Nuova Riveduta:

Genesi 31:1

Ritorno di Giacobbe in Canaan
Ge 30:25-43; 32:9-12
Giacobbe sentì che i figli di Labano dicevano: «Giacobbe ha preso tutto quello che era di nostro padre e, con quello che era di nostro padre, si è fatto tutta questa ricchezza».

C.E.I.:

Genesi 31:1

Ma Giacobbe venne a sapere che i figli di Làbano dicevano: «Giacobbe si è preso quanto era di nostro padre e con quanto era di nostro padre si è fatta tutta questa fortuna».

Nuova Diodati:

Genesi 31:1

Ritorno di Giacobbe in Canaan
Or Giacobbe udì le parole dei figli di Labano, che dicevano: «Giacobbe si è preso tutto ciò che era di nostro padre; e con quello che era di nostro padre si è fatto tutta questa ricchezza».

Bibbia della Gioia:

Genesi 31:1

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 31:1

Ritorno di Giacobbe in Canaan
Or Giacobbe udì le parole dei figliuoli di Labano, che dicevano: 'Giacobbe ha tolto tutto quello che era di nostro padre; e con quello ch'era di nostro padre, s'è fatto tutta questa ricchezza'.

Diodati:

Genesi 31:1

OR egli udì le parole de' figliuoli di Labano, che dicevano: Giacobbe ha tolto a nostro padre tutto il suo avere; e di quello ch'era di nostro padre, egli ha acquistata tutta questa dovizia.

Commentario:

Genesi 31:1

Capitolo 31

Schema del capitolo

Giacobbe parte segretamente.

(1-21)

Labano cerca Giacobbe.

(23-35)

La lamentela di Giacobbe per la condotta di Labano.

(36-42)

Il loro patto a Galed.

(43-55)

Versi 1-21

Gli affari di queste famiglie sono così dettagliatamente riportate mentre i grandi eventi degli stati e di regni di quel periodo non vengono citati. La Bibbia insegna alla gente i compiti quotidiani della vita: come servire Dio, come apprezzare le benedizioni che egli dà e come fare del bene nelle diverse circostanze della vita. Gli egoisti si considerano derubati di tutto quello che non possono ottenere e l'egoismo vuole impedire anche gli affetti naturali. Sopravvalutare le ricchezze terrene è quell'errore che nutre la radice dell'egoismo, dell'invidia e di ogni male. Gli uomini del mondo ricercano le strade l'uno dell'altro e sembra che questo tolga ad ognuno la pace, provocando scontentezza, invidia e disaccordo. Ma ci sono possessi che sono sufficienti in tutto e felici coloro che le cercano prima di tutto. In tutte le nostre rinunce dovremmo avere rispetto del comando e della promessa di Dio. Se Egli è con noi, non abbiamo bisogno di temere. I pericoli che ci circondano sono così tanti, che niente più può realmente scoraggiate i nostri cuori. Ricordare i tempi benedetti della comunione con Dio è molto confortante quando siamo in difficoltà e dobbiamo pure ricordare spesso i nostri voti che non abbiamo adempiuto.

Riferimenti incrociati:

Genesi 31:1

Ge 31:8,9; Giob 31:31; Sal 57:4; 64:3,4; 120:3-5; Prov 14:30; 27:4; Ec 4:4; Ez 16:44; Tit 3:3
Ge 45:13; Est 5:11; Giob 31:24,25; Sal 17:14; 49:16,17; Ec 4:4; Is 5:14; Ger 9:23; Mat 4:8; 1Ti 6:4; 1P 1:24

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata