Nuova Riveduta:

Genesi 26:24

Il SIGNORE gli apparve quella stessa notte e gli disse: «Io sono il Dio di Abraamo tuo padre; non temere, perché io sono con te e ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza per amore del mio servo Abraamo».

C.E.I.:

Genesi 26:24

E in quella notte gli apparve il Signore e disse:
«Io sono il Dio di Abramo, tuo padre;
non temere perché io sono con te.
Ti benedirò
e moltiplicherò la tua discendenza
per amore di Abramo, mio servo».

Nuova Diodati:

Genesi 26:24

E l'Eterno gli apparve quella stessa notte, e gli disse: «Io sono il DIO di Abrahamo tuo padre; non temere, perché io sono con te; ti benedirò e moltiplicherò la tua discendenza per amore di Abrahamo mio servo».

Bibbia della Gioia:

Genesi 26:24

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 26:24

E l'Eterno gli apparve quella stessa notte, e gli disse: 'Io sono l'Iddio d'Abrahamo tuo padre; non temere, poiché io sono teco e ti benedirò e moltiplicherò la tua progenie per amor d'Abrahamo mio servo'.

Diodati:

Genesi 26:24

E il Signore gli apparve in quella stessa notte, e gli disse: Io son l'Iddio di Abrahamo, tuo padre; non temere; perciocchè io son teco, e ti benedirò, e moltiplicherò la tua progenie, per amor di Abrahamo mio servitore.

Commentario:

Genesi 26:24

18 Versi 18-25

Isacco incontrò molta opposizione nello scavare i pozzi. Essi vennero chiamati Contesa e Odio. Vedete la natura delle cose terrene: esse fomentano liti e sono occasioni di conflitto. Qual è spesso la ricompensa per i più silenziosi e pacifici? Essi evitano di cercare le occasioni ma non possono evitare di essere cercati da esse. Che benedizione avere molta acqua e averla senza dovere combattere per essa! Più frequentemente riceviamo benedizioni, più abbiamo motivo di essere grati per esse. Alla fine Isacco scavò un buon pozzo per il quale egli non ebbe da lottare. Quelli che si sforzano di essere silenziosi e pacifici raramente falliscono nel loro intento. Seppure gli uomini siano falsi e scortesi, tuttavia Dio è fedele e buono ed i tempi in cui si manifesta sono proprio quelli quando siamo maggiormente delusi dagli uomini. La stessa notte in cui Isacco fu stanco e inquieto a Beer-sheba, Dio portò conforto alla sua anima. Possono veramente consolarsi coloro che sono saldi alla presenza di Dio.

Riferimenti incrociati:

Genesi 26:24

Ge 15:1; 17:7; 24:12; 28:13; 31:5; Eso 3:6; Mat 22:32; At 7:32
Ge 26:3,4; 13:16; 22:19; Sal 27:1-3; 46:1,2; Is 12:2; 41:10,13-15; 43:1,2; 44:2; 51:7,12; Lu 12:32; Eb 13:6; Ap 1:17

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata