Nuova Riveduta:

Marco 1:8

Io vi ho battezzati con acqua, ma lui vi battezzerà con lo Spirito Santo».

C.E.I.:

Marco 1:8

Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».

Nuova Diodati:

Marco 1:8

Io vi ho battezzati con acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo».

Bibbia della Gioia:

Marco 1:8

Io vi battezzo con l'acqua, ma egli vi battezzerà con lo Spirito Santo di Dio!»

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Marco 1:8

Io vi ho battezzati con acqua, ma lui vi battezzerà con lo Spirito Santo.

Diodati:

Marco 1:8

Io vi ho battezzati con acqua, ma esso vi battezzerà con lo Spirito Santo.

Commentario:

Marco 1:8

2 2. Secondo ch'egli è scritto ne' Profeti:

Le parole che seguono trovansi nelle profezie di Malachia, e di Isaia. Ireneo, prima della fine del Secondo secolo, cita le parole come stanno qui, né mancano in favore di questa lezione, prove fortissime tratte dagli antichi MSS. Tuttavia in quelli più autorevoli si legge: "Secondo che è scritto dal profeta Isaia". Anche ammettendo quest'ultima lezione come la vera, la cosa può spiegarsi agevolmente. Marco non è tanto ignorante di confondere gli scritti di Malachia con quelli d'Isaia, ma egli si serve del nome di quest'ultimo per la ragione seguente. I Giudei dividevano le loro Scritture in tre volumi: la Legge, i Profeti e gli Agiografi. Come questi ultimi comunemente s'indicavano col nome dei Salmi Luca 24:44, perché i Salmi stavano pei primi nella collezione degli Agiografi, così il libro dei Profeti si indicava spesso col nome di Isaia per lo istesso motivo.

Ecco, io mando il mio Angelo davanti alla tua faccia, il qual preparerà la tua via dinanzi a te. 3. Vi è una voce d'uno che grida nel deserto: Acconciate la via del Signore, addirizzate suoi sentieri.

Era usanza in Oriente, nei tempi antichi (ed è tuttora oggidì), che quando un qualche gran personaggio si metteva in viaggio, mandava davanti a sé, dei corrieri a preparargli la via, toglier di mezzo ogni ostacolo, avvisare i villaggi affinché provvedessero il contingente richiesto per la sua scorta, e gli facessero trovare pronta la tenda nel luogo fissato per la sosta. Si conveniva alla dignità del Messia, che il suo entrare nel ministerio suo terreno venisse proclamato da un precursore, e nella moltitudine di predizioni che i profeti antichi pronunziarono intorno a lui, una cosa così importante non poteva essere passata sotto silenzio. E infatti Marco cita due passi dai profeti Malachia 3:1; Isaia 40:3, come riferentisi espressamente al Battista nel suo carattere di precursore del Messia. La parola ebraica malach, e la greca angelos, con cui la traducono i 70, sono applicate entrambe senza dubbio agli angeli od esseri celesti, ma entrambe comportano anche il significato di messaggero, uno che è mandato; e la parola messo avrebbe reso meglio il senso della profezia in Malachia: "Ecco io mando il mio messaggero davanti alla tua faccia".

Riferimenti incrociati:

Marco 1:8

Mat 3:11
Prov 1:23; Is 32:15; 44:3; Ez 36:25-27; Gioe 2:28; At 1:5; 2:4,17; 10:45; 11:15,16; 19:4-6; 1Co 12:13; Tit 3:5,6

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata