Nuova Riveduta:

Romani 2:4

Oppure disprezzi le ricchezze della sua bontà, della sua pazienza e della sua costanza, non riconoscendo che la bontà di Dio ti spinge al ravvedimento?

C.E.I.:

Romani 2:4

O ti prendi gioco della ricchezza della sua bontà, della sua tolleranza e della sua pazienza, senza riconoscere che la bontà di Dio ti spinge alla conversione?

Nuova Diodati:

Romani 2:4

Ovvero disprezzi le ricchezze della sua benignità, della sua pazienza e longanimità, non conoscendo che la bontà di Dio ti spinge al ravvedimento?

Bibbia della Gioia:

Romani 2:4

Ma non capite quanto sia paziente il Signore verso di voi? O forse non ve ne importa? Non v'accorgete che egli ha aspettato tutto questo tempo, senza punirvi, per darvi modo di pentirvi dei vostri peccati? La sua pazienza vuole portarvi al pentimento.

La Parola è Vita
Copyright © 1981, 1994 di Biblica, Inc.®
Usato con permesso. Tutti i diritti riservati in tutto il mondo.

Riveduta:

Romani 2:4

Ovvero sprezzi tu le ricchezze della sua benignità, della sua pazienza e della sua longanimità, non riconoscendo che la benignità di Dio ti trae a ravvedimento?

Diodati:

Romani 2:4

Ovvero, sprezzi tu le ricchezze della sua benignità, e della sua pazienza, e lentezza ad adirarsi; non conoscendo che la benignità di Dio ti trae a ravvedimento?

Commentario:

Romani 2:4

Ovvero,

poichè in fondo torna a questo,

sprezzi tu le ricchezze

ossia, l'abbondanza, la pienezza (cfr. Romani 9:23; Efesini 1:7; Colossesi 1:27)

della sua benignità,

Benignità è l'amore che si compiace nel beneficare. Niun popolo era stato ricolmo di favori come il Giudeo:

della sua pazienza,

Pazienza è l'amore che sopporta, che tollera indulgente Romani 3:26

e della sua longanimità,

ossia lentezza all'ira.

non riconoscendo che la benignità di Dio ti trae a ravvedimento?

Sotto i suoi svariati aspetti la bontà di Dio veniva dal Giudeo sprezzata in quanto non ne faceva quel caso e quell'uso che avrebbe dovuto. Essa era intesa a trarlo, non a forza, ma per via di persuasione morale Giovanni 6:44 a ravvedimento facendolo vergognoso della sua condotta passata; mentre egli veniva a considerarla quasi come una debolezza od una connivenza col male. Il disgiungere la bontà di Dio dalla sua santità, conduce a sprezzarla.

Riferimenti incrociati:

Romani 2:4

Rom 6:1,15; Sal 10:11; Ec 8:11; Ger 7:10; Ez 12:22,23; Mat 24:48,49; 2P 3:3
Rom 9:23; 10:12; 11:33; Sal 86:5; 104:24; Ef 1:7,18; 2:4,7; 3:8,16; Fili 4:19; Col 1:27; 2:2; 1Ti 6:17; Tit 3:4-6
Rom 3:25; 9:22; Eso 34:6; Nu 14:18; Sal 78:38; 86:15; Is 30:18; 63:7-10; Gion 4:2; 1Ti 1:16; 1P 3:20
Giob 33:27-30; Sal 130:3,4; Is 30:18; Ger 3:12,13,22,23; Ez 16:63; Os 3:5; Lu 15:17-19; 19:5-8; 2P 3:9,15; Ap 3:20

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata