Genesi 37

1 Capitolo 37

Schema del capitolo

Giuseppe è il prediletto di Giacobbe ma è odiato dai suoi fratelli.

(1-4)

I sogni di Giuseppe.

(5-11)

Giacobbe manda Giuseppe a visitare i suoi fratelli, essi tramano la sua morte.

(12-22)

I fratelli di Giuseppe lo vendono.

(23-10)

Giacobbe ingannato, Giuseppe venduto a Potifar.

(31-36)

Versi 1-4

Nella storia di Giuseppe vediamo qualcosa di Cristo, umiliato prima ed esaltato poi. Mostra anche la moltitudine dei cristiani che devono attraversare molte tribolazioni prima di entrare nel regno celeste. Non c'è nessuna altra storia come questa che illustri i diversi meccanismi della mente umana nel concepire propositi buoni e cattivi e impariamo pure lo strano modo che Dio usa per adempiere i suoi scopi. Sebbene Giuseppe fosse molto caro a suo padre, egli non fu comunque cresciuto nell'ozio. Non amano veramente i loro figli coloro che non li spronano ad essere attivi, a mettersi al lavoro e a sostenere privazioni. Il coccolare i figli è a ragione chiamata la loro rovina. Coloro che vengono educati a non fare niente probabilmente saranno dei buoni a nulla. Ma Giacobbe volle manifestare la sua predilezione facendolo vestire meglio degli altri suoi figli. È sbagliato che i genitori facciano particolarismi tra i figli, a meno che non ci sia un grave motivo. Quando i genitori fanno differenze, i figli lo notano subito e questo porta a liti in famiglia. I figli di Giacobbe agirono in quel modo di nascosto ma non avrebbero osato farlo a casa in sua presenza. Giuseppe fece a suo padre un resoconto della loro condotta cattiva affinché egli potesse riprenderli, non come un pettegolo per seminare discordie ma come un fratello fedele.

5 Versi 5-11

Dio diede a Giuseppe anzitempo la rivelazione della sua prosperità per sostenerlo e consolarlo nelle sue lunghe e dolorose difficoltà. Osservate che Giuseppe sognò la sua superiorità ma non il suo arresto. Molti giovani, quando vanno per il mondo, pensano soltanto alla prosperità e ai piacere e non sognano mai difficoltà. I suoi fratelli interpretarono giustamente il sogno, sebbene essi detestassero quella interpretazione. Mentre essi commisero peccato lottando contro questo, essi stessi furono gli strumenti per compierlo. Così i Giudei capirono ciò che Cristo disse del suo regno. Decisero che lui non avrebbe regnato su di loro, si consultarono per metterlo a morte e per crocifiggerlo e portarono essi stessi alla sua esaltazione che avevano progettato di evitare.

12 Versi 12-22

Quanto prontamente Giuseppe attende agli ordini di suo padre! Quei figli che sono più cari ai loro genitori dovrebbero essere più pronti a obbedire loro. Vedete come i fratelli di Giuseppe erano determinati contro di lui. Essi pensavano di ammazzarlo nella loro malizia senza cuore e a sangue freddo. Chiunque odia suo fratello è un assassino, 1Giov. 3:15. I figli di Giacobbe odiavano il loro fratello perché il loro padre l'amava. Nuove occasioni, come i suoi sogni e altre simili cose, si fecero strada più avanti, ma l'odio continuò a bruciare nei loro cuori, finché si decisero per la sua morte. Dio ha tutti i cuori nelle sue mani. Ruben aveva maggiori motivi per essere geloso di Giuseppe poiché egli era il primogenito tuttavia si dimostra il suo amico migliore. Dio impedì tutto per i suoi scopi e cioè per fare di Giuseppe uno strumento di salvezza per molti. Giuseppe fu una specie di Cristo poiché sebbene fosse il Figlio più caro a suo Padre e odiato da un mondo malvagio, il Padre l'ha mandato per visitarci nella grande umiltà e nel suo grande amore. Egli venne dal cielo sulla terra per cercarci e salvarci e ciò nonostante contro di lui furono concepiti complotti maligni. Non solo non fu accettato ma fu pure crocifisso. A questo egli si sottopose, quale parte del suo progetto per redimerci e salvarci.

23 Versi 23-30

Essi gettarono Giuseppe in una fossa per farlo morire di fame e di freddo, tanto crudele erano le loro benevoli attenzioni. Essi l'offesero quando egli era nei guai e non erano afflitti per il dolore di Giuseppe, vedete Amos 6:6; quando egli stava languendo nella fossa, essi si misero seduti a mangiare del pane. Essi non provarono alcun rimorso di coscienza per il peccato. Ma la collera degli uomini tornerà a lode di Dio e con gli ultimi avanzi di collera egli li cingerà, Salmo 76:10. I fratelli di Giuseppe si trattennero miracolosamente dall'assassinarlo e il loro venderlo fu meravigliosamente cambiato in gloria per Dio.

31 Versi 31-36

Quando Satana insegnò agli uomini a peccare, gli insegnò pure a cercare di nascondere il peccato tramite un altro peccato: essi nascosero il furto e l'assassinio con giuramenti falsi: ma colui che copre il suo peccato non prospererà a lungo. I fratelli di Giuseppe mantennero il riserbo per un certo tempo, ma, alla fine, la loro villania venne alla luce e resa pubblica al mondo. Per affliggere il loro padre, essi gli inviarono il cappotto di Giuseppe, e questi pensò frettolosamente, alla visione del cappotto insanguinato, che Giuseppe fu fatto a pezzi. Quelli che conoscono il cuore di un genitore possono immaginare il dolore del povero Giacobbe. I suoi figli fingevano di consolarlo, ma erano dei consolatori miserabili e ipocriti. Avendolo voluto realmente consolare, l'avrebbero fatto immediatamente dicendogli la verità. Il cuore è stranamente indurito dalla malizia del peccato. Giacobbe rifiutò di essere consolato. Un grande affetto per qualcuno conduce a una afflizione più grande, quando lo perdiamo o ci delude: l'amore non dovuto finisce solitamente in dolore non dovuto. È saggezza dei genitori non allevare i figli fra le mollezze poiché essi non sanno a quali stenti essi possono essere condotti prima di morire. Da tutto questo capitolo vediamo meravigliosamente le vie della provvidenza. Sembra che i fratelli maligni abbiano raggiunto il loro fine: i mercanti, a cui non importa cosa essi commerciano ma ciò che essi guadagnano, raggiunsero pure il loro scopo; e anche Potifar, che comprò un bel giovane schiavo, ottenne il suo! Ma i progetti di Dio sono tramite questi strumenti in via di realizzazione. Questo evento porterà gli Israeliti ad andare fino in Egitto, quest'ultimo alla loro liberazione tramite Mosè, quest'altro nel fare conoscere la vera religione al mondo, e questo alla diffusione in tutte le nazioni del vangelo. Così il furore dell'uomo condurrà alla lode per il Signore, e dei resti di esso Egli si cingerà.

Dimensione testo:


Visualizzare un brano della Bibbia

Aiuto Aiuto per visualizzare la Bibbia

Ricercare nella Bibbia

Aiuto Aiuto per ricercare la Bibbia

Ricerca avanzata