Nuova Riveduta:

Levitico 4:35

toglierà dalla vittima tutto il grasso, come si toglie il grasso dall'agnello del sacrificio di riconoscenza, e il sacerdote lo farà bruciare sull'altare, sopra i sacrifici consumati dal fuoco per il SIGNORE. Così il sacerdote farà per quel tale l'espiazione del peccato che ha commesso e gli sarà perdonato.

C.E.I.:

Levitico 4:35

Preleverà tutte le parti grasse, come si preleva il grasso della pecora del sacrificio di comunione e il sacerdote le brucerà sull'altare sopra le vittime consumate dal fuoco in onore del Signore. Il sacerdote farà per lui il rito espiatorio per il peccato commesso e gli sarà perdonato.

Nuova Diodati:

Levitico 4:35

Preleverà tutto il grasso, come si preleva il grasso dell'agnello del sacrificio di ringraziamento; quindi il sacerdote lo farà fumare sull'altare, sui sacrifici fatti col fuoco all'Eterno. Così il sacerdote farà per lui l'espiazione a motivo del peccato che ha commesso, ed esso gli sarà perdonato».

Bibbia della Gioia:

Levitico 4:35

Non ci sono versetti che hanno questo riferimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Levitico 4:35

e torrà dalla vittima tutto il grasso, come si toglie il grasso dall'agnello del sacrifizio di azioni di grazie; e il sacerdote lo farà fumare sull'altare, sui sacrifizi fatti mediante il fuoco all'Eterno. Così il sacerdote farà per quel tale l'espiazione del peccato che ha commesso, e gli sarà perdonato.

Diodati:

Levitico 4:35

E levine tutto il grasso, come si leva il grasso della pecora del sacrificio da render grazie; e faccia il sacerdote bruciar quei grassi in su l'Altare, sopra le offerte che si fanno per fuoco al Signore. E così il sacerdote farà il purgamento del peccato di esso, il quale egli avrà commesso, e gli sarà perdonato.

Commentario:

Levitico 4:35

27 Versi 27-35 Ecco la legge del sacrificio per il peccato per una persona comune. Non si può essere accetti quando si pecca per ignoranza o per tentazione a meno che non ci applichiamo al ravvedimento: Cristo è morto per noi. I peccati per ignoranza commessi da una persona comune, richiedevano un sacrificio e né i grandi, né i piccoli potevano scampare. Nessuna offesa doveva essere trascurata. Ecco dunque il ricco e il povero sullo stesso piano; entrambi sono peccatori e hanno bisogno di Cristo. Da tutte queste leggi che riguardano i sacrifici per il peccato possiamo imparare ad odiare il peccato e a lottargli contro, a stimare Cristo, il grande e vero Sacrificio per i peccati, il cui sangue lava ogni peccato, cosa che non era possibile col sangue di tori e di capre. Se noi erriamo, con la Bibbia nelle nostre mani, è per orgoglio, pigrizia e negligenza. Abbiamo bisogno di esaminarci frequentemente, studiare con profitto le Scritture e pregare fervidamente per chiedere e ricevere l'assistenza dello Spirito Santo di Dio. Allora possiamo conoscere i nostri peccati di ignoranza, possiamo pentirci e ottenere il perdono attraverso il sangue di Cristo.

Riferimenti incrociati:

Levitico 4:35

Lev 4:31
Lev 1:1-6:19
Lev 4:20,26,30,31; 1:4; 5:6,10,13; 6:7; 9:7; 12:8; 14:18,53; 16:1-34; Nu 15:25; Rom 3:24-26; 4:25; 5:6-11,15-21; 8:1,3,4; 10:4; 2Co 5:21; Ef 1:6,7; 5:2; Col 1:14; Eb 1:3; 4:14; 7:26; 9:14; 1P 1:18,19; 2:22,24; 3:18; 1G 1:7; 2:2; 4:9,10; Ap 1:5,6


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata