Nuova Riveduta:

Genesi 9:23

Ma Sem e Iafet presero il suo mantello, se lo misero insieme sulle spalle e, camminando all'indietro, coprirono la nudità del loro padre. Siccome avevano il viso rivolto dalla parte opposta, non videro la nudità del loro padre.

C.E.I.:

Genesi 9:23

Allora Sem e Iafet presero il mantello, se lo misero tutti e due sulle spalle e, camminando a ritroso, coprirono il padre scoperto; avendo rivolto la faccia indietro, non videro il padre scoperto.

Nuova Diodati:

Genesi 9:23

Ma Sem e Jafet presero un mantello, se lo misero sulle loro spalle e, camminando all'indietro coprirono la nudità del loro padre; e, siccome avevano le loro facce rivolte dalla parte opposta, non videro la nudità del loro padre.

Bibbia della Gioia:

Genesi 9:23

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Genesi 9:23

Ma Sem e Jafet presero il suo mantello, se lo misero assieme sulle spalle, e, camminando all'indietro, coprirono la nudità del loro padre; e siccome aveano la faccia vòlta alla parte opposta, non videro la nudità del loro padre.

Diodati:

Genesi 9:23

Ma Sem e Iafet presero un mantello, e se lo misero amendue in su le spalle; e, camminando a ritroso, copersero le vergogne del padre loro; e le faccie loro erano volte indietro, tal che non videro le vergogne del padre loro.

Commentario:

Genesi 9:23

18 Versi 18-23

L'ubriachezza di Noè è riportata nella Bibbia con quell'equità che si trova solo nelle Scritture come un caso e una prova dell'umana debolezza e imperfezione, sebbene egli fosse stato sorpreso nel peccato, e per mostrare che il migliore tra gli uomini non può rimanere stabile a meno che egli non dipenda dalla grazia divina e vi rimanga. Cam sembra essere stato un uomo cattivo nell'essersi probabilmente rallegrato di aver trovato suo padre in uno situazione disdicevole. È stato detto di Noè che egli era perfetto nelle sue generazioni, vedi Gen 6:9, ma questo indica la sua sincerità e non un'innocente perfezione. Noè, che si era mantenuto sobrio in società ubriaca, è ora ubriaco in una società sobria. Quando credeva di stare in piedi, dovette guardarsi di non cadere. Dobbiamo fare molta attenzione quando utilizziamo abbondantemente le cose create da Dio, affinché non le utilizziamo in eccesso Lu 21:34. La conseguenza del peccato di Noè fu la vergogna. Osservate qui il grande male del peccato di ubriachezza. L'ubriacatura fa denudare gli uomini: le infermità e le debolezze che essi hanno vengono scoperte quando essi sono ubriachi e così rivelano i loro segreti più facilmente. L'ubriachezza disonora gli uomini e li espone al disprezzo. Come li mette in mostra, così li disonora. Quando gli uomini si ubriacano, essi dicono e fanno quello che da sobri arrossirebbero solo pensare. Notate l'attenzione di Sem e Iafet nel coprire la vergogna del loro padre. C'è un manto di amore da gettare sui difetti di tutti 1P 4:8. Oltre a questo c'è una toga di riverenza da gettare sui difetti dei genitori e degli altri superiori. La benedizione di Dio assiste coloro che rispettano i loro genitori, mentre le maledizioni sono specialmente su quelli che li disonorano.

Riferimenti incrociati:

Genesi 9:23

Eso 20:12; Lev 19:32; Rom 13:7; Ga 6:1; 1Ti 5:1,17,19; 1P 2:17; 4:8

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata