Nuova Riveduta:

Esodo 23:21

Davanti a lui comportati con cautela e ubbidisci alla sua voce. Non ribellarti a lui, perché egli non perdonerà le vostre trasgressioni; poiché il mio nome è in lui.

C.E.I.:

Esodo 23:21

Abbi rispetto della sua presenza, ascolta la sua voce e non ribellarti a lui; egli infatti non perdonerebbe la vostra trasgressione, perché il mio nome è in lui.

Nuova Diodati:

Esodo 23:21

Stai attento davanti a lui e ubbidisci alla sua voce; non ribellarti a lui, perché egli non perdonerà le vostre trasgressioni, poiché il mio nome è in lui.

Bibbia della Gioia:

Esodo 23:21

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Esodo 23:21

Sii guardingo in sua presenza, e ubbidisci alla sua voce; non ti ribellare a lui, perch'egli non perdonerà le vostre trasgressioni; poiché il mio nome è in lui.

Diodati:

Esodo 23:21

Guardati, per la sua presenza, e ubbidisci alla sua voce, e non irritarlo; perciocchè egli non vi perdonerà i vostri misfatti; conciossiachè il mio Nome sia in lui.

Commentario:

Esodo 23:21

20 Versi 20-33 Ecco la promessa che essi sarebbero stati guidati nella loro strada attraverso il deserto fino alla terra promessa: "Ecco, invio un angelo davanti a te, il mio angelo. L'obbligo connesso a questa promessa è quello che essi avrebbero dovuto ubbidire a questo angelo che Dio aveva inviato a loro. Cristo è l'Angelo di Jehovah, e questo è insegnato chiaramente da Paolo in 1Corinzi 10:9. E così essi avrebbero avuto una ottima sistemazione in terra di Canaan. Quanto sono ragionevoli le condizioni di questa Parola, quelle cioè di servire l'unico Dio vero e non gli dei delle altre nazioni, che non sono affatto dei. Quanto sono ricchi i particolari di questa Parola! La certezza del cibo, la stabilità della salute, l'aumento della ricchezza, il prolungamento della vita. Quanta bontà c'è ancora in questa promessa di vita. È promesso che essi avrebbero vinto i loro nemici. I calabroni spianeranno la strada a Israele e queste creature così piccole sarebbero state utilizzate da Dio per riprovare i nemici del suo popolo. Essendo Egli per la sua chiesa, i nemici di essa saranno domati a poco a poco: siamo così tenuti a stare in guardia e a dipendere continuamente da Dio. Le passioni corrotte saranno estirpate dal cuore del popolo di Dio non improvvisamente ma a poco a poco. L'obbligo però di questa promessa è quello di non fare l'amicizia con gli idolatri. Quelli che si intrattengono nelle loro cattive vie, andranno incontro a cattive compagnie. È pericoloso vivere in un ambiente colmo di peccato: i peccati degli altri ci insidieranno potentemente ed il pericolo più grande è quello di essere portati a peccare contro Dio.

Riferimenti incrociati:

Esodo 23:21

Sal 2:12; Mat 17:5; Eb 12:25
Nu 14:11; Sal 78:40,56; Ef 4:30; Eb 3:10,16
Eso 32:34; Nu 14:35; De 18:19; Gios 24:19; Ger 5:7; Eb 3:11; 10:26-29; 12:25; 1G 5:16
Eso 3:14; 34:5-7; Sal 72:19; 83:18; Is 7:14; 9:6; 42:8; 45:6; 57:15; Ger 23:6; Mat 1:23; Giov 5:23; 10:30,38; 14:9,10; Col 2:9; Ap 1:8; 2:8,23; 3:7

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata