Nuova Riveduta:

Galati 5:24

Quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e i suoi desideri.

C.E.I.:

Galati 5:24

Ora quelli che sono di Cristo Gesù hanno crocifisso la loro carne con le sue passioni e i suoi desideri.

Nuova Diodati:

Galati 5:24

Ora quelli che sono di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e le sue concupiscenze.

Bibbia della Gioia:

Galati 5:24

Quelli che appartengono a Cristo hanno crocifisso alla sua croce il proprio egoismo con le sue voglie e le sue passioni.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Galati 5:24

E quelli che son di Cristo hanno crocifisso la carne con le sue passioni e le sue concupiscenze.

Diodati:

Galati 5:24

Or coloro che son di Cristo hanno crocifissa la carne con gli affetti, e con le concupiscenze.

Commentario:

Galati 5:24

Or coloro che son di Cristo Gesù hanno crocifisso la carne colle sue passioni e le sue concupiscenze.

Dopo aver tracciato il quadro dei due opposti generi di vita cui conducono da una parte la carne e dall'altra lo Spirito, Paolo conclude questa sezione col ribadire l'esortazione: «Camminate nella virtù e sotto la guida dello Spirito», poichè la carne i cristiani l'hanno crocifissa quando si sono dati a Cristo. Quelli del Cristo Gesù sono coloro che gli appartengono, che «sono suoi» Romani 8:9 perchè fanno parte del popolo ch'egli si è acquistato come sua proprietà. Quelli che per fede si sono uniti al Cristo in modo da diventar suoi, hanno crocifisso la carne, cioè si sono pentiti delle opere e dei sentimenti ispirati dalla natura corrotta e vi hanno rinunziato con, atto decisivo quando hanno cercato il lor rifugio in Cristo, ed hanno confermata solennemente la loro decisione col battesimo Galati 3:27. La carne è stata da loro confitta alla croce ov'è spirato Colui che ha portato i nostri peccati sul legno». Si tratta di una crocifissione morale, virtuale, che poi ha da esplicarsi nei quotidiani atti di rinunziamento al male, di lotta colle «passioni e concupiscenze» dell'uomo vecchio. In Romani 6 Paolo svolgerà un concetto analogo mostrando come il cristiano è virtualmente morto al peccato e risorto con Cristo a vita nuova. «L'uomo vecchio è stato crocifisso con Cristo affinchè il corpo del peccato fosse distrutto». In Galati 2:19-20 ove si trattava della giustificazione, Paolo diceva: «io sono stato crocifisso con Cristo» e quindi sono morto alla legge la quale ha eseguita la sua sentenza sa di me nella persona di Cristo, il sostituto al quale io sono strettamente unito. Qui ove si tratta della santificazione, dice: «i cristiani han crocifisso la carne colle sue passioni peccaminose e le sue concupiscenze», perchè l'unione vitale con Cristo creata dalla fede implica di necessità la rottura definitiva colla vita nel peccato e la comunicazione di una nuova vita svolgentesi gradualmente fino alla perfetta somiglianza con Cristo. L'atto iniziale compiuto alla conversione indica la rotta scelta, la direzione impressa alla vita intera e nella quale si tratta di perseverare.

Riferimenti incrociati:

Galati 5:24

Ga 3:29; Rom 8:9; 1Co 3:23; 15:23; 2Co 10:7
Ga 5:16-18,20; 6:14; Rom 6:6; 8:13; 13:14; 1P 2:11

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata