Nuova Riveduta:

Matteo 3:11

Io vi battezzo con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dopo di me è più forte di me, e io non sono degno di portargli i calzari; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e con il fuoco.

C.E.I.:

Matteo 3:11

Io vi battezzo con acqua per la conversione; ma colui che viene dopo di me è più potente di me e io non son degno neanche di portargli i sandali; egli vi battezzerà in Spirito santo e fuoco.

Nuova Diodati:

Matteo 3:11

Io vi battezzo in acqua, per il ravvedimento; ma colui che viene dopo di me è più forte di me, e io non sono degno neanche di portare i suoi sandali; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco.

Bibbia della Gioia:

Matteo 3:11

Io battezzo con l'acqua coloro che si pentono dei propri peccati, ma sta arrivando qualcun altro, qualcuno molto più grande di me, così grande che io non son degno neanche di portargli i sandali! Egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 3:11

Ben vi battezzo io con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dietro a me è più forte di me, ed io non son degno di portargli i calzari; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e con fuoco.

Diodati:

Matteo 3:11

Ben vi battezzo io con acqua, a ravvedimento; ma colui che viene dietro a me è più forte di me, le cui suole io non son degno di portare; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco.

Commentario:

Matteo 3:11

11. Ben vi battezzo io con acqua, in vista del ravvedimento; ma colui che viene dietro a me è più forte di me, ed io non son degno di portagli i calzari; egli vi battezzerà con lo Spirito Santo e col fuoco.

Io non sono, dice Giovanni, se non amministratore del segno esterno della vostra, purificazione spirituale; ma il Cristo compirà egli stesso quella purificazione interna col suo Spirito, il quale opererà come fuoco, che purga perfettamente ciò che passa per esso, laddove l'acqua lava soltanto la superficie. Taluni credono che i capi di alcune sette giudaiche ricevessero i loro proseliti colla cerimonia del battesimo. La domanda di Gesù: «Il battesimo di Giovanni era dal cielo o dagli uomini?» sembra implicare che alcuni amministrassero il battesimo senza pretendere ad una missione divina. Il battesimo di Giovanni si distingueva dagli altri perché era dal cielo; ed era il battesimo in segno di penitenza, nell'aspettativa del Messia Atti 19:4. L'umile sua Posizione di fronte a quella di Gesù, di cui era precursore è qui indicata dal doppio contrasto ch'egli stabilisce tra il battesimo d'acqua ed il battesimo di fuoco, ossia di Spirito Santo; e fra quegli che è «più forte di lui», e lui stesso, schiavo indegno di sciogliere i sandali del suo Maestro. Il fuoco e l'acqua indicano ambedue nelle Scritture la purificazione e la santificazione ch'è opera delle Spirito Santo. Confrontate il linguaggio di questo versetto con quello di Giovanni 3:5: «Se alcuno non è nato d'acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio». Il simbolo visibile di cui si serviva Giovanni era l'acqua; il simbolo visibile del fuoco apparve a Pentecoste.

PASSI PARALLELI

Matteo 3:6; Marco 1:4,8; Luca 3:3,16; Giovanni 1:26,33; Atti 1:5; 11:16; 13:24; 19:4

Luca 1:17; Giovanni 1:15,26-27,30,34; 3:23-36

Marco 1:7; Luca 7:6-7; Atti 13:25; Efesini 3:8; 1Pietro 5:5

Isaia 4:4; 44:3; 59:20-21; Zaccaria 13:9; Malachia 3:2-4; Marco 1:8; Luca 3:16

Giovanni 1:33; Atti 1:5; 2:2-4; 11:15-16; 1Corinzi 12:13; Galati 3:27-28

Riferimenti incrociati:

Matteo 3:11

Mat 3:6; Mar 1:4,8; Lu 3:3,16; Giov 1:26,33; At 1:5; 11:16; 13:24; 19:4
Lu 1:17; Giov 1:15,26,27,30,34; 3:23-36
Mar 1:7; Lu 7:6,7; At 13:25; Ef 3:8; 1P 5:5
Is 4:4; 44:3; 59:20,21; Zac 13:9; Mal 3:2-4; Mar 1:8; Lu 3:16; Giov 1:33; At 1:5; 2:2-4; 11:15,16; 1Co 12:13; Ga 3:27,28

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata