Nuova Riveduta:

Matteo 12:38

Il segno di Giona; la regina di Saba
=Lu 11:29-32 (Mt 16:1-4; 11:20-24; 23:32-38)(cfr. Gn 2:1; 2Cr 9:1-12)
Allora alcuni scribi e farisei presero a dirgli: «Maestro, noi vorremmo vederti fare un segno».

C.E.I.:

Matteo 12:38

Allora alcuni scribi e farisei lo interrogarono: «Maestro, vorremmo che tu ci facessi vedere un segno». Ed egli rispose:

Nuova Diodati:

Matteo 12:38

Il segno di Giona
Allora alcuni scribi e farisei lo interrogarono, dicendo: «Maestro, noi vorremmo vedere da te qualche segno».

Bibbia della Gioia:

Matteo 12:38

Un giorno, dei capi Giudei, fra cui alcuni Farisei, si presentarono a Gesù per chiedergli di fare un miracolo per provare che egli era realmente il Messia.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 12:38

Gesù rifiuta di fare un miracolo
(Luca 11:29-32)
Allora alcuni degli scribi e dei Farisei presero a dirgli: Maestro, noi vorremmo vederti operare un segno.

Diodati:

Matteo 12:38

ALLORA alcuni degli Scribi e Farisei gli fecero motto, dicendo: Maestro, noi vorremmo veder da te qualche segno.

Commentario:

Matteo 12:38

Matteo 12:38-50. VIENE CHIESTO E DATO UN SEGNO. RITORNO DELLO SPIRITO IMMONDO. LA MADRE E I FRATELLI DI GESÙ Luca 11:16,24,36; Marco 3:31-35; Luca 8:19-21

Viene chiesto e dato un segno Matteo 12:38-42

38. Allora alcuni degli Scribi e dei Farisei presero a dirgli: Maestro, noi vorremmo vederti operare un segno.

Probabilmente l'incidente qui riferito seguì immediatamente quello narrata nei versetti che precedono. Costoro che parlano appartengono alla medesima classe di quelli che poco prima lo bestemmiavano; ma non erano però gli stessi individui Luca 11:16. Maestro, Rabbi usasi qui per adulazione, poiché Luca ci narra che il vero intendimento degl'interlocutori di Gesù era di «tentarlo». Venivano a chiedere un segno che confermasse la sua messianità, quasi che non ne avessero bastanti riprove ne' miracoli già prima da lui operati; anzi, secondo Luca, avevano la temerità di prescrivere il genere preciso del segno da loro desiderato: «un segno dal cielo», una testimonianza diretta e decisiva da Dio, la qual dimostrasse, non già che i miracoli suoi erano veri, poiché di questo parevano persuasi, ma che venivano dal cielo, e non erano operati per l'influenza di Beelzebub.

PASSI PARALLELI

Matteo 16:1-4; Marco 8:11-12; Luca 11:16,29; Giovanni 2:18; 4:48; 1Corinzi 1:22

Riferimenti incrociati:

Matteo 12:38

Mat 16:1-4; Mar 8:11,12; Lu 11:16,29; Giov 2:18; 4:48; 1Co 1:22

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata