Cantico 8

1 

CAPITOLO VIII

Versetti 1-4. Il desiderio della comunione con Cristo. 5-7. La veemenza di questo desiderio. 8-12. La Chiesa prega per gli altri. 13, 14. E prega per la venuta di Cristo.

Vv. 1-4. La chiesa desidera la riservatezza e la libertà costante con il Signore Gesù come una sorella fa con un fratello. I credenti sono come i suoi fratelli quando per la grazia partecipano alla natura divina. Cristo vuole essere come il nostro fratello; dovunque ci troviamo, dobbiamo essere pronti a riconoscere il nostro rapporto con Lui ed il nostro affetto per Lui non temendo di essere disprezzati per questo motivo. C'è in noi un ardente desiderio di servire di più e in maniera migliore Cristo? E allora, che cosa abbiamo fatto per mostrare il nostro affetto all'Amato della nostra anima? Quali frutti di santità? La chiesa ordina a tutti i suoi figli di non fare mai in modo che Cristo si allontani da essi. Dobbiamo, dunque, riflettere con noi stessi, quando siamo tentati per non rattristare lo Spirito.

5 Vv. 5-7. La chiesa ebrea lasciò il deserto per effetto della presenza e del favore divino. La chiesa cristiana è stata rimossa da uno stato basso e desolato per mezzo della grazia di Cristo. I credenti sono liberati dal deserto per il potere della grazia. Il peccatore nel suo deserto non sta bene; è come un vagabondo sconsolato; e non c'è uscita da questo deserto senza appoggiarsi a Cristo, come nostro Amato per fede; non ci appoggiamo al nostro intendimento, non ci fidiamo della nostra giustizia ma solo del Signore, nostra giustizia. Le parole della chiesa a Cristo che seguono, costruiscono un posto permanente nel suo amore e di protezione nel suo potere. "Ponimi come sigillo sul tuo cuore": dimmi che sono sempre nel tuo cuore; dimmi di riempire di amore il tuo cuore. L'anima si accerterà di questo e non si darà pace senza conseguire questo. Quelli che amano Cristo veramente sono gelosi di tutto ciò che Lo può allontanare da essi; specialmente se sono essi stessi che fanno qualcosa che Lo induca a ritirarsi da loro. Se amassimo Cristo, il timore di perdere il suo amore o le tentazioni di lasciarlo saranno estremamente tenute a bada da noi. Non c'è acqua che può spegnere l'amore di Cristo in noi, né fiume che lo possa annegare. Che niente abbassi il nostro livello di amore per lui! Né la vita, né tutti i beni devono distogliere il credente dall'amare Cristo. L'amore di Cristo ci rende capaci di rifiutare e vincere le tentazioni più ammiccanti del mondo.

8 Vv. 8-12. La chiesa prega per i gentili che non hanno la parola di Dio, né i mezzi della grazia. Chi è stato chiamato da Cristo deve fare il possibile per aiutare gli altri ad andare a Lui. Sempre ci sono infanti in Cristo fra i cristiani ed il benessere dei suoi fratelli deboli è l'oggetto dell'orazione continua dei credenti forti. Se gli inizi di questa opera si paragonano ad una parete costruita su di Lui, quale fondamento prezioso e pietra angolare, allora la chiesa gentile otterrebbe di essere come un palazzo per il gran Re, costruito su argento splendente. Se la prima predicazione del Vangelo fosse come l'apertura della porta di una parete, quella porta sarebbe durevole, come fatta di tavole di cedro. Ella sarà riguardata e protetta efficacemente, circondata per non essere danneggiata. La chiesa è piena di cure per coloro che non sono ancora chiamati. Cristo dice: "Farò tutto il necessario per loro." - Con quanto ringraziamento dobbiamo voltarci indietro, ai tempi ed alle stagioni in cui ai suoi occhi avevamo bisogno di trovare il suo favore; i nostri cuori sono, pertanto, le vigne che dobbiamo curare con ogni diligenza. Tutti i nostri frutti devono essere dedicati a Cristo e alla sua lode. Tutta questa opera di Cristo, fatta per gli altri, porterà a vincere indicibilmente.

13 Vv. 13, 14. Questi versetti concludono l'incontro fra Cristo e la sua chiesa. Gesù va in primo luogo verso di lei, perché Cristo vive nei giardini, le riunioni e le assemblee dei suoi santi. Egli la esorta ad essere costante e frequente nella preghiera, nelle suppliche e nelle lodi, di cui si compiace. La chiesa risponde anelando il suo affrettato ritorno in modo che la prenda per essere completamente con Lui. I cieli, i monti degli aromi, devono trattenere Cristo fino al tempo in cui ogni occhio lo vedrà in tutta la sua gloria. I veri credenti in cammino chiedono, perciò che si affretti la venuta del giorno del Signore. Che ogni cristiano compia ogni suo dovere affinché gli uomini vedano le loro buone opere e glorifichino il loro padre celeste. Continuiamo a pregare in modo fervente per ciò di cui abbiamo bisogno, allora abbonderà il nostro ringraziamento e la nostra gioia sarà completa; le nostre anime saranno arricchite e prospereranno le nostre vite. Ci sarà permesso di aspettare la morte ed il giudizio senza temere. Fino ad allora, vieni, Signore Gesù!

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata