Nuova Riveduta:

Atti 24:3

«Siccome per merito tuo, eccellentissimo Felice, godiamo molta pace, e per la tua previdenza sono state fatte delle riforme in favore di questa nazione, noi in tutto e per tutto lo riconosciamo con viva gratitudine.

C.E.I.:

Atti 24:3

«La lunga pace di cui godiamo grazie a te e le riforme che ci sono state in favore di questo popolo grazie alla tua provvidenza, le accogliamo in tutto e per tutto, eccellentissimo Felice, con profonda gratitudine.

Nuova Diodati:

Atti 24:3

«Eccellentissimo Felice, noi riconosciamo in tutto e per tutto e con profonda gratitudine che la pace che godiamo e le vantaggiose riforme attuate per questa nazione sono opera delle tue previdenti misure.

Riveduta:

Atti 24:3

Siccome in grazia tua godiamo molta pace, e per la tua previdenza sono state fatte delle riforme a pro di questa nazione, noi in tutto e per tutto lo riconosciamo, o eccellentissimo Felice, con ogni gratitudine.

Diodati:

Atti 24:3

Godendo per te di molta pace, ed essendo molti buoni ordini stati fatti da te a questa nazione, per lo tuo provvedimento, noi in tutto e per tutto lo riconosciamo con ogni ringraziamento, eccellentissimo Felice.

Commentario:

Atti 24:3

Godendo per te di molta pace

Traduciamo meglio: Gli è per te, o eccellentissimo Felice che noi godiamo d'una pace profonda; è alla tua previdenza che questo popolo deve in tutto e per tutto i benefici d'una buona amministrazione; noi lo riconosciamo con viva gratitudine. È vero che Felice avea con provvedimenti energici soffocati i moti dei sicari ed estirpato il brigantaggio che infestava la Palestina (Giuseppe Flavio Antich. 20:8, § 5; Guerre, 11, 13, § 2); ma il sangue era corso a rivi per il paese, e la crudeltà del governatore, anche in coteste occasioni, s'era mostrata efferata, inaudita. Non parliamo poi dei benefici della buona amministrazione di Felice. Due anni dopo il fatto che studiamo, cotesta buona amministrazione dette ai giudei tanto panno da intentare a Felice nientemeno che un processo alla corte imperiale. È la gli sarebbe andata male se non fosse stato per i buoni uffici di Pallas, suo fratello, che era divenuto l'intimo di Nerone, come già era stato l'intimo di Claudio (Giuseppe Flavio Ant. 20:8, § 10).

Riferimenti incrociati:

Atti 24:3

At 23:26; 26:25; Lu 1:3


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata