Nuova Riveduta:

Genesi 23:2

Sara morì a Chiriat-Arba, che è Ebron, nel paese di Canaan, e Abraamo venne a far lutto per Sara e a piangerla.

C.E.I.:

Genesi 23:2

Sara morì a Kiriat-Arba, cioè Ebron, nel paese di Canaan, e Abramo venne a fare il lamento per Sara e a piangerla.

Nuova Diodati:

Genesi 23:2

E Sara morì a Kirjath-Arba, (che è Hebron), nel paese di Canaan; e Abrahamo entrò a far lutto per Sara e a piangerla.

Bibbia della Gioia:

Genesi 23:2

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 23:2

E Sara morì a Kiriat-Arba, che è Hebron, nel paese di Canaan; e Abrahamo venne a far duolo di Sara e a piangerla.

Diodati:

Genesi 23:2

E Sara morì in Chiriat-Arba, ch'è Hebron, nel paese di Canaan, ed Abrahamo entrò, per far duolo di Sara, e per piangerla.

Commentario:

Genesi 23:2

Capitolo 23

Schema del capitolo

La morte di Sara, Abraamo chiede una sepoltura.

(1-13)

La sepoltura di Sara.

(14-20)

Versi 1-13

Più lunga è la vita, più breve sarà la fine. Benedetto sia Dio perché c'è un mondo in cui il peccato, la morte, la vanità e l'oppressione non entreranno mai. Benedetto sia il suo Nome perché nemmeno la morte può dividere i credenti dall'unione con Cristo. Ciò che di più amiamo, anche i nostri corpi di cui tanto ci preoccupiamo, diventeranno presto pezzi disgustosi di terra e saranno seppelliti lontani dalla vista. Come dovremmo pertanto scioglierci da tutti gli accessori e ornamenti terreni! Provvediamo piuttosto ad ornare le nostre anime con la grazia divina! Abraamo rese l'onore e il rispetto ai principi di Et, sebbene fossero dei Cananei empi. La religione della Bibbia ci ordina di portare rispetto a tutte le autorità, senza adulare le persone o tollerare i loro reati se essi sono ingiusti. E la nobile generosità di questi Cananei svergogna e condanna la chiusura, l'egoismo e il cattivo umori di molti che si dicono credenti. Non fu per orgoglio che Abramo rifiutò il regalo, né per il disprezzo di essere trattenuto a Efron, ma per giustizia e prudenza. Abraamo poteva pagare il campo e quindi non voleva sfruttare la generosità di Efron. L'onestà, come bene da rispettare, ci proibisce di sfruttare la magnanimità dei nostri vicini e di imporci su coloro che ci danno gratuitamente.

Riferimenti incrociati:

Genesi 23:2

Ge 23:19; 13:18; Nu 13:22; Gios 10:39; 14:14,15; 20:7; Giudic 1:10; 1Sa 20:31; 2Sa 2:11; 5:3,5; 1Cron 6:57
Ge 27:41; 50:10; Nu 20:29; De 34:8; 1Sa 28:3; 2Sa 1:12,17; 2Cron 35:25; Ger 22:10,18; Ez 24:16-18; Giov 11:31,35; At 8:2

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata