Nuova Riveduta:

Tito 1:4

A Tito, mio figlio legittimo secondo la fede che ci è comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore.

C.E.I.:

Tito 1:4

a Tito, mio vero figlio nella fede comune: grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro salvatore.

Nuova Diodati:

Tito 1:4

a Tito, mio vero figlio nella comune fede: grazia, misericordia e pace da Dio il Padre e dal Signor Gesù Cristo, nostro Salvatore.

Riveduta:

Tito 1:4

a Tito, mio vero figliuolo secondo la fede che ci è comune, grazia e pace da Dio Padre e da Cristo Gesù, nostro Salvatore.

Diodati:

Tito 1:4

a Tito, mio vero figliuolo, secondo la fede comune; grazia, misericordia, e pace, da Dio Padre, e dal Signor Gesù Cristo, nostro Salvatore.

Commentario:

Tito 1:4

a Tito mio figlio genuino secondo la fede che ci è comune.

Sopra Tito, vedi l'Introduzione. Il fatto che Paolo lo chiama suo figlio nella fede al pari di Timoteo e di tanti altri, prova ch'egli era stato l'istrumento della di lui conversione dal paganesimo. Il dirlo genuino e il parlar della fede come comune ad entrambi mostra quale fiducia Paolo avesse nella perfetta sincerità della fede di Tito.

Grazia e pace da Dio padre e da Cristo Gesù nostro Salvatore.

Tale il testo emendato del saluto apostolico. Il testo ordinario aggiunge misericordia che occorre nelle due epistole a Timoteo e chiama inoltre Signore Gesù Cristo mentre i manoscritti più antichi portano semplicemente: Salvator nostro. Al par di Dio Padre Tito 1:3, Cristo è chiamato Salvatore. Mentre Dio è l'iniziatore, Cristo è il mediatore e l'esecutore della salvazione col suo sacrificio e colla sua intercessione. Per mezzo di lui sono assicurate all'anima credente la grazia che perdona, che benefica, che sopporta, e la pace che inonda l'anima di calma, di serenità e di allegrezza.

AMMAESTRAMENTI

1. Anche i preamboli delle lettere di Paolo sono pieni ai teologia e di pietà. Dio ci è qui presentato come il padrone cui Paolo serve. È un privilegio il servire Colui al quale gli angeli ed i patriarchi ed i profeti e gli apostoli ed i migliori fra gli uomini hanno servito e servono. Egli è l'Iddio dai disegni eterni, eseguiti poi con saviezza infinita nel corso del tempo ch'egli governa. Egli ha formato ab eterno il piano della salvazione, ha conosciuto i suoi eletti, ha fatto la promessa della vita fin dall'Eden e l'ha ripetuta al popolo eletto; nel tempo prescelto ha mandato Gesù, il Cristo, qual Salvatore ed ha fatto annunziar la salvazione al mondo. La parola del Vangelo è, non un'opinione umana, ma l'espressione dell'eterno disegno di Dio e come tale va ricevuta e creduta. Dio è il Fedele ed il Verace che non può mentire. L'anima può con sicurezza di fede abbandonarsi alle di lui promesse. Dio è il nostro Salvatore perchè ha amato il mondo ed ha dato l'unigenito suo per salvarlo. Cristo è altresì il nostro Salvatore perchè ha eseguito il disegno di Dio ed è il solo mediatore fra gli uomini e Dio. Dio è il Padre, il Padre dell'Unigenito ch'è partecipe della natura divina, il Padre per creazione di tutti gli uomini, il Padre per adottazione dei credenti ch'egli ricolma di grazia e di pace nell'amor suo. Qual benedizione essere i figli suoi ed il poterlo chiamare: Abba Padre!

2. Osserva Oosterzee: L'origine dell'apostolato di Paolo è divina: è inviato di Cristo, gli è affidata la parola di Dio per ordine di Dio salvatore; lo scopo di esso è di condurre gli eletti alla fede e per mezzo della fede alla piena conoscenza della verità e per mezzo della verità ad una pietà reale, sincera, cordiale; sostegno di esso e sua bella prospettiva è la speranza della vita eterna; il suo centro è la proclamazione della salvazione preannunziata fin dai tempi più remoti per opera di Dio e procurata più tardi in Cristo". Finchè l'apostolo cristiano nel senso suo più esteso parlerà agli uomini di speranza di vita eterna fondata sull'opera di Cristo e sulle promesse del Dio fedele, finchè parlerà loro di verità, di pietà, esso troverà sempre un'eco nell'anima umana e susciterà la fede salutare nei cuori che anelano ad una vita perfetta.

Riferimenti incrociati:

Tito 1:4

2Co 2:13; 7:6,13,14; 8:6,16,23; 12:18; Ga 2:3
1Ti 1:1,2; 2Ti 1:2
Rom 1:12; 2Co 4:13; 2P 1:1; Giuda 1:3
Rom 1:7; Ef 1:2; Col 1:2; 1Ti 1:2; 2Ti 1:2
Tit 1:3; Lu 2:11; Giov 4:42; 2P 1:11; 2:20; 3:2,18; 1G 5:14


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata