Nuova Riveduta:

Efesini 6:4

E voi, padri, non irritate i vostri figli, ma allevateli nella disciplina e nell'istruzione del Signore.

C.E.I.:

Efesini 6:4

E voi, padri, non inasprite i vostri figli, ma allevateli nell'educazione e nella disciplina del Signore.

Nuova Diodati:

Efesini 6:4

E voi, padri, non provocate ad ira i vostri figli, ma allevateli nella disciplina e nell'ammonizione del Signore.

Bibbia della Gioia:

Efesini 6:4

Ed ora un suggerimento per voi genitori. Non esasperate i vostri figli, allevateli piuttosto con amore e disciplina, con suggerimenti e consigli che vengono dal Signore.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Efesini 6:4

E voi, padri, non provocate ad ira i vostri figliuoli, ma allevateli in disciplina e in ammonizione del Signore.

Diodati:

Efesini 6:4

E voi, padri, non provocate ad ira i vostri figliuoli; ma allevateli in disciplina, ed ammonizion del Signore.

Commentario:

Efesini 6:4

E voi, padri, non irritate i vostri figliuoli, ma allevateli in disciplina e in ammonizione del Signore

Cfr. Colossesi 3:21; Proverbi 19:18; Deuteronomio 6:7,20-25; Salmi 78:4.

E voi...

L'apostolo, con una rapida transizione, accentua il fatto che il dovere non è tutto dal lato dei figliuoli. «E voi, padri...»

E perchè «i padri» soltanto, e non anco le madri?...» «La disciplina», risponde lo Eadie, «è specialmente cosa dei padri, e sono loro che corrono il rischio di amministrarla esorbitando e lasciandosi trasportare dal loro malumore. La raccomandazione dell'apostolo non s'addirebbe tanto alle mamme le quali invece, se mai, corrono il rischio di sciupare i loro figliuoli per eccessiva indulgenza e per esuberanza di tenerezza». Per quanto tutto questo sia vero, forse è più corretto lo spiegare la cosa così. Egli parla ai «padri» perchè considera le madri come soggette ai mariti Efesini 5:22,24,33, i quali sono delle mogli i rappresentanti responsabili.

Non irritate i vostri figliuoli.

Cfr. Colossesi 3:21. E i figliuoli si irritano quando son trattati duramente, in modo sragionevole, o per ragioni che sanno tropo di parzialità e di favoritismo. Il figliuolo irritato, «si perde d'animo» Colossesi 3:21; lo spirito di piacere ai suoi genitori in lui si spenge; e spento come sia, l'ubbidienza cessa d'essere un sentimento filiale; ella diviene l'atto meccanico dell'individuo che si sottomette e si curva, perchè ha spavento della verga.

Ma allevateli in disciplina e in ammonizione del Signore.

La παιδεια, che rendiamo per disciplina, quantunque possa anche significare «correzione», «castigo» in senso speciale 1Corinzi 11:32; 2Corinzi 6:9, qui ha il significato largo, comprensivo, di «disciplina» «educazione», che troviamo anche in 2Timoteo 2:25; Tito 2:12.

L'ammonizione,

νουθεσια, è qualcosa di più limitato, di più determinato dello «educare»: è l'«ammonizione», è «la istruzione formale»; è, come dice il termine stesso, un «porre nella mente» un qualcosa di specifico.

Del Signore è genitivo che va unito ad ambedue i sostantivi: «disciplina» e «ammonizione». Il Signore qui, non è Dio, ma è Cristo. E il genitivo significa: «In quella disciplina e in quell'ammonizione, che vengono dal Signore; che son cosa del Signore; o che il Signore stesso amministra ed ispira».

Riferimenti incrociati:

Efesini 6:4

Ge 31:14,15; 1Sa 20:30-34; Col 3:21
Ge 18:19; Eso 12:26,27; 13:14,15; De 4:9; 6:7,20-24; 11:19-21; Gios 4:6,7; 4:21-24; 24:15; 1Cron 22:10-13; 28:9,10,20; 29:19; Sal 71:17; 71:18; 78:4-7; Prov 4:1-4; 19:18; 22:6,15; 23:13,14; 29:15,17; Is 38:19; 2Ti 1:5; 3:15; Eb 12:7-10

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata