Nuova Riveduta:

Genesi 18:15

Allora Sara negò, dicendo: «Non ho riso»; perché ebbe paura. Ma egli disse: «Invece hai riso!»

C.E.I.:

Genesi 18:15

Allora Sara negò: «Non ho riso!», perché aveva paura; ma quegli disse: «Sì, hai proprio riso».

Nuova Diodati:

Genesi 18:15

Allora Sara negò, dicendo: «Non ho riso», perché ebbe paura. Ma egli disse: «Invece, hai riso!».

Bibbia della Gioia:

Genesi 18:15

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 18:15

Allora Sara negò, dicendo: 'Non ho riso'; perch'ebbe paura. Ma egli disse: 'Invece, hai riso!'.

Diodati:

Genesi 18:15

E Sara negò d'aver riso, dicendo: Io non ho riso; perciocchè ebbe paura. Ma egli le disse: Non dir così, perciocchè tu hai riso.

Commentario:

Genesi 18:15

9 Versi 9-15

Dove è tua moglie Sara? Gli fu chiesto. Notate la risposta, "Nella tenda". Subito a disposizione e nel posto giusto, occupata nelle sue occupazioni familiari. Non si ottiene niente andando a zonzo. È più probabile che ricevano le consolazioni di Dio e le sue promesse coloro i quali sono nel posto giusto e compiono rettamente il loro dovere Lu 2:8,12. Siamo tardi di cuore a credere e abbiamo bisogno di battere sempre sullo stesso chiodo. Gli altri ottengono le benedizioni dalla provvidenza ordinaria, i credenti invece dalla promessa Divina che li rinfranca e li fa riposare al sicuro. Il seme spirituale di Abraamo possiede la vita e la gioia, la speranza e il tutto dei credenti è legato a quel seme. Sara ritenne che questa promessa era troppo bella per essere vera: ella rise e non credette perché non la accolse nel suo cuore. Sara rise. Non possiamo non riflettere sulla differenza fra la risata di Sara e quella di Abraamo (confronta Gen 17:17); ma Colui che scruta il cuore vide ciò che proveniva dall'incredulità e ciò che proveniva dalla fede. Lei negò di ridere: un peccato ne richiama solitamente un altro ed è improbabile mantenersi rigorosamente nella verità finché si mette in discussione la stessa verità Divina. Ma chi è amato dal Signore sarà rimproverato, condannato, fatto tacere e portato al pentimento anche se questi pecca davanti a Lui.

Riferimenti incrociati:

Genesi 18:15

Ge 4:9; 12:13; Giob 2:10; Prov 28:13; Giov 18:17,25-27; Ef 4:23; Col 3:9; 1G 1:8
Sal 44:21; Prov 12:19; Mar 2:8; Giov 2:25; Rom 3:19

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata