Nuova Riveduta:

Matteo 28:16

La missione affidata ai discepoli
(Mr 16:12-20; Lu 24:13-53; Gv 20:19-29; 21:1-24; At 1:1-12) 1Co 15:6-7; Gv 17:18
Quanto agli undici discepoli, essi andarono in Galilea sul monte che Gesù aveva loro designato.

C.E.I.:

Matteo 28:16

Gli undici discepoli, intanto, andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato.

Nuova Diodati:

Matteo 28:16

L'apparizione di Gesù in Galilea
Ora gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte che Gesù aveva loro indicato

Bibbia della Gioia:

Matteo 28:16

Gli undici discepoli, andarono in Galilea e salirono sulla montagna che Gesù aveva loro indicato.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 28:16

L'apparizione di Gesù in Galilea
(Cfr. Marco 16:15-18; 1Corinzî 15:6)
Quanto agli undici discepoli, essi andarono in Galilea sul monte che Gesù avea loro designato.

Diodati:

Matteo 28:16

MA gli undici discepoli andarono in Galilea, nel monte ove Gesù avea loro ordinato.

Commentario:

Matteo 28:16

Matteo 28:16-20. INCONTRO DI GESÙ COI SUOI DISCEPOLI IN GALILEA. EGLI DÀ LORO IL GRAN MANDATO DI PREDICARE IL VANGELO

16. Quanto agli undici discepoli, essi andarono in Galilea,

Da Giovanni 20:19-26, impariamo con certezza che essi rimasero una settimana almeno in Gerusalemme, dopo la risurrezione del loro Maestro; ma essendo, in capo a quella, interamente finita la festa di Pasqua, è probabile che allora partissero per la Galilea.

sul monte che Gesù avea loro designato.

Gesù aveva annunziato nel cap. Matteo 24:32, con parole quasi identiche a quelle usate poi dall'angelo, che egli sarebbe andato innanzi al suoi discepoli in Galilea; ma né in quel passo, né in alcun altro viene detto il luogo preciso dove aveano a trovarsi insieme. Gesù probabilmente indicò quella montagna in una delle sue apparizioni ai discepoli in Gerusalemme. La presenza dell'articolo definito ci permette di supporre si tratti qui di un luogo conosciuto, dove Cristo ed i suoi discepoli solevano riunirsi: fors'anche il monte delle Beatitudini. Matteo, parlando di quelli che andarono in quella occasione incontro a Gesù, non fa menzione che degli Undici, perché nel breve racconto che ci lasciò degli eventi posteriori alla risurrezione di Cristo, egli ebbe specialmente in vista le istruzioni date agli apostoli. Ma non c'è nulla, in questo versetto, che ci autorizzi a credere che i soli Undici fossero presenti in questa circostanza, o che il Signore non ebbe altri incontri coi suoi apostoli in Galilea. Confrontando accuratamente i Vangeli, vediamo, al contrario, che ci fu, sulle rive del lago di Tiberiade, una prima apparizione, ricordata da Giovanni 21:1 ecc. alla quale furono presenti soltanto alcuni degli apostoli, e che, dopo, avvenne questa in sul monte, nella quale egli "apparve a più di cinquecento fratelli" in una volta 1Corinzi 15:6. L'unica spiegazione che si possa dare della riunione di un numero così grande di discepoli nello stesso luogo, si è che essi speravano che quivi si manifesterebbe il loro Signore risuscitato, secondo la promessa che egli ne aveva fatta prima della sua morte, e che aveva due volte ripetuta dopo la sua risurrezione.

PASSI PARALLELI

Marco 16:14; Giovanni 6:70; Atti 1:13-26; 1Corinzi 15:15

Matteo 28:7,10; 26:32

Riferimenti incrociati:

Matteo 28:16

Mar 16:14; Giov 6:70; At 1:13-26; 1Co 15:15
Mat 28:7,10; 26:32

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata