Nuova Riveduta:

Matteo 3:15

Ma Gesù gli rispose: «Sia così ora, poiché conviene che noi adempiamo in questo modo ogni giustizia». Allora Giovanni lo lasciò fare.

C.E.I.:

Matteo 3:15

Ma Gesù gli disse: «Lascia fare per ora, poiché conviene che così adempiamo ogni giustizia». Allora Giovanni acconsentì.

Nuova Diodati:

Matteo 3:15

E Gesù, rispondendo, gli disse: «Lascia fare per ora, perché così ci conviene adempiere ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare.

Bibbia della Gioia:

Matteo 3:15

Ma Gesù lo rassicurò: «No, battezzami, perché devo fare tutto ciò che è giusto». Allora Giovanni lo battezzò.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 3:15

Ma Gesù gli rispose: Lascia fare per ora; poiché conviene che noi adempiamo così ogni giustizia. Allora Giovanni lo lasciò fare.

Diodati:

Matteo 3:15

E Gesù, rispondendo, gli disse: Lascia al presente; perciocchè così ci conviene adempiere ogni giustizia. Allora egli lo lasciò fare.

Commentario:

Matteo 3:15

15. Ma Gesù gli rispose: Lascia fare per ora; poiché conviene che noi adempiamo così ogni giustizia. Allora Giovanni lo lasciò fare.

Gesù non confuta né rigetta le parole di Giovanni come false, anzi le accetta come vere; ma gli fa intendere che, «al presente», vi sono potenti motivi per cui il maggiore deve esser battezzato dal minore motivi compendiati in queste parole: «Conviene che noi adempiamo ogni giustizia». Qual contrasto fra questa dichiarazione di giustizia e la confessione di peccato di tutti gli altri che si presentavano al battesimo! Matteo 3:6.

Gesù era senza peccato, non aveva bisogno di pentimento; ma, perché si sottometteva egli al battesimo di Giovanni?

1 Perché egli era sottoposto alla legge ed obbligato alla stretta osservanza di tutte le cerimonie dell'antico patto, come Redentore che doveva compiere ogni giustizia per noi. Il battesimo di Giovanni era l'ultima, cerimonia dell'antica economia che stava per cessare; Cristo doveva riceverlo, come egli aveva osservato tutti i precetti della legge. Egli fu circonciso, benché nato circonciso di cuore; fu riscattato come primogenito, egli il Redentore; offrì senza dubbio tutti i sacrifici a cui era obbligato un Israelita come lo vediamo in occasione della Pasqua, sebbene fosse Egli stesso l'Agnello pasquale di propiziazione, il tipo supremo e la sostanza di tutte quelle figure; visitò il Tempio e la sinagoga, si sottomise umilmente ad ogni usanza e cerimonia mosaica, e quando non c'era peccato, ancora quelle non comandato da Dio, sebbene Egli fosse «Iddio benedetto in eterno». Per la stessa ragione ricevette il battesimo di Giovanni.

2 Gesù rese con quell'atto solenne testimonianza alla divina istituzione del battesimo di Giovanni Malachia 4:5, l'ultimo profeta dell'Antico Testamento, aveva predetto la venuta del precursore e l'opera sua, chiamandolo Elia il profeta. Giovanni proclamava che il suo battesimo era dal cielo Giovanni 1:33, ma gli Scribi ed i Farisei finsero di dubitarne Luca 20:5. Altri avrebbero potuto partecipare alle loro incertezze, se Gesù Cristo non avesse messo il suggello all'origine divina di quel battesimo.

3 Infine Gesù si sottomise a quella cerimonia esterna affine di essere, per essa, solennemente consacrato all'opera sua mediatrice, quando stava per incominciarla; e quella consacrazione terrestre tu immediatamente confermata dalla consacrazione conferitagli dal Padre, mediante il battesimo di Spirito Santo, il crisma che fece di lui l'Unto per eccellenza, il Messia.

PASSI PARALLELI

Giovanni 13:7-9

Salmo 40:7-8; Isaia 42:21; Luca 1:6; Giovanni 4:34; 8:29; 13:15; 15:10

Filippesi 2:7-8; Ebrei 7:26; 1Pietro 2:21-24; 1Giovanni 2:6

Riferimenti incrociati:

Matteo 3:15

Giov 13:7-9
Sal 40:7,8; Is 42:21; Lu 1:6; Giov 4:34; 8:29; 13:15; 15:10; Fili 2:7,8; Eb 7:26; 1P 2:21-24; 1G 2:6


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata