Nuova Riveduta:

Matteo 1:1

(Is 40:1-9; Za 9:9; Gv 18:37; Lu 24:44)
Genealogia di Gesù Cristo
(1Cr 2:3-15; 3) =Lu 3:23-38 (1Cr 17:11-14; At 13:23)
Genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abraamo.

C.E.I.:

Matteo 1:1

Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo.

Nuova Diodati:

Matteo 1:1

Genealogia di Gesù Cristo
Libro della genealogia di Gesù Cristo, figlio di Davide, figlio di Abrahamo.

Bibbia della Gioia:

Matteo 1:1

Gli antenati di Gesù Cristo.
Questi sono gli antenati di Gesù Cristo, discendente del re Davide e di Abramo.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 1:1

Genealogia di Gesù Cristo
(Luca 3:23-28)
Genealogia di Gesù Cristo figliuolo di Davide, figliuolo d'Abramo.

Diodati:

Matteo 1:1

LIBRO della generazione di Gesù Cristo, figliuolo di Davide, figliuolo di Abrahamo.

Commentario:

Matteo 1:1

CAPO 1 - ANALISI

1. L'albero genealogico della famiglia di Gesù. Siccome Gesù dichiarava di essere il Messia, ovvero il Cristo promesso ad Abrahamo e a Davide, ed annunziato alla nazione giudaica dalle profezie, era importantissimo, per vincere l'opposizione dei capi sacerdoti, di far precedere la narrazione della sua vita e del suo ministerio terrestre da un quadro genealogico, per dimostrare incontrastabilmente la sua discendenza dai patriarchi sopraccennati. Matteo fa l'enumerazione dei suoi antenati nella linea di Giuseppe, reputato suo padre Matteo 1:1-17.

2. Circostanze della nascita di Gesù. Benché l'Evangelista ne dia pochi cenni, pure parla chiaramente della concezione miracolosa nel seno della vergine Maria, per opera dello Spirito Santo, di Giuseppe perplesso per lo stato della sua fidanzata, della luce da lui ricevuta per mezzo dell'angelo, che dissipò i suoi dubbi sopra un fatto predetto nelle profezie, finalmente del nome ch'egli doveva dare al celeste bambino per ordine di Dio Matteo 1:18-25.

Matteo 1:1-17. L'ALBERO GENEALOGICO DELLA FAMIGLIA DI GESÙ Luca 3:23-38

1. Genealogia

cioè registro o rassegna degli antenati di Cristo secondo la carne.

di Gesù Cristo,

«Gesù» è il nome proprio di nostro Signore Vedi Matteo 1:21. «Cristo» è il nome che indica il suo ufficio, e corrisponde in lingua greca alla parola ebraica Messia, cioè Unto; ed egli era veramente l'Unto, consacrato dal Signore Isaia 61:1. Non vi ha nazione che abbia tanto accuratamente conservato le tavole genealogiche quanto quella d'Israele, come lo prova Esdra 2:62. Difatti i loro libri sacri contengono genealogie per un periodo di migliaia d'anni, cioè dalla creazione di Adamo fino alla cattività di Giuda. Tali genealogie erano allora indispensabili, essendo la nazione ebraica divisa in tribù, ad ognuna delle quali era assegnata in possesso inalienabile una parte della terra di Canaan. Ma Iddio aveva uno scopo superiore a quello della stabilità delle possessioni in Israele nell'indurre le successive generazioni di quel popolo a conservare un catalogo esatto dei loro antenati. Esse dovettero farlo, fin dal momento in cui la parola profetica dichiarò che il Messia promesso nascerebbe dalla progenie di Abrahamo, dalla posterità di Giacobbe nella tribù di Giuda, e nella famiglia di Davide. Era di somma importanza il constatare colle genealogie che Gesù discendeva dalla famiglia reale di Davide, ed era la vera progenie promessa ad Abrahamo Genesi 22:18. Così la nuova economia, della grazia, è collegata coll'antica quella della legge. Due sono gli Evangelisti che ci danno l'albero genealogico della famiglia eletta dalla quale dovea uscire il Messia il Salvatore. Matteo, che scriveva principalmente per gli Ebrei, comincia da Abrahamo, padre di quel popolo. Luca. , invece, avendo in vista i Gentili, ossia le altre nazioni, risale fino al primo uomo, fino a Dio stesso. Ambedue hanno lo scopo di mostrare con tavole autentiche, ufficiali ed accuratamente conservate, fino alla distruzione di Gerusalemme, che Gesù Cristo di cui stanno per narrare la storia, discende incontestabilmente dalla famiglia di Davide sia dal lato di Giuseppe sposo di Maria, sia dal lato di Maria medesima; poiché, tanto la madre di Gesù, quanto Giuseppe suo padre putativo, erano discesi dalla nobile progenie di Davide. Si noti che la genealogia di Gesù Cristo è la sola in tutto il mondo che continui senza interruzione per ben quaranta secoli, e che cominci dalla creazione del primo uomo. Di quanto valore è per il fedele la considerazione di questo fatto, quantunque esso rimanga inosservato dagli increduli e dagli indifferenti! Gesù nasce, secondo la carne, nell'ombra, nell'oscurità; ciò nonostante Egli è il punto centrale di tutta la storia sacra; a Lui si riferiscono tutte le profezie, tutti i tipi, tutto il piano tracciato nell'antica alleanza. È chiaro che questi versetti contengono la genealogia di Giuseppe, mentre Luca ha tracciato quella di Maria. In senso inverso fino ad Adamo Luca 3:23-38. Probabilmente questa genealogia fu copiata da' pubblici registri della nazione, che erano ben conosciuti e contenevano le tavole genealogiche della linea di Davide, che spiega le differenze e le omissioni che si osservano in questa tavola genealogica, confrontandola colla storia dell'Antico Testamento. La verità e l'autenticità della genealogia medesima non furono mai messe in dubbio, neanche da coloro che sarebbero stati felici di provare che Gesù di Nazaret non era il Messia promesso; quindi, ai giorni nostri, sfuggono agli attacchi d'una critica ostile le insignificanti discrepanze che si osservano, paragonando questa genealogia con quelle dell'Antico Testamento.

figliuolo di Davide, figliuolo d'Abramo.

La prima famiglia speciale cui fu promesso il Messia fu quella di Abrahamo; l'ultima quella di Davide Genesi 22:18; 2Samuele 7:12-16, e la parola «figliuolo» in ambedue i casi si riferisce a Cristo. «Il figliuolo di Davide» era un titolo speciale del Messia Vedi sopra riferimenti , né si poteva omettere la qualificazione di «figliuolo di Abrahamo», perché, sebbene compresa nel titolo precedente, si riferiva ad una profezia troppo importante Confr. i riferimenti e sopra.

PASSI PARALLELI

Genesi 2:4; 5:1; Isaia 53:8; Luca 3:23-38; Romani 9:5

Matteo 9:27; 15:22; 22:42-45; 2Samuele 7:13,16; Salmo 89:36; 132:11; Isaia 9:6-7

Isaia 11:1; Geremia 23:5; 33:15-17,26; Amos 9:11; Zaccaria 12:8; Luca 1:31-32

Luca 1:69-70; Giovanni 7:42; Atti 2:30; 13:22; Romani 1:3; Apocalisse 22:16

Genesi 12:3; 22:18; 26:3-5; 28:13-14; Romani 4:13; Galati 3:16

Riferimenti incrociati:

Matteo 1:1

Ge 2:4; 5:1; Is 53:8; Lu 3:23-38; Rom 9:5
Mat 9:27; 15:22; 22:42-45; 2Sa 7:13,16; Sal 89:36; 132:11; Is 9:6,7; 11:1; Ger 23:5; 33:15-17,26; Am 9:11; Zac 12:8; Lu 1:31,32; 1:69,70; Giov 7:42; At 2:30; 13:22; Rom 1:3; Ap 22:16
Ge 12:3; 22:18; 26:3-5; 28:13,14; Rom 4:13; Ga 3:16


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata