Nuova Riveduta:

Luca 18:10

«Due uomini salirono al tempio per pregare; uno era fariseo, e l'altro pubblicano.

C.E.I.:

Luca 18:10

«Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l'altro pubblicano.

Nuova Diodati:

Luca 18:10

«Due uomini salirono al tempio per pregare; uno era fariseo e l'altro pubblicano.

Bibbia della Gioia:

Luca 18:10

«Due uomini andarono al tempio a pregare. Uno era un Fariseo ipocrita e pieno di sé, l'altro un esattore delle tasse disonesto.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Luca 18:10

Due uomini salirono al tempio per pregare; l'uno Fariseo, e l'altro pubblicano.

Diodati:

Luca 18:10

Due uomini salirono al tempio, per orare; l'uno era Fariseo, e l'altro pubblicano.

Commentario:

Luca 18:10

10. Due uomini salirono al tempio, per orare;

Essendo il tempio il luogo ove venivano offerti i sacrifizi, lì pure andavano a pregare gli abitanti di Gerusalemme e del suo vicinato, e quelli che erano troppo lontani per poter salire ogni giorno al santuario, volgevano verso di esso il volto all'«ora della preghiera» (9 ant. e 3 pom., perché basavano l'esaudimento delle loro preghiere sui sacrifizii giornalieri che in quelle ore venivano offerti 1Re 8:29-30; Salmi 138:2; Daniele 6:10).

l'uno era Fariseo, e l'altro pubblicano. (Vedi Sette Giudaiche.) 11. Il Fariseo, stando in piè, orava in disparte, in questa maniera:

Qui non significa meramente «stando in piè», imperocché quella pure era la posizione del pubblicano e di tutti i Giudei quando pregavano 1Re 8:22; 2Cronache 6:12; Matteo 6:5; ma indica che costui, assunto il solito contegno dei Farisei, quando volevano «esser veduti dagli uomini», si fece avanti quanto più gli era lecito verso il Santuario, colle braccia e gli occhi rivolti al cielo. in disparte, si costruisce da alcuni con stando, da altri con orava. Diodati ha prescelto la prima costruzione, il senso della quale sarebbe che quest'uomo stava in disparte, lasciando uno spazio fra sé e il volgo degli adoratori (Meyer). Costruite con, queste parole significano che egli pregava a se stesso, ossia in se medesimo, così da non essere udito da quelli che gli stavano dappresso, il che dà un senso migliore è più generalmente accettato.

Riferimenti incrociati:

Luca 18:10

Lu 1:9,10; 19:46; 1Re 8:30; At 3:1
Lu 7:29,30; Mat 21:31,32; At 23:6-8; 26:5; Fili 3:5

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata