Nuova Riveduta:

Atti 7:7

Ma io giudicherò la nazione che avranno servita", disse Dio; "e dopo questo essi partiranno e mi renderanno il loro culto in questo luogo".

C.E.I.:

Atti 7:7

Ma del popolo di cui saranno schiavi io farò giustizia, disse Dio: dopo potranno uscire e mi adoreranno in questo luogo.

Nuova Diodati:

Atti 7:7

Ma Dio aggiunse: "Io giudicherò la nazione alla quale avranno servito; e dopo ciò, essi usciranno e mi serviranno in questo luogo".

Bibbia della Gioia:

Atti 7:7

"Ma io punirò la nazione che li terrà schiavi", aveva aggiunto il Signore, "Dopo di ciò, il mio popolo tornerà in questa terra, e qui mi adorerà".

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Atti 7:7

Ma io giudicherò la nazione alla quale avranno servito, disse Iddio; e dopo questo essi partiranno e mi renderanno il loro culto in questo luogo.

Diodati:

Atti 7:7

Ma, disse Iddio, io farò giudicio della nazione alla quale avranno servito; e poi appresso usciranno, e mi serviranno in questo luogo.

Commentario:

Atti 7:7

Mi serviranno in questo luogo.

Non in Gerusalemme, ma qui sul monte Sinai; quindi, fino dal tempo della promessa del paese di Canaan, l'invito ad adorare Iddio non è confinato a Gerusalemme, né al tempio; come poteano dunque gli avversari accusare Stefano di bestemmia quand'egli non facea che ripetere una cosa antica e nota? Dal punto di vista critico notisi che questo passo è il risultato della sintesi di Genesi 15:17 e della libera interpretazione di Esodo 3:12. In Esodo 3:12 il τοπος ουτος è il monte di Horeb. Stefano l'applica invece alla terra di Canaan, e forse al tempio. E si osservi ancora che le parole di Esodo 3:12 furono indirizzate non ad Abramo, ma a Mosè dai misteri del pruno ardente. "Stefano, dice il Barde, nella emozione e nella, rapidità del discorso, potè senza dubbio permettersi queste transposizioni, senza dar loro grande importanza. Oppure, a coteste transposizioni ei sarà stato trascinato, pensando alla intima relazione che univa il servizio di Jahveh appiè dell'Horeb con cotesto stesso servizio in Canaan. L'idea fondamentale, insomma, sarebbe questa: come Mosè ha servito l'Eterno in Horeb, così Abramo ed i suoi discendenti gli hanno reso un culto in Canaan."

Riferimenti incrociati:

Atti 7:7

Ge 15:14-16; Eso 7:1-14:31; Ne 9:9-11; Sal 74:12-14; 78:43-51; 105:27-36; 135:8,9; 136:10-15; Is 51:9,10
Eso 3:12

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata