Nuova Riveduta:

Giovanni 9:22

Questo dissero i suoi genitori perché avevano paura dei Giudei; infatti i Giudei avevano già stabilito che se uno riconoscesse Gesù come Cristo, fosse espulso dalla sinagoga.

C.E.I.:

Giovanni 9:22

Questo dissero i suoi genitori, perché avevano paura dei Giudei; infatti i Giudei avevano già stabilito che, se uno lo avesse riconosciuto come il Cristo, venisse espulso dalla sinagoga.

Nuova Diodati:

Giovanni 9:22

Questo dissero i suoi genitori, perché avevano paura dei Giudei; infatti i Giudei avevano già stabilito che se uno avesse riconosciuto Gesù come il Cristo, sarebbe stato espulso dalla sinagoga.

Bibbia della Gioia:

Giovanni 9:22

Parlavano così, perché avevano paura dei capi giudei. Costoro, infatti, avevano proibito alla gente di dire che Gesù era il Messia, pena la scomunica.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Giovanni 9:22

Questo dissero i suoi genitori perché avean paura de' Giudei; poiché i Giudei avean già stabilito che se uno riconoscesse Gesù come Cristo, fosse espulso dalla sinagoga.

Diodati:

Giovanni 9:22

Questo dissero il padre, e la madre d'esso; perciocchè temevano i Giudei; poichè i Giudei avevano già costituito che se alcuno lo riconosceva il Cristo, fosse sbandito dalla sinagoga.

Commentario:

Giovanni 9:22

22. Questo dissero il padre e la madre d'esso; perciocché temevano i Giudei; conciossiaché i Giudei avessero già costituito che, se alcuno lo riconosceva il Cristo, fosse sbandito dalla sinagoga. 23. Perciò il padre e la madre d'esso dissero: Egli è già in età; domandate lui stesso.

Qui l'Evangelista ci spiega il perché della reticenza di quei genitori nel rispondere alle domande del Sinedrio: essi temevano di compromettersi, e di venir colpiti dalla sentenza di scomunica testé promulgata dal Sinedrio contro chiunque in Gesù riconoscerebbe il Cristo, Quando venisse promulgato un tal decreto, non ci vien detto; alcuni credono che fu dopo il tentativo di lapidare Gesù Giovanni 8:59; ma il tempo trascorso fra quel fatto e gli eventi narrati in questo capitolo ci par troppo breve perché un tal decreto si potesse discutere, votare e far noto al popolo: ci par più ragionevole farlo risalire alla festa della Dedicazione, quando il Sinedrio aveva mandato delle guardie, coll'ordine espresso di arrestare Gesù Giovanni 7:32. L'essere scacciato dalla sinagoga non era cosa di poca entità; il Signore vi fa spesso allusione come ad una delle prove più dolorose che aspettavano i suoi discepoli. Era castigo che variava di grado e di intensità; la forma più mite consisteva in una esclusione di trenta giorni, durante i quali l'offensore veniva trattato come un pagano, rimanendogli vietata qualsiasi comunicazione colla sua famiglia, e coi suoi conoscenti. Se non dava segni di pentimento, lo si poteva colpire con una sentenza più grave, accompagnata da una esecrazione. L'ostinata perseveranza nel male poteva condurre ad una esclusione definitiva e completa dalla congregazione, ad una separazione assoluta dalla comunione del popolo di Dio.

PASSI PARALLELI

Giovanni 7:13; 12:42-43; 19:38; 20:19; Salmi 27:1-2; Proverbi 29:25; Isaia 51:7,12; 57:11

Luca 12:4-9; 22:56-61; Atti 5:13; Galati 2:11-13; Apocalisse 21:8

Giovanni 9:34; 12:42; 16:2; Luca 6:22; Atti 4:18; 5:40

Giovanni 9:21

Riferimenti incrociati:

Giovanni 9:22

Giov 7:13; 12:42,43; 19:38; 20:19; Sal 27:1,2; Prov 29:25; Is 51:7,12; 57:11; Lu 12:4-9; 22:56-61; At 5:13; Ga 2:11-13; Ap 21:8
Giov 9:34; 12:42; 16:2; Lu 6:22; At 4:18; 5:40

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata