Nuova Riveduta:

Genesi 41:5

Poi si riaddormentò e sognò di nuovo: ecco sette spighe, grosse e belle, venir su da un unico stelo.

C.E.I.:

Genesi 41:5

Poi si addormentò e sognò una seconda volta: ecco sette spighe spuntavano da un unico stelo, grosse e belle.

Nuova Diodati:

Genesi 41:5

Poi si riaddormentò e sognò una seconda volta; ed ecco, sette spighe grosse e belle, venir su da un unico stelo.

Bibbia della Gioia:

Genesi 41:5

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 41:5

Poi si riaddormentò, e sognò di nuovo; ed ecco sette spighe, grasse e belle, venir su da un unico stelo.

Diodati:

Genesi 41:5

Poi, raddormentatosi, sognò di nuovo: ed ecco, sette spighe prospere, e belle, salivano da un gambo.

Commentario:

Genesi 41:5

Capitolo 41

Schema del capitolo

I sogni di Faraone.

(1-8)

Giuseppe interpreta i sogni di Faraone.

(9-32)

Il consiglio di Giuseppe, egli è grandemente innalzato.

(33-45)

I figli di Giuseppe, l'inizio della carestia.

(46-57)

Versi 1-8

Il mezzo con cui Giuseppe fu liberato dalla prigione furono i sogni di Faraone, come qui vediamo. Ora che Dio non ci parla più in quel modo, non importa quanto poco badiamo a sogni o li raccontiamo. Raccontare sogni sciocchi non può che rendere una discussione sciocca. Ma questi sogni si dimostrarono essere inviati da Dio e quando si svegliò, lo spirito di Faraone fu turbato.

Riferimenti incrociati:

Genesi 41:5

De 32:14

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata