante di Cristo non sono cosa d'uomo dotto "secondo la carne", come tanti dicono; lo scrittore ispirato qui assevera, che sono voci dello Spirito Santo.

Riferimenti incrociati:

Atti 1:2

At 1:9; Mar 16:19; Lu 9:51; 24:51; Giov 6:62; 13:1,3; 16:28; 17:13; 20:17; Ef 4:8-10; 1Ti 3:16; Eb 6:19,20; 9:24; 1P 3:22
At 10:38; Is 11:2,3; 42:1; 48:16; 59:20,21; 61:1; Mat 3:16; 12:28; Giov 1:16; 3:34; Ap 1:1; 2:7,11,17,29; 3:16,13,22
Mat 28:19; Mar 16:15-19; Lu 24:45-49
At 1:13; 10:40-42; Mat 10:1-4; Mar 3:14-19; Lu 6:13-16; Giov 6:70; 13:18; 20:21; Ga 1:1; Ef 2:20; 2P 3:2; Ap 21:14

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata