Nuova Riveduta:

Marco 1:1

(Is 42:1; At 10:38; Fl 2:7)
Predicazione di Giovanni il battista
Mt 3:1-12; Lu 3:1-18; Gv 1:6-8, 15-37
Inizio del vangelo di Gesù Cristo Figlio di Dio.

C.E.I.:

Marco 1:1

Inizio del vangelo di Gesù Cristo, Figlio di Dio.

Nuova Diodati:

Marco 1:1

Giovanni Battista
Il principio dell'evangelo di Gesù Cristo, il Figlio di Dio.

Bibbia della Gioia:

Marco 1:1


Qui comincia la storia meravigliosa di Gesù Cristo, Figlio di Dio.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Marco 1:1

Giovanni Battista
(Matteo 3:1-12 e parall.)
Principio dell'evangelo di Gesù Cristo, Figliuolo di Dio.

Diodati:

Marco 1:1

IL principio dell'evangelo di Gesù Cristo, Figliuol di Dio.

Commentario:

Marco 1:1

CAPO 1 - ANALISI

1. Predicazione di Giovanni Battista nel deserto. Marco incomincia il suo Vangelo coll'entrar di Cristo nel suo pubblico ministerio, e non dice nulla della sua famiglia, della sua nascita o della parte anteriore della sua vita. Siccome era apparso un profeta rimarchevole proclamandosi Precursore del Messia, per preparare il popolo d'Israele alla sua venuta, l'Evangelista ha, cura di dar principio alla sua narrazione, citando quelle profezie delle Scritture giudaiche, in cui è distintamente predetta l'apparizione di tale precursore, e che così divengono anelli di congiunzione tra la storia dell'Antico Testamento e quella del Nuovo. Seguono concisi ragguagli intorno alla scena del ministerio di Giovanni il Battista, alla sua apparenza personale, al suo modo di vivere ed al carattere particolare della sua predicazione Marco 1:1-8.

2. Gesù è battezzato da Giovanni nel Giordano. Fu questo il primo preliminare del suo pubblico ministerio. Abbandonato il remoto villaggio di Nazaret, in cui eran trascorsi i primi trent'anni della sua vita, Gesù giunse in sulle sponde del Giordano, dov'era Giovanni, affinché, sottomettendosi al suo battesimo, potesse venir, per mezzo di esso, consacrato alla sua opera mediatrice. Questo consacrarsi del Messia, per la sua opera, fu confermato cospicuamente dalla discesa dello Spirito Santo in forma di colomba sopra di esso, mentre saliva fuori dell'acqua, e dalla testimonianza che gli rese dal cielo il Padre suo. Questo costituisce il secondo preliminare dei suo pubblico ministerio Marco 1:9-11.

3. Gesù è tentato da Satana nel deserto. Marco ricorda, colla massima possibile brevità, la durata di questa tentazione la circostanza aggravante del trovarsi Cristo circondato da bestie feroci, e il ministrargli degli angeli dopo che Satana, vinto, si fu ritirato da lui Marco 1:12-13.

4. Cristo incomincia il suo pubblico ministerio in Galilea. Dalle parole di Marco è chiaro che il ministerio Galileo di nostro Signore non cominciò che dopo la carcerazione di Giovanni suo precursore, e siccome l'intervallo tra il ritirarsi di Cristo dal deserto e il cominciamento del suo ministerio in Galilea dev'essere stato di breve durata, ne segue, per necessaria conseguenza, che il ministero di Giovanni cessò, pochi mesi al più, dopo ch'egli ebbe battezzato il Salvatore e additato in lui "l'Agnello di Dio". Il ministerio di Cristo è riassunto con mirabile brevità in un appello a ravvedersi e a credere all'evangelo, essendo or compiuto il tempo della venuta del Messia, di cui Giovanni avea parlato Marco 1:14-15.

5. Gesù chiama i figliuoli di Giona e di Zebedeo a seguirlo costantemente. Questo invito a seguirlo costantemente, d'allora in poi, va distinto dal tempo in cui, per la prima volta, credettero in lui e lo ricevettero come il Messia ed accadde qualche tempo dopo. Quanto ad Andrea e Pietro, è fuor d'ogni dubbio che questi due avvenimenti accaddero in tempi diversi Giovanni 1:35-42; lo stesso dicasi riguardo a Giacomo e Giovanni, poiché evidentemente non è questo il loro primo incontro con Gesù. Essi son ora chiamati per uno scopo tutto speciale, quello cioè di accompagnare Gesù dappertutto come discepoli, scelti fra tutti, ad esser, insieme cogli altri otto apostoli, testimoni oculari di tutte le sue azioni Marco 1:16-20.

6. Gesù nella sinagoga di Capernaum nel giorno di sabato. Col prender parte al culto di Dio nella sinagoga nel sabato, Gesù sanzionò il dovere imposto a tutti di osservare il santo giorno del riposo, oggidì chiamato Domenica, e ci insegnò ad onorare le ordinanze della religione, nel mentre che scoteva, con la potenza dei suoi ammaestramenti, il popolo che non avea giammai udito nulla di simile. Nella sinagoga Gesù cacciò uno spirito immondo fuori da un ossesso e impose silenzio alla testimonianza che questi rendeva alla sua divinità, perché tale testimonianza non solo gli ira inutile, ma avrebbe anche potuto fornire ai suoi nemici un pretesto per accusarlo di essere segretamente in lega con Satana. Dopo questo miracolo, la sua fama si sparse con sorprendente rapidità, non solo per tutta la Galilea, ma anche per tutte le contrade circonvicine Marco 1:21-28.

7. Guarigione della suocera di Pietro. Pietro, sebbene nato in Betsaida, era andato a stabilirsi in Capernaum, forse in occasione dei suo matrimonio. Uscito dalla sinagoga, coi suoi seguaci, Cristo se n'andò alla casa di lui, ed ivi operò un altro miracolo, risanando, col solo contatto della sua mano, la suocera di Pietro, che giaceva in letto inferma con la febbre, sicché essa potè immediatamente alzarsi, e ministrare loro. Questo fatto diede esca novella all'eccitazione che già prevaleva fra il popolo, e tosto che il sole fu calato verso l'orizzonte, e il calore intenso del giorno fu alquanto diminuito, tutti quanti i malati, gl'infermi e gl'indemoniati di Capernaum gli furono menati nelle strade, perché li guarisse Marco 1:29-34.

8. Primo giro di Cristo per la Galilea Dopo qualche tempo dato alla preghiera secreta, ed all'intima comunione col suo Padre celeste, cosa che non avea potuto fare se non fuggendo da Capernaum per tempissimo innanzi all'albeggiare, mentre la gente ancora dormiva, Gesù si accinse a predicare il vangelo nelle diverse sinagoghe della Galilea, guarendo ogni sorta d'infermità. È menzionato specialmente il caso di un lebbroso, per la franchezza con cui esso confessò di credere che Cristo poteva sanarlo, ma di non esser certo che egli lo volesse fare. Gesù provò la sua buona volontà col sanarlo immediatamente, ma il lebbroso non fu egualmente pronto nel dimostrare la sua gratitudine con l'obbedienza Marco 1:35-46.

Marco 1:1-8. PREDICAZIONE E BATTESIMO DI GIOVANNI Matteo 3:1-11; Luca 3:1-18

Per la esposizione vedi Matteo 3:1-11.

1. Il principio dell'evangelo di Gesù Cristo, Figliuol di Dio;

La brevità del modo di Marco nell'annunciare il suo argomento, e l'energica concisione con cui, sorvolando a tutti gli avvenimenti precedenti, eccettuato il ministero di Giovanni, egli si affretta a ricordare il battesimo e la tentazione di nostro Signore, furono spesso notati come caratteri distintivi del suo Vangelo. La parola "Evangelo" in questo versetto è usata evidentemente nel senso di narrazione o storia, che egli si accingeva a scrivere, sotto l'ispirazione dello Spirito Santo, del ministerio terreno, della morte, risurrezione e glorificazione di Gesù, che è al tempo istesso il Cristo ed il Figliuol di Dio. Questo versetto adunque ha da considerarsi semplicemente come un'introduzione come se dicesse: "Qui comincia il Vangelo, ecc. secondo il piano che mi sono tracciato". Questo piano è di raccontare puramente e semplicemente la vita uffiziale e il ministerio del Signore Gesù, e perciò passa sotto silenzio tutto quanto si riferisce alla sua nascita, e alla sua fanciullezza, e incomincia la sua narrazione dalla predicazione di Giovanni il Battista.

PASSI PARALLELI

Luca 1:2-3; 2:10-11; Atti 1:1-2

Giovanni 20:31; Romani 1:1-4; 1Giovanni 1:1-3; 5:11-12

Salmi 2:7; Matteo 3:17; 14:33; 17:5; Luca 1:35; Giovanni 1:14,34,49; 3:16; 6:69

Romani 8:3,32; Ebrei 1:1-2

Riferimenti incrociati:

Marco 1:1

Lu 1:2,3; 2:10,11; At 1:1,2
Giov 20:31; Rom 1:1-4; 1G 1:1-3; 5:11,12
Sal 2:7; Mat 3:17; 14:33; 17:5; Lu 1:35; Giov 1:14,34,49; 3:16; 6:69; Rom 8:3,32; Eb 1:1,2

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata