Nuova Riveduta:

Matteo 8:20

Gesù gli disse: «Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo hanno dei nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

C.E.I.:

Matteo 8:20

Gli rispose Gesù: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

Nuova Diodati:

Matteo 8:20

E Gesù gli disse: «Le volpi hanno delle tane, e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha neppure dove posare il capo».

Bibbia della Gioia:

Matteo 8:20

Ma Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le tane e gli uccelli i nidi, ma io, il Messia, non ho una casa, né un posto dove poter riposare!»

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Matteo 8:20

E Gesù gli disse: Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi, ma il Figliuol dell'uomo non ha dove posare il capo.

Diodati:

Matteo 8:20

E Gesù gli disse: Le volpi hanno delle tane, e gli uccelli del cielo de' nidi; ma il Figliuol dell'uomo non ha pur dove posare il capo.

Commentario:

Matteo 8:20

20. E Gesù gli disse: Le volpi hanno delle tane e gli uccelli del cielo dei nidi; ma il figliuol dell'uomo non ha dove posare il capo.

Se dal seguire Gesù lo Scriba si riprometteva agi mondani, onori e ricchezze, il Signore l'avverte ch'egli sbaglia. È come se gli avesse risposto, interrogando alla sua volta: «Tu vuoi seguirmi? Ma conosci tu bene colui che t'impegni a seguire, e sai tu bene dov'ei ti potrà condurre?». Non già terrene onoranze atte a soddisfare l'ambizione tua, non comode magioni, non morbidi cuscini, avrà egli per te; egli «che non ha dove posare il capo». Gesù non vieta a costui di seguirlo; solamente vuol ch'egli pensi a ciò che fa, ne calcoli il costo, e veda se ei sia tale, da reggere nel giorno del cimento. Se tale egli è, sia pure il benvenuto. Cristo non respinge nessuno. Sembra però che quel tale, udite siffatte parole, se ne andasse per i fatti suoi. «Figliuol dell'uomo», è una locuzione tolta, verosimilmente, da Daniele 7:13. Da Giovanni 12:34, si vede che gli Ebrei attribuivano questo titolo al Messia; e da Luca 22:69-70, appare che per Figliuol dell'uomo, essi intendevano il Figliuol di Dio; ed è quello il nome col quale il Signore, per solito, parla di se medesimo, in qualità di Messia, cioè di Figliuol di Dio manifestato nella carne, di secondo Adamo. A questo titolo sono legate tutte quelle condizioni di umiliazione, di patimenti, di esaltazione per le quali doveva passare il Messia.

PASSI PARALLELI

Salmo 84:3; 104:17

Salmo 40:17; 69:29; 109:22; Isaia 53:2-3; Luca 2:7,12,16; 8:3; 2Corinzi 8:9

Riferimenti incrociati:

Matteo 8:20

Sal 84:3; 104:17
Sal 40:17; 69:29; 109:22; Is 53:2,3; Lu 2:7,12,16; 8:3; 2Co 8:9


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata