Nuova Riveduta:

Matteo 28:10

Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunciare ai miei fratelli che vadano in Galilea; là mi vedranno».

C.E.I.:

Matteo 28:10

Allora Gesù disse loro: «Non temete; andate ad annunziare ai miei fratelli che vadano in Galilea e là mi vedranno».

Nuova Diodati:

Matteo 28:10

Quindi Gesù disse loro: «Non temete, andate ad annunziare ai miei fratelli che vadano in Galilea e che là mi vedranno».

Bibbia della Gioia:

Matteo 28:10

Allora Gesù disse loro: «Non abbiate paura! Andate a dire ai miei fratelli di partire immediatamente per la Galilea, sarà là che m'incontreranno».

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 28:10

Allora Gesù disse loro: Non temete; andate ad annunziare a' miei fratelli che vadano in Galilea; là mi vedranno.

Diodati:

Matteo 28:10

Allora Gesù disse loro: Non temiate; andate, rapportate a' miei fratelli, che vadano in Galilea, e che quivi mi vedranno.

Commentario:

Matteo 28:10

10. Allora Gesù disse loro: Non temete; andate ad annunziare ai miei fratelli, che vadano in Galilea; là mi vedranno.

Colle parole "miei fratelli", Gesù non indica, come lo hanno creduto alcuni, i suoi fratelli secondo la carne, poiché non abbi indizio veruno che essi fossero già convertiti e che i discepoli fossero con essi in relazione. Abbiamo qui una semplice ripetizione del messaggio che l'angelo aveva già dato alle donne per i discepoli, affinché affrettassero la loro partenza da Gerusalemme. I sostenitori della prima interpretazione dicono che se quell'ordine fosse stato dato ai discepoli, questi, nell'ubbidire ad esso, avrebbero perduto più di una occasione di incontrarsi con Cristo, prima che egli andasse in Galilea; ma è più probabile che il Signore apparisse loro più volte in Gerusalemme appunto perché tardi nell'ubbidire al suo comando, e per fortificare la loro debole fede. Dal nome col quale Cristo chiama i discepoli, si può desumere quant'essi erano cari al suo cuore. Nel primi tempi il aveva chiamati discepoli, poi amici Giovanni 15:15, ed ora. dopo la sua risurrezione il chiama fratelli Salmo 22:23; Ebrei 2:11-12.

PASSI PARALLELI

Matteo 28:5; 14:27; Luca 24:36-38; Giovanni 6:20

Matteo 28:7; Giudici 10:16; Salmo 103:8-13; Marco 16:7

Matteo 12:48-50; 25:40,45; Marco 3:33-35; Giovanni 20:17; Romani 8:29; Ebrei 2:11-18

Riferimenti incrociati:

Matteo 28:10

Mat 28:5; 14:27; Lu 24:36-38; Giov 6:20
Mat 28:7; Giudic 10:16; Sal 103:8-13; Mar 16:7
Mat 12:48-50; 25:40,45; Mar 3:33-35; Giov 20:17; Rom 8:29; Eb 2:11-18

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata