Nuova Riveduta:

Esodo 16:23

Ed egli disse loro: «Questo è quello che ha detto il SIGNORE: "Domani è un giorno solenne di riposo: un sabato sacro al SIGNORE; fate cuocere oggi quello che avete da cuocere, e fate bollire quello che avete da bollire; tutto quel che vi avanza, riponetelo e conservatelo fino a domani"».

C.E.I.:

Esodo 16:23

E disse loro: «È appunto ciò che ha detto il Signore: Domani è sabato, riposo assoluto consacrato al Signore. Ciò che avete da cuocere, cuocetelo; ciò che avete da bollire, bollitelo; quanto avanza, tenetelo in serbo fino a domani mattina».

Nuova Diodati:

Esodo 16:23

Egli allora disse loro: «Questo è ciò che l'Eterno ha detto: Domani è un giorno solenne di riposo, un sabato sacro all'Eterno; fate cuocere oggi quel che dovete cuocere e fate bollire quel che dovete bollire; e tutto quel che vi avanza, riponetelo e conservatelo fino a domani».

Bibbia della Gioia:

Esodo 16:23

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Esodo 16:23

Ed egli disse loro: 'Questo è quello che ha detto l'Eterno: Domani è un giorno solenne di riposo: un sabato sacro all'Eterno; fate cuocere oggi quel che avete da cuocere e fate bollire quel che avete da bollire; e tutto quel che vi avanza, riponetelo e serbatelo fino a domani'.

Diodati:

Esodo 16:23

Ed egli disse loro: Quest'è quel che il Signore ha detto: Domani è il Sabato, il riposo sacro al Signore; cuocete oggi quel che avete a cuocere al forno od al fuoco; e riponetevi tutto quello che soprabbonderà, per serbarlo fino a domani.

Commentario:

Esodo 16:23

22 Versi 22-31 Ecco una citazione del sabato del settimo giorno. Era noto, non solo prima di ricevere la legge sul monte Sinai, ma ancora prima della liberazione di Israele dall'Egitto, e ancora all'inizio della creazione, Genesi 2:3. L'istituzione di un giorno tra sette per dedicarsi al santo riposo, fu fatta da quando Dio creò l'uomo sulla terra ed è la più antica delle leggi Divine. Obbligandolo a riposare nel settimo giorno, Dio si è assicurato che l'uomo non perda niente nei suoi affari a causa di questo giorno; e nessuno sarà mai perdente servendo Dio. Nel giorno precedente il sabato gli Israeliti dovevano raccogliere la manna abbastanza per due giorni in modo da provvedersi. Questo ci induce ad organizzarci, in modo da non essere impediti da nulla nel riposo sabbatico. Solo lavori indispensabili possono essere fatti in quel giorno; ma è meglio applicarsi ai bisogni dell'anima per la vita che deve venire. Quando essi nascosero la manna ignorando il comando, questa imputridì; quando invece essi la conservarono seguendo il comando, rimase dolce e buona: ogni cosa è santificata dalla parola di Dio e dalla preghiera. Nel settimo giorno in cui Dio non mandò manna, essi non dovevano aspettarsela né andare fuori a raccoglierla. Questo dimostrava che si trattava di un miracolo.

Riferimenti incrociati:

Esodo 16:23

Eso 20:8-11; 31:15; 35:3; Ge 2:2,3; Lev 23:3; Mar 2:27,28; Lu 23:56; Ap 1:10
Nu 11:8

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata