Nuova Riveduta:

Atti 2:23

quest'uomo, quando vi fu dato nelle mani per il determinato consiglio e la prescienza di Dio, voi, per mano di iniqui, inchiodandolo sulla croce, lo uccideste;

C.E.I.:

Atti 2:23

dopo che, secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, fu consegnato a voi, voi l'avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l'avete ucciso.

Nuova Diodati:

Atti 2:23

egli, dico, secondo il determinato consiglio e prescienza di Dio, vi fu dato nelle mani e voi lo prendeste, e per mani di iniqui lo inchiodaste alla croce e lo uccideste.

Bibbia della Gioia:

Atti 2:23

Parlo dello stesso Gesù che, secondo il piano prestabilito di Dio, voi avete ucciso con la complicità di uomini malvagi, inchiodandolo ad una croce!

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Atti 2:23

quest'uomo, allorché vi fu dato nelle mani per il determinato consiglio e per la prescienza di Dio, voi, per man d'iniqui, inchiodandolo sulla croce, lo uccideste;

Diodati:

Atti 2:23

esso, dico, per lo determinato consiglio, e la provvidenza di Dio, vi fu dato nelle mani, e voi lo pigliaste, e per mani d'iniqui lo conficcaste in croce, e l'uccideste.

Commentario:

Atti 2:23

Esso, per il determinato consiglio e la provvidenza di Dio vi fu dato nelle mani.

Il τη ὡρισμενη βουλη vuol dire: per consiglio, decreto, proposito ben definito, ben determinato. Il τη προγνωσει significa: per la preconoscenza di Dio. Il Diodati dice provvidenza; meglio il Martini, che dice: prescienza. L'idea di Pietro è questa. La morte di Cristo non fu il trionfo della iniquità dell'uomo sulla potenza di Dio; tutt'altro. Ella fu il compimento di un disegno, che Dio stesso avea, in seno alla eternità, formato; e di un disegno del quale non solo Egli avea concepito l'idea, ma del quale anche, nella sua divina prescienza, avea visto, nell'oceano del tempo, il quando, il come ed il dove del compimento. Premeva a Pietro, che volea convincere i suoi uditori della messianità del Cristo, di mettere in sodo questo fatto: che il Messia, ch'essi credeano non potesse morire, non fu ucciso perché debole, né perché non avesse potuto liberarsi dai suoi nemici; ma perché Dio stesso volle che fosse così; perché Dio stesso volle che il Cristo, venuto dalla gloria, ritornasse nella gloria per la umiliazione e le angosce del Calvario.

Per mani d'iniqui.

Per le mani di Pilato e dei soldati romani, che furono gli istrumenti del misfatto.

Lo conficcaste in croce e l'uccideste.

Letteralmente: Voi, avendolo confitto in croce, l'uccideste. Due cose vanno qui notate:

1. il modo grafico, scultorio, con cui Pietro descrive qui l'enormità del delitto compiuto dai giudei;

2. questo fatto, che Pietro mette in rilievo: la colpa dei giudei non è, resa minore dal fatto che essi hanno compiuto il delitto per mano d'altri; ella rimane la stessa, come se l'avessero compiuto di mano propria.

Riferimenti incrociati:

Atti 2:23

At 3:18; 4:28; 13:27; 15:18; Sal 76:10; Is 10:6,7; 46:10,11; Dan 4:35; 9:24-27; Mat 26:24; Lu 22:22,37; 24:44-46; Giov 19:24,31-37; Rom 4:17; 11:33-36; 1P 1:20; 2:8; Giuda 1:4; Ap 13:8
At 3:13-15; 4:10,11; 5:30; 7:52; Ge 50:20; Mat 27:20-25

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata