Nuova Riveduta:

Giovanni 20:22

Detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo.

C.E.I.:

Giovanni 20:22

Dopo aver detto questo, alitò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo;

Nuova Diodati:

Giovanni 20:22

E, detto questo, soffiò su di loro e disse: «Ricevete lo Spirito Santo.

Bibbia della Gioia:

Giovanni 20:22

Poi soffiò su di loro, dicendo: «Ricevete lo Spirito Santo.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Giovanni 20:22

E detto questo, soffiò su loro e disse: Ricevete lo Spirito Santo.

Diodati:

Giovanni 20:22

E detto questo, soffiò loro nel viso; e disse loro: Ricevete lo Spirito Santo.

Commentario:

Giovanni 20:22

22. E detto questo, soffiò loro nel viso; e disse loro: Ricevete lo Spirito Santo.

Nel versetto precedente, il Signore affidava ai discepoli la missione che essi dovevano compiere quaggiù; in questo, egli comunica loro un dono speciale che a tale missione doveva prepararli. Consistendo quella missione nel proclamare al mondo la risurrezione del Signore, e tutte le grazie che da essa derivano, ben si conveniva che egli li arricchisse di un tal dono, la prima volta che si trovarono insieme dopo la sua grande vittoria sulla morte, ed egli lo conferì loro soffiando su di essi e dicendo: "Ricevete lo Spirito Santo". Il verbo "soffiò", qui usato da Giovanni, non s'incontra altrove nel Nuovo Testamento, ma è il medesimo col quale i 62 traducono in Genesi 2:7, laddove è detto che dopo aver formato l'uomo colla polvere della terra, Iddio "gli alitò nelle nari un fiato vitale. "Gesù dunque, con questa parola, si mette al livello medesimo di Jeova. Quel dono non fu fatto ai soli apostoli, ma a tutti i discepoli presenti; esso non è pei soli ministri, bensì per l'intiera Chiesa. Di più, Gesù non fa qui una semplice promessa, non dà solo un segno di quanto doveva accadere alla Pentecoste; ma comunica realmente lo Spirito Santo, come caparra o primizia della maggiore e più gloriosa effusione, che doveva avvenire alla Pentecoste. A chi domanda qual relazione passi fra questa effusione dello Spirito e quella che avvenne alla Pentecoste, così rispondono Moulton e Milligan: "il dono presente si riferisce alla vita interna degli apostoli"; il dono futuro, alla loro preparazione più esterna per l'opera; ora il Signore vuol farli salire ad un grado superiore di vita spirituale, illuminando e vivificando le loro anime; alla Pentecoste li renderà atti a produrre un effetto sugli altri. "Solo il Signore poteva dire" ricevete, "parlando dello Spirito; ed egli non intese conferire agli apostoli, od ai loro successori qualsiasi potere di trasmettere lo Spirito mediante l'ordinazione e la imposizione delle, mani, imperocché il potere di impartire lo Spirito appartiene solo al Padre ed al Figliuolo, procedendo egli da entrambi. "Queste parole", dice Ryle, "mi sembrano fornire una prova fortissima, benché indiretta, che lo Spirito procede dal Figliuolo non meno che dal Padre. Mi sembra strano che quando il Signore poté dire con tanta autorità: 'Ricevete lo Spirito Santo', si sostenga che lo Spirito Santo non procede da lui. Eppure la Chiesa Greca non lo vuole ammettere".

PASSI PARALLELI

Genesi 2:7; Giobbe 33:4; Salmi 33:6; Ezechiele 37:9

Giovanni 14:16; 15:26; 16:7; Atti 2:4,38; 4:8; 8:15; 10:47; 19:2; Galati 3:2

Riferimenti incrociati:

Giovanni 20:22

Ge 2:7; Giob 33:4; Sal 33:6; Ez 37:9
Giov 14:16; 15:26; 16:7; At 2:4,38; 4:8; 8:15; 10:47; 19:2; Ga 3:2

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata